• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Intercettazioni: beha, ds come berlusconi contro magis...
    23
    lug.
    2007

    Intercettazioni: beha, ds come berlusconi contro magistrati

    Condividi su:   Stampa

    (ANSA) - ROMA, 23 LUG - L'attacco al giudice Clementina Forleo da parte del gruppo dirigente dei Ds e del ministro della Giustizia Clemente Mastella, "cui fa da sponda la solidarieta' del presidente del Consiglio Romano Prodi, e' grave e ingiustificato e ricalca, anche nelle parole, nell'arroganza delle espressioni usate e nelle motivazioni, gli abituali attacchi alla magistratura di Berlusconi e dei suoi amici".E' il giudizio di Oliviero Beha, portavoce della Lista Civica Nazionale per la Repubblica dei Cittadini, anche a nome degli altri promotori Roberto Alagna, Pancho Pardi ed Elio Veltri. Secondo Beha, "non a caso Forza Italia pur senza le 'grida' consuete si e' allineata all'aggressione mediatica anti-Forleo dimostrando una volta di piu' ma oggi con esemplare chiarezza la complementarieta' che caratterizza sempre di piu' la politica e i comportamenti degli esponenti di centro sinistra e di centro destra".

    Per quanto riguarda poi l’intervento di Mastella, “esso – ha aggiunto Beha – rende manifesto che il ministro e’ digiuno di diritto e inventa persino norme costituzionali che non esistono. Possiamo chiedere, di grazia, al ministro competente quale norma della Costituzione avrebbe violato il giudice Forleo? Possiamo ricordargli che confonde una legge ordinaria sulle intercettazioni indirette dei parlamentari con una norma costituzionale che non esiste? E possiamo ricordargli che e’ nei poteri del giudice modificare o addirittura intimare al pubblico ministero di adottare condotte che il giudice ritiene siano state omissive?”. ”Nell’interesse del miglior svolgimento del suo ruolo cosi’ delicato – conclude Beha – un ripasso non gli farebbe male. Se da politico complementare vuole difendere chi gli pare per solidarieta’ di casta, siano essi D’Alema, Fassino, Latorre, Grillo e altri ancora, lo faccia, ma abbia la correttezza di non chiamare in causa la Costituzione. Almeno essa e’ sicuramente innocente”.(ANSA)

     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    mirco .
    Questa vicenda è un manifesto della complementarità tra i due "poli", ma come si fa ad essere ciechi??? Ormai in Italia ci siamo (ci hanno) abituato al gioco del bianco e del nero, anche la politica come il calcio è diventata una questione di "tifo"...si deve parteggiare per forza per qualcuno. Per "fortuna" certe vicende ci fanno capire che in campo ci sono spesso 23 persone (ARBITRO NAPOLITANO COMPRESO) che giocano dalla stessa parte....forza ragazzi, svegliamoci!!! Mirco Giubilei, Lista Civica Nazionale - Sansepolcro (AR)
    pippo2007 .
    Avevo propio scritto questo sul blog del ministro, di studiare la costituzione inoltre aggiungo un altro particolare se la legge uguale per tutti non vi sembra che abbiamo già molti privilegi rispetto a un cittadino comune, solo per poter indagare la magistratura gli deve chiedere il permesso, quasi quasi andiamo tutti al ministero a fare un ispezione al nostro dipendente mastella.
    GIGI .
    Ho deciso che, dopo questo episodio, spieghero' ai miei tre figli che per vivere in questo paese non bisogna impegnarsi nei valori e nello studio ma esercitarsi a fare i prepotenti.
    freesud .
    La politica italiana è una vergogna continua. Tutti contro Clementina Forleo. Chi tocca i politici muore. E' iniziata una schifosa campagna diffamatoria tesa a screditare il lavoro del magistrato Clementina Forleo rea di indagare sulle connessioni tra i furbetti del quarterino e i furboni della politica. I parlamentari di questa legislatura non meritano nessuna immunità politica perchè non sono stati eletti democraticamente dal popolo ma designati dai partiti. Designazioni spesso vergognose che hanno portato alla composizione di un parlamento intriso di condannati ed indagati per reati gravissimi. Se avete ancora un briciolo di dignità autorizzate la magistratura ad utilizzare le intercettazioni ed attendete che la giustizia faccia il proprio corso. Di che avete paura? se siete innocenti avrete modo di chiarire la vostra posizione, in caso di condanna rimarrete al vostro posto come molti vostri colleghi pregiudicati. La storia avrà un giudizio molto duro sull'attuale casta dei politici. WWW.RIBERAONLINE.BLOGSPOT.COM

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook