• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelinguelettorali / come ti sforno un pizza nel loca...
    04
    apr.
    2008

    Malelinguelettorali / come ti sforno un pizza nel locale democristiano

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità del 4 aprileCongiura lessicale contro l’Italia: lo so, l’affermazione è di quelle forti, da far drizzare i capelli in testa a gente come gli agenti segreti Pompa e Betulla (alias Farina, se non sbaglio candidato al Parlamento per il grato Cavaliere), ma non vedo come altrimenti chiamare quello che sta succedendo. Dice un dispaccio di ieri in italiano della Reuters: “Pizza rinuncia a correre per senso dello Stato”. Mi domando come si possa spiegare in altre lingue che un tale di nome Pizza non “corre” per senso dello Stato. Mi pare impresa impossibile. Né tanto più facile è raccontare agli stranieri che al centro di tutto, cioè di un Paese nelle cose poco democratico e poco cristiano, c’è il contenzioso ariostesco per il simbolo della DC, la vecchia e cara DC, così conteso e così smozzicato negli ultimi quindici anni dopo la bancarotta politica di “Mani pulite” e del maggioritario. Come se il problema fosse davvero una questione di valori e di vessilli, e non di fastidi, impicci, imbrogli che aureolano il sacro richiamo di “Marcellino pane e vino”. Alzi la mano chi non ha pensato al mercato che c’è sotto questa disputa, per correre, per ricorrere (al Consiglio di Stato), per correre di nuovo. E intanto sempre in lingua straniera a un Pizza risponde uno di nome Amato con un sospiro di sollievo.

     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    edocapulli .
    Temo che all'estero ci si occupi molto poco degli aspetti "bassi" del nostro paese. Si parla di noi in realtà quasi solo per lo sport o per il risalto di poche interessanti operazioni economiche di alcune grandi imprese italiane. Per il resto ci prendono poco sul serio. Dando seguito ad un esperimento iniziato anni fa nientemeno che da Umberto Eco con la sua rubrica "La bustina di Minerva", molto più modestamente produco un blog (www.spicchinglish.blogspot.com) che è una finestra aperta sull'ITALIA dal punto di vista dei paesi anglofoni; il tutto con il gioco di usare il traduttore di Google. Pare che dell'affaire Pizza si siano occupate solo poche testate economiche. Il termine "Pizza" compare però in articoli di molti buongustai amanti del piatto partenopeo, preoccupati per la sorte di uno dei principali ingredienti, oggi sotto accusa. Trovo il suo un blog molto gradevole, uno dei pochissimi su cui ho messo un link in un altro mio blog. Grazie per lo spazio concessomi. EC
    Chip En Sai .
    TUTTI I PAZZI PER PIZZA!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook