• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelinguelettorali / dai sondaggi a ronaldinho è tut...
    14
    apr.
    2008

    Malelinguelettorali / dai sondaggi a ronaldinho è tutta e sempre una furbata

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità del 14 aprileE’ insieme perfettamente simbolica e dal suo punto di vista armoniosa la chiusura della campagna elettorale di Berlusconi, almeno come lui la vorrebbe o l’avrebbe voluta: l’ex Caimano ha pensato di chiudere come aveva aperto, due mesi fa, ossia con una furbata. In spregio di tutti, ormai così abituati e così in cattiva fede con se stessi da non avere la forza di replicare. Domenica 10 febbraio aveva esordito citando su Rete 4 (che non dovrebbe essere in chiaro da anni per legge) un sondaggio che lo dava al 50% dei voti. Così facendo violava la legge n.28 del 22/2/2000, sulla par condicio, omettendo tutti i dati che permettono legalmente una simile citazione. Non fregò nulla a nessuno, salvo che a Giulietti e ad “Art.21”.Oggi fosse per lui andrebbe al voto con il suo nome dappertutto perché “il Milan ha acquistato Ronaldinho”. Legittimo, no? L’imprenditore tv comincia da Fede e finisce con la fede rossonera, in fondo è il padrone del Milan. Forse all’ultimo non annuncerà l’acquisto del piccolo Ronaldo perché il Barcellona vuole aspettare. Ma immagino che anche questa prudenza catalana si trasformi in una quasi-notizia buona per l’uso elettorale della stessa. E del conflitto di interessi elevato a potenza intanto nessuno sembra voler parlare. Pensare che tutto nasce e muore lì. Appunto.

     commenti
    Commenti
    5
    Lascia un commento
    sandrone .
    Ore 19:11 del 14 aprile: sta vincendo il PDL. Io mi vergogno di questo paese.
    margherirosa .
    È il computer che, come al sòlito, capisce tutto; se scrivo furbata, mi ritrovo con la parola “turbata”, che è a sua volta parente stretta / issima della condizione di turbativa d’asta, un reato a quanto ne sò; almeno fino a quest’ora del pomeriggio…; poi non si sa. “Conflitto di interessi ?”, l’italiano-medio, per altezza culturale e senso della legalità, ed altro, pensa ad Altro appunto, e i tanti Altri, ovviamente, lo seguono su quella stessa [comoda ?] scia vincente. Se a quanto mi dicono e raccontano, l’ultima Sua, in Tv, di Silvio, è ad esempio a “Matrix”: dove si è permesso e concesso il lusso di insultare ancora una volta gli italiani, e le Istituzioni, andando sì a segnare [pagliaccescamente e proditoriamente] con una grande X, il voto sul Pd e IdV, per dare un / quel consiglio e messaggio violentemente “mediatico”, ma col famoso sorriso sulle labbra; quello di annullare così la scheda ! E mi hanno per caso detto fesserie…? Mah. Arguisco poi che zetazeta appartenga al Sud, appunto; a quello dolorosissimo, appunto; ma quale è, nello specifico, il suo paese, non ce lo vuole dire ? [e non vi è obbligato, ovviamente…]. Eh sì, siamo davvero sudditi, e spesso allo stato brado, e manco ce ne accorgiamo; non solo venduti e sempre vendibili; la dignità è: tendenzialmente a zero = 0 [come scriverebbe quasi di certo il gran monello di Chip, a ben ragione]. A questo punto ormai penso a Silvio come a uno “stra-gone”, cioè a quella strana commistione, ibridazione, auto-selettiva, tra uno stra-rompi e uno stregone appunto; o con una famelicità dell’agone, della battaglia mediatica, e vincente, che bisogna dargliene atto, è sempre tale o quasi; ma pure con la differenza che…? Ad ognuno, se vuole, il completamento e / o approfondimento del casus antropologicomediaticus et semper caimanus [sub-specie libertinoides]. In questo momento alla radio ci dicono che la % di voto è superiore all’80%…., e già quindi quella soglia-psicologica [tanto temuta] sarebbe stata superat; fin qui bene; e quella psichiatrica quale è...? Saluti. antonio
    lucy73 .
    Ma di cosa ci stupiamo! Si chiama popolo delle libertà proprio per questo, no?
    Chip En Sai .
    Violare la legge n. 28 del 22/2/2000... sulla par condicio... evidentemente non comporta sanzioni penali!... E lui paga!
    zetazeta .
    Caro Beha,partiamo da un presupposto:del conflitto d'interessi non frega niente a nessuno.Nessuno sente questa cosa come un' problema,perchè di conflitti d'interesse è costellata gran parte della società italiana.Piccoli o grandi sono lo specchio di un problema che non si vuole davvero risolvere perchè ,se si volesse, sarebbe bastato fare una legge che invece non si è fatta. Non siamo un paese anglosassone dove una mostrusità come la nostra non sarebbe possibile,da noi la furbata rende e molto anche. Vivo in paese del Sud,di porcate per queste elezioni ne ho sentite a decine.Altro che conflitti d'interesse........quì ne vorrebbero di più.......di conflitti di qualsiasi tipo. Voti venduti per ricariche al telefonino,per la bolletta della luce,per una spesa.Per 30 o 50 euro nella migliore dell'ipotesi.Siamo solo sudditi e il bisogno azzera i diritti che si possono e si debbono vendere al migliore offerente.Se un popolo non ha la dignità e la forza per gridare "la mia vita non è in vendita" cosa possiamo aspettarci? Del resto pare che quasi tutti non aspettino altro che essere comprati da qualcuno.Peccato che l'offerta superi di gran lunga la domanda.........

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook