• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Roma, indagato il senatore de gregorio
    25
    feb.
    2008

    Roma, indagato il senatore de gregorio

    Condividi su:   Stampa

    L'inchiesta sul presunto accordo con Berlusconi. Lui: «Veleni ad arte ma sono sereno»da Corriere.itROMA - Il senatore Sergio De Gregorio (ex Idv poi passato nel gruppo Italiani nel mondo) risulta iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma per il reato di corruzione. Il procedimento è stato avviato dopo l'arrivo nella capitale del fascicolo inviato da Napoli sul presunto accordo tra il leader del movimento degli italiani nel mondo e il leader del Pdl, Silvio Berlusconi. Gli inquirenti partenopei hanno inserito questo accertamento nell'ambito della più vasta inchiesta sull'ipotesi di "compravendita" di senatori tesa a far cadere il governo Prodi in occasione della discussione della finanziaria a Palazzo Madama. L'inchiesta a carico di De Gregorio è - si specifica - un atto dovuto». Il procuratore capo Giovanni Ferrara ha delegato le indagini al pm Giancarlo Amato.

    RINVIO A GIUDIZIO – Berlusconi è già indagato a Roma per una presunta corruzione che avrebbe tentato nei confronti di due senatori del centrosinistra, allo scopo di portarli dalla sua parte e mandare in minoranza il governo a Palazzo Madama. Per il capo di Forza Italia e candidato leader del Pdl alle elezioni politiche di aprile è già stato chiesto il rinvio a giudizio assieme ad Agostino Saccà, direttore sospeso di Rai Fiction, dalla procura di Napoli per una presunta corruzione finalizzata all’inserimento in produzioni Rai di cinque attrici.
    «VELENI AD ARTE» – Si tratta di «veleni indirizzati ad arte per indebolire la posizione politica di questo o quel parlamentare», ha commentato De Gregorio, il quale ha aggiunto che sull’argomento per il quale è indagato «ho già rilasciato interrogatorio spontaneo alla procura di Napoli, segnalando l’altissimo valore politico dell’accordo federativo tra Forza Italia e Italiani nel mondo. Non si tratta di un finanziamento all’associazione Italiani nel mondo, ma al movimento politico; accordo peraltro regolarmente dichiarato alla presidenza della Camera».
     

     commenti
    Commenti
    3
    Lascia un commento
    luigi vlllani .
    Di Pietro è famoso per la selezione delle persone che possono entrare nel suo partito. Egli ha come un intuito, una calamita che attrae a se la parte migliore della società. Se si fa la storia delle persone che sono passate attraverso IDV si può tranquillamente affermare che la selezione è avvenuta nel modo più emblematico: via i rompi c... Dentro i moderati. Cioè quelli che non danno fastidio. Via quindi i vari Veltri, Di Domenico, Di Bella ecc. ecc. tutte persone che pensavano troppo o che erano troppo critici. Oggi dentro IDV ci sono i migliori. Finalmente la selezione naturale (?) è avvenuta. Di Gregorio? Un Buon alleato. IDV è come un pulman che possono prendere tutti, l'importante è che quando i migliori sono arrivati a destinazione (Parlamento) scendano senza nulla pretendere. L'importante è non pretendere i rimborsi elettorali. No quelli no! Quelli sono amministrati bene. Secondo un settimanale il Partito di IDV investe ed ottiene il 355% del suo investimento! mica male. E' successo così per Gli alleati alle Europee del 2004, Veltri, Occhetto, Giulietto Chiesa, Mascia, Tana de Zulueta, e tanti tanti altri che oggi sono rimasti a secco di contributi elettorali pur avendo contribuito per almeno la metà dei voti di quel 2% raccolto a livello nazionale. E' successo anche per Progetto Calabrie che alleatosi con IDV e con il PDCI, in Calabria alle regionali del 2005 è rimasto a secco. Oggi sia IDV che il PDCI negano i contributi a Progetto Calabrie pur in presenza di un chiaro accordo a tre sui contributi elettorali. L'Ufficio di presidenza della Camera (Bertinotti) fa finata di nulla e come Ponzio Pilato se ne lava le mani. Se ci meravigliasmo di De Gregorio ci dobbiamo meravigliare di Di Pietro, di Mastella di Bertinotti, di Diliberto e di tutti gli altri che si comportano allo stesso modo. Per me non fanno differenza. Fino a quando questa classe politica non si sveglia per vedere i danni che sta producendo, i vari De Gregorio sono legittimati. Sono legittimati come gli altri.
    luigi vlllani .
    Di Pietro è famoso per la selezione delle persone che possono entrare nel suo partito. Egli ha come un intuito, una calamita che attrae a se la parte migliore della società. Se si fa la storia delle persone che sono passate attraverso IDV si può tranquillamente affermare che la selezione è avvenuta nel modo più emblematico: via i rompi c... Dentro i moderati. Cioè quelli che non danno fastidio. Via quindi i vari Veltri, Di Domenico, Di Bella ecc. ecc. tutte persone che pensavano troppo o che erano troppo critici. Oggi dentro IDV ci sono i migliori. Finalmente la selezione naturale (?) è avvenuta. Di Gregorio? Un Buon alleato. IDV è come un pulman che possono prendere tutti, l'importante è che quando i migliori sono arrivati a destinazione (Parlamento) scendano senza nulla pretendere. L'importante è non pretendere i rimborsi elettorali. No quelli no! Quelli sono amministrati bene. Secondo un settimanale il Partito di IDV investe ed ottiene il 355% del suo investimento! mica male. E' successo così per Gli alleati alle Europee del 2004, Veltri, Occhetto, Giulietto Chiesa, Mascia, Tana de Zulueta, e tanti tanti altri che oggi sono rimasti a secco di contributi elettorali pur avendo contribuito per almeno la metà dei voti di quel 2% raccolto a livello nazionale. E' successo anche per Progetto Calabrie che alleatosi con IDV e con il PDCI, in Calabria alle regionali del 2005 è rimasto a secco. Oggi sia IDV che il PDCI negano i contributi a Progetto Calabrie pur in presenza di un chiaro accordo a tre sui contributi elettorali. L'Ufficio di presidenza della Camera (Bertinotti) fa finata di nulla e come Ponzio Pilato se ne lava le mani. Se ci meravigliasmo di De Gregorio ci dobbiamo meravigliare di Di Pietro, di Mastella di Bertinotti, di Diliberto e di tutti gli altri che si comportano allo stesso modo. Per me non fanno differenza. Fino a quando questa classe politica non si sveglia per vedere i danni che sta producendo, i vari De Gregorio sono legittimati. Sono legittimati come gli altri.
    sannitadovunque .
    Ci sono di mezzo i finanziamenti. Ora capisco il Signor DE GREGORIO quando dice dell'alto valore politico tra lui e forza Italia. DE GREGORIO, ma mi faccia il piacere.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook