• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Italiopoli e italioti
    19
    mag.
    2007

    Italiopoli e italioti

    Condividi su:   Stampa

    Caro Oliviero, ben letto Italiopoli!Ma come faccio a difendermi dagli italioti?!Francesco Battuello

     commenti
    Commenti
    5
    Lascia un commento
    ethic-food .
    vivo a torino: uniriscossioni mi ha portato via l'abitazione perché impossibile fare ricorsi legati a mia situazione fiscale; mamma non più autosufficiente in casa; fratello disabile psicologicamente (per incidente) in casa; aggredito ben 2 volte in autostrada (Torino-Venezia), stradale mai intervenuta, per il barista grill normale così; assisito a grave incidente autostrada,m stradale mai intervenuta, per 118 normale così; persi oltre 10.000 euro con la regione piemonte, non vale la pena intervento legale: può bastare? Francesco Battuello
    Oliviero Beha .
    D'accordo con Sandro, ma ci sono vistose eccezioni di forma e contenuto. Buona resistenza! o.b.
    facocer .
    No, non siamo in pochi, almeno così mi auguro pure io. Però sto riscontrando un fenomeno, e vorrei da voi che frequentate questo forum una conferma o una smentita, o da O.B. in persona se gli può interessare. Osservo da molto tempo il genere di comunicazione che si instaura proprio nei forum, che pure dovrebbero rappresentare un velocissimo ed eccezionale mezzo per far circolare le informazioni. Spesso gli interlocutori si dimostrano estremamente arroganti, faziosi, impregnati di luoghi comuni come mai avrei pensato. Ciò indipendentemente dalla fede politica, dalla religione, dalla razza. E' quasi impossibile instaurare un dialogo che non si risolva in una dura presa di posizione muro contro muro, quando non si passa addirittura alle offese personali. A voi capita? Mi pare che non sia comunque il caso di questo forum. Personalmente, difenderci dagli Italioti significa anche, oltre a tutto quello che ha detto Beatrix, combattere questo che io ritegno un fenomeno solo apparentemente marginale, ma in realtà un evidente segnale del degrado della nostra civiltà. UN SALUTO RESISTENTE Sandro Iotti
    mek .
    hai solo ragione!!!
    beatrix .
    Beh, cercando di non farsi travolgere dalla mentalità imperante, e assumendo in prima persona la responsabilità dell'onestà, riuscendo ad indignarsi per il malaffare, la meschinità, la mancanza di solidarietà, il consumismo, la rozzezza intellettuale e culturale, e così via... In prima persona. Forse non siamo così pochi come pensiamo.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook