• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Caso forleo, il quirinale risponde: ”nessuna pre...
    06
    dic.
    2007

    Caso forleo, il quirinale risponde: ”nessuna pressione”

    Condividi su:   Stampa

    da Corriere.it«Insinuazioni diffamatorie». Polemica per una lettera di Oliviero Beha pubblicata sul sito che parla di «influenze perché il gip di Milano venisse delegittimato» «Sono destituite di ogni fondamento le insinuazioni diffamatorie relative a presunte influenze esercitate dal Quirinale sul Csm in relazione a recenti decisioni del Consiglio stesso».

    Lo riferiscono fonti del Quirinale in
    riferimento una lettera di Oliviero Beha al sito Dagospia, nella quale il giornalista scrive di aver
    saputo dall’ex giudice Ferdinando Imposimato di «pesanti influenze sul Csm da
    parte dei coinvolti dei Ds (…) e perfino del Quirinale affinchè la Forleo
    venisse delegittimata». BERLUSCONI DIFENDE LA FORLEO – Ma a
    sorpresa, a favore della Forleo, arrivano successivamente le parole del leader
    di Forza Italia Silvio Berlusconi: «Mandano via la Forleo, mandano via De
    Magistris, perché li disturba» ha dichiarato il Cavaliere. Che lancia una
    precisa accusa alla maggioranza di centrosinistra imputandola di cacciare i
    magistrati scomodi. «Hanno fatto così anche con il consigliere della Rai Petroni
    - ha aggiunto Berlusconi – ma lì per fortuna c’è stato un giudice che ha
    censurato l’allontanamento».————————-La
    reazione del Colle si riferisce a una lettera del giornalista Beha al sito
    Dagospia, in cui si parla di “pesanti influenze”Caso Forleo,
    interviene il Quirinale”Infondate insinuazioni su pressioni
    Csm”da Repubblica.it
    MILANO – “Sono destituite di ogni fondamento le insinuazioni diffamatorie
    relative a presunte influenze esercitate dal Quirinale sul Csm in relazione a
    recenti decisioni del Consiglio stesso”. Dal Colle arriva una replica secca a
    chi chiama in causa anche la Presidenza della Repubblica nella vicenda già
    abbastanza complicata del caso Forleo.
    La risposta è al giornalista Oliviero Beha che, con una lettera a Dagospia,
    interviene per confermare una delle dichiarazioni più delicate del gip di
    Milano: quella delle pressioni sul Pg della Cassazione di cui le avrebbe parlato
    l’ ex giudice Ferdinando Imposimato perchè fosse avviata una azione disciplinare
    nei suoi confronti. Una circostanza riferita ai giudici di Brescia e al Csm da
    Clementina Forleo, ma smentita dallo stesso ex magistrato. “Più volte, prima e
    dopo l’ estate – ha scritto Beha – Imposimato mi ha detto esplicitamente di
    pesanti influenze sul Csm da parte dei coinvolti dei Ds, il solito trio (adesso
    del Partito Democratico), e perfino del Quirinale, affinché la Forleo venisse
    delegittimata”.
    Il giornalista aggiunge che “con la delegittimazione della Forleo, sempre
    secondo Imposimato evidentemente uomo dotato di perfette capacità divinatorie
    secondo quel che sta accadendo, ne sarebbe uscita ‘depotenziata’ o addirittura
    ‘nebulizzata’ l’ipotesi di reato sulle scalate bancarie concernente sia non
    parlamentari che appunto parlamentari, i tre Orazi e i tre Curiazi di destra e
    sinistra. E mai Imposimato me ne ha parlato come fossero sue supposizioni, ma
    sempre come informazioni ricevute”. Un invito a scrivere al Capo dello Stato
    viene dal comico Bebbe Grillo che dal suo blog prende le difese del gip Forleo.

    “Forza Clementina, non sei sola. Invito i cittadini a scrivere il loro
    pensiero sulla sentenza della prima commissione direttamente al presidente del
    Csm, Giorgio Napolitano”. “La magistratura in Italia – ricorda il comico – è
    indipendente dal potere politico. Così indipendente da avere nel Csm, in qualità
    di presidente, il diessino Giorgio Napolitano e, come vice presidente, il
    biancofiore Nicola Mancino. Il Csm dovrebbe riferire agli italiani, non ai
    partiti perché, se riferisce ai partiti, se ha a capo esponenti di partito,
    allora succede che la Forleo è trasferita, umiliata, scippata dell’indagine
    Unipol (che tocca due partiti: Ds e ex-Forza Italia) e accusata non si sa più di
    che cosa”.
    La pubblicazione dei verbali secretati di Clementina Forleo e delle bozze di
    documenti non ancora ufficiali della prima commissione del Csm relativi al pm di
    Catanzaro, Luigi De Magistris, ha provocato l’irritazione del vicepresidente
    Nicola Mancino che ha richiamato i consiglieri al “dovere del riserbo su tutti
    gli atti del Consiglio e dei suoi Organi che, finché non sono ancora pubblici,
    devono rimanere riservati”.
    Proprio oggi la prima commissione ha cominciato a discutere sull’eventualità
    di un trasferimento d’ufficio di De Magistris per le sue dichiarazioni pubbliche
    sulle collusioni tra politica, affari e magistratura e di complotti per fermare
    le sue inchieste. La relatrice Letizia Vacca, laica del Pdci, ha proposto di
    procedere per incompatibilità ambientale (il che porterebbe De Magistris a
    lasciare Catanzaro), ma la discussione per arrivare al voto è slittata a lunedi
    prossimo. “Il caso De Magistris vede, purtroppo, una sentenza già scritta – ha
    commentato Antonio Borghesi, deputato di Italia dei Valori -.
    Anche per il pm di Catanzaro, come già per Clementina Forleo, arriverà,
    puntuale, la medesima delegittimazione. Non possiamo fare a meno di notare
    l’aspetto più grave dell’intera vicenda: entrambe le inchieste in questione sono
    state totalmente oscurate”. —————-

     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    Alessandro-G. .
    X il Sig. Muraglia: non potrebbe argomentare meglio? Lei che cosa ha fatto e cosa sta facendo oltre che pubblicare illazioni? A che cricca di gente pericolosa si riferisce? I giornalisti? Ah beh... mettiamoli tutti in galera.... non saro' certo io a difendere la categoria (ce ne sono di buoni e di cattivi ) ma sparare cosi' nel mucchio lanciando accuse generiche e' scorretto. Che cosa dovrebbe risolvere poi un giornalista? I magistrati DOVREBBERO RISOLVERE, i giornalisti informare correttamente... forse ha le idee un po' confuse sui ruoli di queste categorie
    Muraglia .
    ....Arriva, bieco, Oliviero Beha, uno che non ha mai fatto nulla, che non ha risolto nulla......Signor Beha, mi farà del male? Perchè io volevo dirle questo. L'ho letto su un articolo che dice che lei fa finta di tutto, che non ha mai risolto nulla, che fa parte di una cricca di gente pericolosetta...
    Chip En Sai .
    Oliviero... io spero vivamente che la tua testimonianza valga a sostenere Clementina Forleo!... Non vedo proprio chi potrebbe dubitare di quello che hai sentito dire a Imposimato!... Se questo personaggio ora nega... io posso solo pensare che sia lui in malafede ed abbia agito in combutta per diffondere notizie false e prestarsi al gioco della delegittimazione della Forleo!... A questo punto... i conti... tornerebbero perfettamente!... se la collocazione politica di Imposimato è quella degli inquisiti!... Però mi meraviglia... conseguentemente... l'ingenuità di Clementina... nel fidarsi e affidarsi a lui (addirittura consegnandogli delle memorie!)!
    sandrone .
    Quanta prontezza e attenzione! La cosa scotta!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook