• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Devastata coop antimafia: «i mafiosi hanno paura di n...
    27
    apr.
    2007

    Devastata coop antimafia: «i mafiosi hanno paura di noi»

    Condividi su:   Stampa

    da l'Unità.itDevastata a Gioia Tauro la cooperativa agricola Valle del Marro, creata da Libera, l’associazione antimafia di don Luigi Ciotti. La cooperativa sorge su terreni confiscati alla ‘ndrangheta e dunque l’azione sembra avere intenti intimidatori.

    «Anche dopo quanto è accaduto la scorsa notte, siamo tranquilli perché la mafia non ci fa paura». I ragazzi soci della cooperativa agricola Valle del Marro, obiettivo la scorsa notte di un attentato della ‘ndrangheta, si dimostrano determinati ad andare avanti e sono già al lavoro per riparare i danni subiti dal capannone. Unanime è la volontà dei giovani a proseguire il loro impegno. «Certo – dice don Pino De Masi, referente di Libera in Calabria – c’è amarezza, ma i ragazzi restano fortemente motivati. D’altra parte, quando due anni fa è iniziata la nostra avventura, avevamo messo in conto anche le intimidazioni ed il fatto che adesso si verifichino non ci sorprende».
    La cooperativa Valle del Marro ha dieci soci. Presidente è Giacomo Zappia, assente in questi giorni da Gioia Tauro perché impegnato in alcuni seminari all’ Università di Bologna sull’uso sociale dei beni confiscati alla mafia. Dopo essere stato avvertito di quanto à accaduto, Zappia ha chiesto che l’impegno di tutti prosegua normalmente. Ed i ragazzi hanno risposto prontamente a questa sollecitazione, riprendendo subito il lavoro.
    «Riteniamo – ha detto uno di loro – che se la mafia si è fatta sentire è segno che siamo sulla strada giusta. Sono loro ad avere paura di noi e quindi continuiamo il nostro cammino con serenità, confidando anche nella presenza al nostro fianco delle istituzioni, che è stata immediata. Unendo tutte le forze, possiamo andare avanti tranquilli. I danni che ha subito il capannone li stiamo già riparando».
    Molte le reazioni del mondo politico. Indignata la ministra per le Politiche giovanili, Giovanna Meandri: «La notizia della devastazione, in Calabria, di una cooperativa agricola creata da Libera mi riempie di grande indignazione, ma voglio dire ai ragazzi che ci lavorano e a tutti coloro che sostengono questa iniziativa che lo Stato è al loro fianco e che farà di tutto per colpire i responsabili di questo gesto infame e per continuare a sostenere il loro impegno quotidiano e la loro attività».

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook