• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelinguelettorali / dalla lotta con classe allo scam...
    19
    mar.
    2008

    Malelinguelettorali / dalla lotta con classe allo scambio di voti

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità del 19 marzoCerto, Berlusconi è il politico più ricco, stando alla dichiarazione dei redditi. Ma non è una notizia. Certo, Bertinotti è il politico più presente sulla tv in chiaro. Ma neppure questa è una notizia. Né per il candidato premier della sinistra-sinistra fa effetto che dica cose come - a proposito della lotta di classe - “la pazzia è cosa buona e talvolta fa rinsavire”. Casomai ci si domanda che c’entri ormai lui con la lotta di classe, avendola mutata in lotta con classe. Ma il supermartedì di dichiarazioni pre-elettorali è predominio della Chiesa, di Famiglia Cristiana, di Monsignor Betori, sulla scia della presa di posizione del Cardinal Bagnasco a pro della famiglia. Udite udite: dicono che la classe politica attuale è da bocciare in toto, se per toto si intende Pdl e Pd. E il centro cattolico?Impregiudicato, forse beati monoculi, oppure rari nantes ecc. E poi dicono che la legge elettorale così non va, è da rifare, impedisce di scegliere le persone che sono importanti almeno quanto i programmi. Meraviglioso. Peccato che abbiano aspettato tanto a dirlo. Quasi quasi mi iscrivo al Pc (Partito cattolicissimo), e voto per loro. Ma come faccio? Non sarebbe uno scambio di voti nel paese del voto di scambio?

     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    luigi vlllani .
    Ogni volta che la Chiesa interviene in politica mi chiedo a che scopo? Si perchè sono convinto che la chiesa non interviene se non vi ha interesse. Io preferirei che si astenesse. Sempre. Preferirei che la Chiesa si occupasse di anime e non di animi. Sempre.
    margherirosa .
    ehi Chip, a completamento del proverbio cui accennavi, e a quei tuoi puntini sospensivi, permettimi di dirti e allargare a chi ci legge, queste versioni popolari, almeno due cosidette “completive”, della seconda parte del proverbio, così come le ricordo e le ho da sempre ascoltate: “….disperato muore” oppure “muore cacando...” e quest’ultima [chissà perché poi] viene attribuita ai tedeschi…[!?]; poi, in entrambi i casi, si può tranquillamente dire che siamo [tutti, più o meno] in un mare di merda…? saluti. antonio
    Chip En Sai .
    "E poi dicono che la legge elettorale così non va, è da rifare, impedisce di scegliere le persone che sono importanti almeno quanto i programmi. Meraviglioso. Peccato che abbiano aspettato tanto a dirlo."?!... Beh... come si suol dire... "meglio tardi..." sperando che non continuino a tardare per sempre!... ma... come si suol dire... "chi vive sperando..."!
    zetazeta .
    Dacci oggi la nostra esternazione quotidiana: che puntualmente,arriva.Non c'è nulla dell'umana condizione italiana che non sia sottoposto al vaglio della CEI. La "quarta camera" ha sempre qualcosa da dire a questo sventurato paese dove perfino l'orchestra del Titanic ha smesso di suonare.Ormai ridotta a "casta" la Chiesa difende il proprio orticello fatto di 8x1000 o di sgravi ICI,in nome di una presunta libertà che nessuno si è mai sognato di limitare.Il problema è che nel mondo c'è troppa religione.In nome di Dio (di qualsiasi tipo) si continua ad uccidere,si fanno dei veri e propri genocidi,s'incarcera e si tortura.Ma si và avanti,verso la vendita di un prodotto che,in tempi di grande crisi,continua ad avere grande successo apparente.Apparente,dicevo,perchè nulla vieta ai cattolicissimi politici italiani e non,di predicare bene e razzolare malissimo.Oggi sono 14 anni che,a Casal di Principe, fu ucciso Don Giuseppe Diana,lui si pastore di un piccolo gregge attorniato dai lupi.Ha pagato con la vita il suo essere uomo e testimone di dignità.E' morto solo,troppo lontano dallo Stato Citta' del Vaticano che,dietro le sue mura,protegge solo la "casta" di scribi e farisei che abita nei corridoi affrescati.Ma il Cardinal Bagnasco o Monsignor Betori oggi non erano a Casal di Principe.E non c'era neanche il Vescovo di Caserta.Non c'era nessuno o ,probabilmente erano a qualche convegno sulla famiglia o sull'embrione.Questione,anche qui,di priorità (elettorale?).

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook