• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelingue / vedi alla voce ”criminoso”
    26
    lug.
    2007

    Malelingue / vedi alla voce ”criminoso”

    Condividi su:   Stampa

    da l'Unità del 26 luglio 2007Dunque, almeno secondo il contestatissimo giudice Forleo, nella vicenda delle scalate bancarie i tre politici diessini intercettati (3, come 3 sono i forzitalioti, una specie degli Orazi e Curiazi di una volta) sarebbero “consapevoli complici di un disegno criminoso”. Criminoso, criminoso… dove l’abbiamo già sentito quest’aggettivo, dove l’abbiamo già letto sulle prime pagine…? Ma sì, era la primavera del 2002, e il premier Berlusconi da Sofia esternò di “uso criminoso della tv pubblica” da parte del trio Biagi-Luttazzi-Santoro. Polemiche a più non posso anche allora, con pregevoli sfumature lessicali (“si dice criminale… no no, si può dire anche criminoso… ma esattamente quale è la differenza?” ecc.). Dunque il quinquennio pare contenuto in questa gabbia semantica. Come liberarlo e farlo evadere dalla cella del fangoso dizionario contemporaneo? Vediamo. Con il trio alla bulgara ci fu un’operazione aberrante di censura, senza però che venisse scoperchiato il pentolone per cui oggi il paesaggio è simile nella palude anche senza Caimano. Con la richiesta della Forleo possiamo augurarci che vada diversamente. E cioè che l’Aula parlamentare conceda la possibilità di fare chiarezza grazie e non contro le telefonate intercettate dei suoi membri. Ne guadagneremmo tutti (o al massimo quasi tutti) in verità e in vocabolario.O.B.

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook