• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelingue / ostia antica
    15
    lug.
    2007

    Malelingue / ostia antica

    Condividi su:   Stampa

    da l'Unità del 15 luglio 2007Nel fantastico anfiteatro romano di Ostia Antica gremito da oltre 4000 astanti si è svolta la cerimonia di premiazione del "Premio Roma". Il premio internazionale alla cultura è stato assegnato al sindaco di Roma nonché candidato alla leadership del futuro Partito Democratico, Walter Veltroni, che ha ringraziato il giurato Giulio Andreotti che gli consegnava il premio. "Bisogna rispettare anche le idee di chi non è d'accordo con te e magari qualche volta ha anche ragione", ha detto Veltroni. Applausi, come in un film di Bunuel. Andreotti ha assentito con un diabolico sorriso. Come in un film di Bunuel. Per i media è stato premiato alla carriera Bruno Vespa.

    Ci ha pensato il presidente della Federnuoto, Paolo Barelli. Non si è parlato di galleggiamento né di acquaticità. Vespa si è dimostrato anche in quest’occasione un signor professionista. Peccato per lui ma soprattutto per noi che la situazione politica italiana gli abbia finora (?!?) impedito di essere anche un professionista signore.O.B.

     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    Pederzani .
    Confesso il mio disagio a dar corso alla rigorosa selezione delle frequentazioni che suggerisce implicitamente la lettera. Andreotti anche per me è squalificato, ma la politica quotidiana continua ad accreditarlo come ottima testa pensante. A volte quello che sostiene è condivisibile e tuttavia resta Andreotti con tutta la sua storia. Il mio cervello non fa partire la censura preventiva. E' una contraddizione che devo risolvere o ci si può fidare della mia memoria storica? Qualcuno mi risponda per favore.Grazie G. Pederzani
    cinzia61 .
    Veltroni, secondo me, con la sua candidatura ha decisamente perso l'ultima occasione di qualificarsi come un politico serio. La sua dichiarazione in cui asseriva di smettere di fare politica alla fine del mandato di sindaco mi colpì molto e nonostante l'età e le disillusioni della mia generazione, gli ho creduto al momento, ma ora mi rendo conto che sono solo un'ingenua! Ha ragione Beppe, basta con i politici di professione, la politica va qualificata per ciò che deve essere e cioè un servizio reso alla repubblica, non deve durare più di due legislature e non deve dare diritto né a stipendi stratosferici né tantomeno a pensioni assolutamente immeritate! Io mi chiamo Cinzia Sbardella, sono disoccupata, che a 46 anni vuol dire finire in un buco nero di cui nessuno, dico proprio nessuno si occupa e, c'è anche di peggio siccome convivo non solo non mi vengono riconosciuti i diritti di convivenza [ma che "DICO"!], anzi con il modello ISEE da presentare al collocamento come nuova forma di redditometro si pretende di cumulare il mio reddito al suo e di farmi fuori anche dall'ultima speranza che ho: la graduatoria! Che schifo di paese... io mi vergogno di essere italiana! e pensare che quando ero più giovane avrei giurato che avremmo cambiato il mondo perchè eravamo puri e giusti, peccato che certa gente si guasta crescendo... brutta malattia il potere eh?! peccato che non sia mortale, ma solo incurabile!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook