• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Proposte per il blog
    26
    set.
    2007

    Proposte per il blog

    Condividi su:   Stampa

    Salve Beha, le scrivo per incitarLa ad una presenza costante sulla rete..Un suo articolo quotidiano farebbe piacere ad una moltitudine di persone messe ormai in moto dall' onda rivoluzionaria del buon senso.[continua ...]---------------------Caro Marco, sono del tutto in sintonia con quello che mi scrive. Ma per il blog le mie forze sono al momento ancora modeste. Le intenzioni sarebbero certamente in sintonia con le sue proposte e la questione/informazione. Ho però bisogno di "braccia elettroniche" per farlo. Adopero la sua mail per far girare la cosa. A presto.o.b.

    Lei è considerato uno degli intellettuali di riferimento e occorre prendere posizione in campo aperto per convogliare l’enorme energia che Beppe Grillo ha saputo catalizzare. Gli elementi detonanti come “Italiopoli”, “La casta”, “La scomparsa dei fatti”, “Gomorra”, le lezioni del prof. Auriti e poche altre importanti testimonianze che colgono i punti nodali di un sistema politico-economico pericolante hanno prodotto uno squarcio, era necessario.Il contesto ora non ci lascia altra scelta che andare a svegliare più gente possibile prima che anche le fondamenta sane cedano.Sono un sostenitore di Grillo ma credo che senza un retroscena intellettuale non si riuscirà a dare sbocco istituzionale a molte sue buone idee e ad un certo punto potrebbe incespicare o commettere qualche imprudenza che verrebbe enormemente amplificata dal sistema mediatico avverso.Non possiamo lasciarlo solo anche se ora mostri di non avere bisogno di aiuto.C’è bisogno di chi sa dare esempio, di coerenza e di stile per conquistare in rete un ruolo di riferimento dato che televisioni e quotidiani “deviati” sono già in crisi di audience. La rete è in fermento e occorre fissare i punti di “ancoraggio web” dove si parli del futuro Italia.

    Qualche idea per un portale informativo e formativo la suggerirei:
    - c’è moltissima gente (me compreso) che sa a mala pena cosa sia il PIL, conosce il personaggio (giaccheferru) su borsari.it? Interessante come partner per introdurre gli italiani nel mondo dei dati istat leggibili solo dagli esperti di settore. E’ piuttosto deciso a formare un partito “a modo suo” ma credo che abbia in fondo un grande desiderio di fare qualcosa di utile per il paese. Sarebbe proprio interessante se si prestasse ad insegnare i rudimenti dell’economia politica a tutti noi onde non lasciarci confondere da percentuali citate in modo distorto o fuorviante dagli affabulatori mediatici di turno.
    - abbiamo nel nostro paese e nel mondo delle eccellenze che vanno fatte conoscere. Nomi e cognomi di chi opera bene in campo sociale, politico, economico, ecc. Cifre e paragoni con l’estero e in casa nostra. Tempi, cifre e risultati ottenuti con opere realizzate all’estero e traslate sulla realtà italiana. Dobbiamo uscire dal buco nero informativo in cui siamo continuamente oppressi, disinformati.C’è chi sta facendo un ottimo lavoro portando servizi e intelligente benessere ai cittadini, diamo risalto alle cose ben fatte affinché anche qui da noi si emulino certi virtuosismi.
    - Si potrebbe pensare ad una vera e propria scuola per coloro che saranno preposti a comunicare i dati all’esterno delle organizzazioni.Come devono essere comunicati i dati, le cifre, le percentuali per essere percepiti come dispositivo di trasparenza. Per esempio i partiti politici non possono essere esentati dal presentare i loro libri contabili, cosi come tutti gli enti pubblici e ci deve essere un’interfaccia che comunica i dati alla gente ossia al dispositivo di controllo. Come si diventa trasparenti senza tuttavia sprecare enormi risorse per rendere conto di come  viene gestito il denaro pubblico?SalutiMarco Sturaro

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook