• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Proposte / interrogazioni
    10
    apr.
    2007

    Proposte / interrogazioni

    Condividi su:   Stampa

    Gentile dott. Beha, la seguo da molto tempo nei suoi percorsi giornalistici, dai tempi di Andrea Barbato, Rai 3, fino ad oggi, nei suoi interventi ad Omnibus. Condivido tante sue idee e proprio per questo desidero proporle alcune mie, assolutamente provocatorie, affinché, se Lei le trovasse assurde al punto giusto, potrebbe proporle eventualmente da Lei riviste e corrette, in un’unica trasmissione, a ogni rappresentante dei partiti dell’arco costituzionale.Si parla tanto di legge elettorale da modificare per consentire a queste persone che occupano una comoda quanto proficua poltrona a Montecitorio e in altri palazzi governativi, ma non sarebbe più opportuno prima modificare le regole di ingaggio dei nostri uomini politici? Io, nella mia capacità terra terra, le proporrei così:

    1) Incompatibilità di cariche, siano esse pubbliche sia private, perchè è assurdo pensare che una sola persona venga retribuita, non solo per la carica per cui ha chiesto il voto, ma anche perchè svolge altre attività (anche politiche) e non se ne vergogna (conflitto di interessi?) Es: Abbiamo saputo da Mastella che oltre ad essere ministro è anche sindaco di un paesino di qualche migliaio di abitanti; questo potrebbe far pensare un po’ male? Mi rendo conto che non è il solo:anche in parlamento, mi pare di ricordare, ci sono diversi Onorevoli che tra stato e regioni oltre che nel privato si trovano nella stessa situazione di percepire vari emolumenti. E questo è immorale oltre che illegale.2) qualsiasi inchiesta o condanna nei vari gradi di giudizio deve inibire alla carica, di qualunque tipo, a cui aspira la persona inquisita o condannata;3) nessun familiare degli eletti può partecipare ad altre competizioni elettorali (ancora una volta conflitto di interessi?);4) nessuna persona può essere rieletta più di due volte a qualsiasi carica pubblica, sia essa europea, nazionale, regionale, provinciale, comunale. Dopo aver compiuto due legislature (percependo una cifra, cumulativa di tutte le voci di non più di 5.000 euro, mentre è in carica), la persona eletta dovrà tornare al lavoro che aveva, percependo come compenso onorario e forfetario 500 euro per ogni legislatura (pressappoco a quanto ammonta la pensione minima dei lavoratori); questa cifra non potrebbe mai superare complessivamente 5.000 euro mensili, perché altrimenti gente come Andreotti, Cossiga, Ciampi, Scalfaro ecc., porterebbero alla bancarotta.  (potremmo fare i conti e vedere fino a che punto si risparmia o, alla lunga, si spreca);5) mettere un limite alle spese elettorali perchè gli Italiani sono stanchi di mantenere nel lusso, attraverso il finanziamento illecito dei partiti, questi personaggi e perché a tutti sia data la possibilità di partecipare.6) I referendum debbono essere anche propositivi, non solo abrogativi; la validità del referendum deve essere data dal 50% più uno dei votanti e non dell\’elettorato;7) proporre agli onorevoli contrari ai DICO di battersi, con onestà, per chiedere la cancellazione dell’assegno assicurativo da destinare a chi loro vogliono e di restituire quanto fio ad ora percepito ingiustamente, solo così potranno essere credibili.Sarebbe importante avere almeno un rappresentante per ogni partito e vedere quanti accoglierebbero “con entusiasmo” proposte di questo genere. Si potrebbe supporre che, per la prima volta, tutto il parlamento voterebbe all ’unanimità a sfavore delle stesse. Ma le stesse proposte le proponga alla gente comune e vediamo se gli italiani sono quelli che si fanno infinocchiare dagli imbonitori della politica. Grazie per la cortese attenzione.Bianca Maria Catanese

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook