• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelinguelettorali / candidati che saltano da una lis...
    20
    mar.
    2008

    Malelinguelettorali / candidati che saltano da una lista all’altra

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità del 20 marzoIl solito destino cinico e baro: parti tranquillo e sereno dalla compulsazione di una lista elettorale, e poi ti arriva in rapida successione un elenco di nomi di presumibili evasori dal Liechtenstein. Che ti viene in mente di fare, anche se non sei un raffinato politologo o un inchiestista d’assalto? Semplice, credo: guardi se qualche nome combacia. Combacia, combacia. Per esempio tanto per gradire, giacché altri nomi seguiranno, per ora chi ti trovo se non Vito Bonsignore, ex europarlamentare Dc, oggi candidato nelle liste del Pdl? E perché dovrebbe mancare Luigi Grillo, già in Forza Italia, oggi candidato di Berlusconi in Puglia dove lo si nota di meno? Certo, entrambi hanno declinato ogni addebito. E può essere un caso… Eppure, di lista in lista, questi due nomi oltre che nel Pdl e nei tabulati dei clienti della banca Lgt di Vaduz dove li ho già trovati? Ma sì, ormai sono familiari, erano ben presenti nelle intercettazioni telefoniche sulle scalate bancarie dell’estate 2005: Grillo con Comincioli e Cicu formava il terzetto dei Curiazi del versante berlusconiano,mentre non ricordo i nomi dei tre Orazi del versante diciamo opposto…. Cerco allora invano nelle liste, elettorali o di Vaduz, il nome del Gip che aveva avuto a che fare con loro, Clementina Forleo. Chiederò lumi al CSM.

     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    luigi vlllani .
    Il potere politico è più forte della magistratura. Sono riusciti a far fuori De Magistris e la Forleo, operazione da potente detterrente contro qualunche altro magistrato che si faccia venire in mente cattivi pensieri. Il CSM completamente in mano alla politica (vedi Nicola Mancino) L'associazione nazionale dei magistrati si è dimostrata impotente. La Casta poitico-finanziaria può continuare indisturbata ad operare visti gli improbabili rinnovamenti nel futuro parlamento. Andremo a ri-votare ben presto dopo il 13-14. Se tutto va bene Veltrusconi abolirà la par condicio e adeguerà il sistema elettorale del Senato a quello della Camera. Cosa questo con gli elenchi di Vaduz? E' ovvio è solo il danaro che fa funzionare la macchina infernale precedentemente descritta.
    Chip En Sai .
    Che "bello"!... io... almeno per questa volta... non avrò i tuoi problemi!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook