• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > L’abruzzo sfigurato
    18
    feb.
    2007

    L’abruzzo sfigurato

    Condividi su:   Stampa

    Sig Direttore, una furia distruttiva sta sfigurando l'Abruzzo. Una volontà suicida che si autogiustifica illudendosi di perseguire lo sviluppo. Convinta che le ruspe, non la bellezza incontaminata della natura, aprono la strada al turismo. Non si salva nè il mare nè la montagna. Il modello Francavilla, della cementificazione fino alla battigia, ha fatto scuola. Sul litorale, dove un tempo 'camminava la greggia' transumante,  si ingorgano  brutte seconde e terze case.

    L’ultima spiaggia con ancora le dune, quella di Ortona, una assoluta reliquia dell’Adriatico dannunziano, fra poco verrà cancellata da una strada, peraltro superflua, che correrà a sessanta metri dal ‘tremolar della marina’. In montagna, del fascino della Piana di Navelli, ridotta ad una orrenda superautostrada, non ci resta che la testimonianza, a futura memoria, di Silone, del suo incantamento di viaggiatore davanti alla bellezza. Sull’altipiano delle Rocche, persino all’interno del ‘mal vietato’ Parco  Velino-Sirente, i millenari tratturi che correvano fra boschi e prati dall’alto dei Piani di Pezza fino a Rovere e Rocca di Mezzo non ci sono più, sono sepolti sotto un bel manto d’asfalto coronato da un megaparcheggio rutilante al sole.
    Sulmona,17/02/07Ezio Pelino

     commenti
    Commenti
    268
    Lascia un commento
    mulberry factory shop .
    20/03/2012 alle 11:01
    cheers my friend, great job for you and your work
    Elwood Branin .
    20/03/2012 alle 09:37
    Pretty! This was an extremely wonderful post. Thanks for providing this information.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook