• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelingue / la sarandon ”lascia” berlusco...
    02
    giu.
    2008

    Malelingue / la sarandon ”lascia” berlusconi

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità del 4 giugnoContr'ordine compagni: la famosa attrice americana Susan Sarandon rettifica in fretta le sue dichiarazioni rilasciate tre giorni fa alla stampa internazionale, che suonavano all'incirca così. "Se alle prossine elezioni Usa vince il repubblicano Mc Cain me ne vado all'estero, probabilmente in Italia". Una cosa all'Arnoldo Foà del '94, insomma. Ma quando ha saputo della decisione del Consiglio di Stato, che "demanda al Governo la decisione su Rete4-Europa7", la Sarandon ci ha immediatamente ripensato. "Niente Italia, passerei dalla padella alla brace. Mi hanno spiegato che su questo caso dovrebbe quindi decidere un governo presieduto dallo stesso proprietario di Rete4. Non mi pareva possibile e ho consultato fior di giuristi. E' proprio così, è la stessa persona. Quindi sbaglierei Paese". Le dure affermazioni della Sarandon non hanno scucito un baffo al peraltro oggi glabro Bonaiuti: "Faccia come crede. Rete4 non si tocca". E ha commentato tra gli intimi "molto meglio la Carfagna, è anche sensibilmente più giovane".

     commenti
    Commenti
    6
    Lascia un commento
    margherirosa .
    lo so benissimo che quanto segue non c’entra nulla, ma…: riguardo alla Fao, e al presente consesso in Roma, ricordo un certo slogan [uno “slog”, come direbbe quello basso, e pure rapato / calvo…, ma sì, quello di Zelig], quella sintesi, e si fa per dire vecchia, che simpaticamente diceva Fao= fxxxxre adeguatamente ognuno…; mica male come sintesi…, se pensiamo a come sono andate le cose dopo decenni ad oggi, e per mèrito di…co-tanti-potenti…, ed è chiaro che su quel verbo all’infinito già ci possono esser almeno due interpretazioni, perfettamente identiche, nella sostanza… E poi, sarà per gli anni, ma non capisco perché in Italia si dìa tanto spazio a F.Corona [semplicemente obbrobrioso] e non ci sìa più spazio, rigorosamente adeguato, per un altro Corona [di cui non ricordo il nome; già straordinario artista, e filosofo di vita] di Pordenone, che il cosidetto grande pubblico ha forse ormai imparato ad apprezzare solo grazie a Rai3; mentre riguardo al Puccio Corona, costui quantomeno ha la funzione di pareggiare la famosa “bilancia” a causa del primo sconcio suo corregional-siciliano… Sono certo che, se F.Corona ci lasciasse definitivamente, nessuno o pochissimissimi ne sentirebbero la mancanza…. Tutto qua; è proprio lì che volevo arrivare, ma [se devo esser onesto] ci sono arrivato alla fine, sì, e però quasi per caso; altrimenti, e viceversa,….[puntini sospensivi, appunto]. p.s.: sono perfettamente d'accordo con zeta-zeta. Saluti. antonio
    zetazeta .
    personalmente a me Susan Sarandon piace un sacco......molto di più della Carfagna tutta intenta a costruire il "ruolo istituzionale".......era meglio al tempo dei calendari,unta e con lo sguardo torbido e ammaliatore.Ma insomma dalla Rosa Russo Jervolino alla bella topolona Mara c'è una bella differenza...che poi la nostra ministra sappia fare il suo lavoro,non è importante...basta che sembri che lo sappia fare,sarebbe già moltissimo. Quanto alla Sarandon.....cara Susan non ti preoccupare qui in molti ce ne andremmo volentieri,il problema è che non ci vogliono da nessuna parte.Farei volentieri a meno della mozzarella,degli stilisti,del made in italy,e baratterei anche un pò di sole per vivere in un paese europeo.Ma tutto questo non è possibile e così ci teniamo la Carfagna con gli occhi spiritati come a chiedersi: come è possibile che sia capitato proprio a me?.......vorremmo saperlo anche noi......
    verdecupo .
    Guardate che è così che si parla di noi all'estero, e non solo negli Stati Uniti. Se non si può viaggiare, per rendersene conto basta sfogliare El Pais, The Times, Le Figaro naturalmente... Non prendetevela con la Sarandon, prendiamocela con noi stessi, noi Italia, s'intende.
    margherirosa .
    e, come direbbero certi irsuti, e nerboruti, già rudissimi portuali, magari di Genova o La Spezia, alla ancor attraente Susan: “vien chì, bela sgnacchera…, bela stangona…, che te lavoéro…” [e mi scuso per la forse non proprio corretta scrittura dialettale, che peraltro non m'appartiene; anche se poi il, o proprio quel, significato-chiave di lettura mi pare in fondo chiaro e comprensibile, esplicito]. Perché, tutto il resto, in certi casi, forse è o può esser noia allo stato puro…[e da noi dicensi anche: cipèzie]. E che sia ben chiaro, anche certi pescatori di merluzzi, norvegesi e comunque di origine nordica non sarebbero poi da meno, anzi, …rispetto a certi stimoli e cotanto interessante materiale umano; eh sì, è così. Gallina-vip, e pure vécia, e in questo caso pure straniera, dà sempre le giuste “suggestioni”; proprio quelle..., ovunque, penso. E poi chi, meglio di George, sa che oggi come oggi e ieri come ieri : "...No gallina-vècia, no party…!". Saluti. antonio
    babouche .
    Giusto, Chip En Sai! Che vengano, sono d'accordo con te! Che vengano e che si becchino tutto quello che c'è da beccarsi. Magari anche parte della fregatura che quasi la metà della cittadinanza e costretta a sopportare in questo Bel Paese che potrebbe essere anche un Buon Paese se...se
    Chip En Sai .
    Venga lo stesso in Italia... la Susan Sarandon!... Venga in Italia!... a importarci la democrazia dei Democratici americani!... intanto abbiamo già George Clooney!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook