• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > La palude del caimano e dei suoi sedicenti cacciatori
    24
    feb.
    2007

    La palude del caimano e dei suoi sedicenti cacciatori

    Condividi su:   Stampa

    Salve Beha sono un assiduo estimatore del suo blog, che seguo sempre e a cui partecipo. Solo una domanda però: perchè non ci ritiene degni di farci sapere come la pensa lei sui fatti salienti? Come il tema di oggi, su prodi ed eventuali successori. "Che ne pensate?"??? Ma è lei a doverci dire come la pensa sul suo blog! Non ci rietiene degni di discuterne assieme? Noi da una parte e lei in cima al colle a fare le interrogazioni?Davide, Urbino-----------------Caro Davide, sono felicissimo che Lei segua e partecipi. Ma non faccia l'errore di scambiarmi per un guru dal Colle, inteso come Quirinale, tra l'altro molto frequentato in queste ore dagli stessi figuri su cui Lei vuole un mio parere. Vede, se Lei gironzola per blog e sito, trova molte mie cose scritte in cui rintracciare il mio parere, per esempio sulla manifestazione di Vicenza, scippata alla cittadinanza. Sulla "crisi al buio", temo semplicemente che si sia di fronte a una classe politica o dirigente tout court non uguale, tra destra e sinistra, ma certamente e oggettivamente complementare.

    Di qui la necessità “civica” di battere altre strade fuori dalla palude del Caimano e dei suoi sedicenti cacciatori. Ma è un discorso complesso, che necessita di un libro per essere analizzato. Se Lei non mi farà mancare il Suo appoggio senza corredarlo di malinterpretazioni, magari lo farò.o.b.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook