• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelinguelettorali / le pentole, i coperchi e la fari...
    11
    apr.
    2008

    Malelinguelettorali / le pentole, i coperchi e la farina del diavolo

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità dell'11 aprileE’ proprio vero, come i proverbi della nonna non ce n’è. Oggi, in chiusura di campagna elettorale, facciamo una ricognizione sulla vicenda delle pentole, dei coperchi ecc. Vi ricordate della proposta/promessa di Berlusconi di ier l’altro di altissimo livello, ovvero ”visita psichiatrica per i magistrati”? Evidentemente già sapeva che il Procuratore Generale della Cassazione avrebbe chiesto (ieri) l’annullamento della condanna a 2 anni di Dell’Utri per tentata estorsione, perché ritiene in buona parte “inutilizzabili” le dichiarazioni accusatorie. E allora, visita o non visita anche per lui? Quanto alla impavida battaglia alla “monnezza” sempre di Berlusconi, che si impegna a riunire a Napoli il suo prossimo Consiglio dei Ministri finchè non avrà risolto l’emergenza-rifiuti, arrivano (ieri) dalla Corte di giustizia europea delle notizie straordinarie direttamente dal pentolone: i decreti attuativi della direttiva europea sulle discariche, la 1999/31, emanati nel 2003 e nel 2005, vengono bocciati per svariati motivi, essendo ben al di sotto dei requisiti più favorevoli (alla popolazione) richiesti. E chi c’era al Governo in quel periodo? Non sarà stato per caso Berlusconi? E proprio vera la storia del Diavolo… Ma forse il Diavolo in questione era sempre lui, il presidente del Milan…

     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    sandrone .
    Povero Silvio... la Santanche' non gliela da...
    Fabio Falchi .
    Non ce l'ho con Berlusconi. Ce l' ho con chi lo vota. Quello che non riesco a capire è : come si fa a scegliere una persona così dopo averlo conosciuto per 15 anni. Basterebbe solo pensare che uno che ha un enorme potere economico e di mezzi di informazione non posso e non devo dargli anche il potere politico. Votarlo è contro la democrazia e la libertà. Non è vero ? Viene detto che gli italiani lo votano perchè vorrebbero essere come lui. Solo a scrivere la suddetta frase mi viene il mal di stomaco. Spero che sia un' analisi sbagliata o superficiale. Comunque sia finchè nella scuola, dall'asilo alle superiori, non viene organizzato un insegnamento valido e approfondito su cos' è la libertà, la democrazia, l'educazione civica, i valori umani, il rispetto di sé e degli altri, rimarremo un paese del terzo mondo. Grazie Fabio Falchi
    Chip En Sai .
    Lui... lui... sempre più lui!... un tempo si sarebbe ciclisticamente detto... "un uomo solo al comando"!
    zetazeta .
    Ma insomma...perchè continuiamo a prendere in giro Silvio Berlusconi: francamente non capisco. Il personaggio è di una coerenza granitica,non ha mai fatto mistero di essere così come appare,e in questo vuoto pneumatico che rappresenta ,ci si specchia la maggioranza degli italiani.E questo che ci piaccia o no,è un fatto.Che poi abbia scoperto la psichiatria comportamentale,prima sui pubblici ministeri e giudici e poi su Francesco Totti,indica senz'altro un allargamento di vedute su tematiche diverse dalla gnocca e dalle crostate o dai consigli per sposare uomini ricchi. Il problema è che lui è il primo a non credere in ciò che dice,il tono è quello di un simpatico attore anziano costretto a recitare una parte che, ormai, non è più sua e che funziona solo nei teatri di provincia.Il botteghino della politica langue senza entusiasmo e gl'incassi sono al minimo storico. Il triste tramonto di un istrione,comunque vada,coincide con il tramonto stesso di un paese che,per l'ennesima volta sceglie di affidarsi ad un qualsiasi uomo della provvidenza. Francamente,provo tenerezza per quest'uomo costretto da una incrollabile coazione a ripetere e a riproporre se stesso sempre nello stesso modo,quando purtroppo,il linguaggio e i modi indicano l'opposto.Ma un paese stanco merita un leader altrettanto stanco.E in questa interminabile transizione che è ormai regola,anche io sono abbastanza provato ma non per questo voglio fare il Presidente de Consiglio. P.S. Vittorio Mangano santo subito..!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook