• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Malelingueolimpiche / le caramelle di cammarelle
    25
    ago.
    2008

    Malelingueolimpiche / le caramelle di cammarelle

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato su l'Unità del 25 agostoRoberto Cammarelle è un eccellente pugile, da ieri medaglia d’oro olimpica nei supermassimi la categoria più pesante della boxe, con un’aria simpatica e decisa ma non estroversa nel modo guascone di Clemente Russo. Sarà un caso, ma almeno a Pechino lui vince e Russo, pugile di evidente qualità istintuale, no. Ma il colosso nato a Milano forse non si renderà conto abbastanza presto e abbastanza bene del favore straordinario che ha fatto sul ring di Pechino al Coni e a tutta la missione olimpica azzurra. Da delusi a (quasi) trionfatori perché è l’ultima sequenza quella che rimane negli occhi quando il film finisce.

    E’ facile considerare la prova al contrario. Immagintevi un Cammarelle
    perdente, magari ingiustamente penalizzato dai “soliti giudici” che in
    presenza degli atleti di casa ne hanno fatto effettivamente di tutti i colori.
    Immaginate cioè che invece della differenza abissale a favore del Nostro,
    immortalata da un k.o. tecnico, le cose fossero andare in modo misto e confuso,
    con vittoria del bestione cinese. Beh, le gramaglie si sarebbero sprecate.
    Invece così (quasi) ci si dimentica del resto oppure non lo si
    evidenzia abbastanza, e si torna a casa verso il Quirinale e il Presidente in
    attesa con l’oro al collo di Roberto.Sono state davvero caramelle,
    quelle che in extremis il Colosso di Milano ha scartato e regalato soprattutto
    per la faccia o facciata della nostra dirigenza sportiva. E poi al merito
    agonistico va aggiunto, come ai numerosi altri azzurri che l’hanno preceduto,
    il merito di aver ricordato che in Cina non si scherza
    addirittura dicendo alla buona che come ha vinto lui “spero che possano vincere
    anche i cinesi”: caro Cammarelle, purtroppo quello è tutt’altro genere di match
    ed è un ring sterminato.

     commenti
    Commenti
    1
    Lascia un commento
    Chip En Sai .
    E' inutile ridere sulla caramella succhiata... quando sarebbe meglio stare attenti a non piangere sul latte della *massima*! .-)

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook