• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Pagelle di fiorentina-bologna
    22
    set.
    2008

    Pagelle di fiorentina-bologna

    Condividi su:   Stampa

    di Oliviero Beha, pubblicato sul Corriere Fiorentino del 22 settembreIn grazia del turn-over arriva la prima vittoria significativa perché  già nel clima del doppio impegno vero di questa stagione. Siamo pratici,  o come dice qualcuno sprezzante della lingua di Dante, siamo cinici. Gaudeamus igitur.

    Il miglioreJorgensen, 7.  Perché Martino,  esecrando (con giustificazioni ) contro il Lione? Perché è decisivo nell’ aprire il pacchetto della partita, che il Bologna aveva “confezionato” a centrocampo per il pari: sue le accelerazioni palla al piede per la superiorità numerica, suo l’assist di prima per Santana e relativo gol. Danese tatticamente di bosco e di riviera. Il peggioreMelo, 5. Crudele il recensore con lo schermo difensivo,  che pure qualcosa di buono ha fatto?Magari crudele. Ma crudele lui nei passaggi sbagliati, nella tempistica, nel farsi rubar palla pericolosamente dove non dovrebbe. Ebbene sì, ho rimpianto i piedi(cioè il piede) di Liverani di fronte alle “ciocie” zampognare del regista, ruolo determinante. Melo a Pera.Prandelli. 6,5. Prove tecniche di turn over, in linea di massima sensate, vedi Martino e poi Comotto. Ed è anche vero che se non si chiudono le partite non è colpa del Mister. Però insiste con Santana,  e a centrocampo i lanci si sprecano. Complesso di inferiorità?Frey, 6. Non è mai stato davvero impegnato,  e come posizione nel secondo tempo non ha sbagliato di un centimetro. però nel primo quella punizione sul palo ha messo i brividi, e lui è parso per una volta…Antonioli. Vacanziero. Comotto, 6,5. Incoraggiamento per il rientro, e perché la sua fisicità e la sua corsa ci sono già. Certo,  non è un ex trequartista come Jorgensen… Scommessa. Gamberini, 6,5. Convalescente, timorso nel contatto fisico per la spalla e di questo si è avuta notizia nelle mischie in area, per poche che siano. Ma vale per lui il discorso fatto per la Fiorentina e per Prandelli: portiamo a casa il risultato. Colonna d’Ercole. Koldrup, 6. A dir la verità le colonne d’Ercole erano più d’una, e riposando Dainelli eccoci di nuovo al danese minore,  spesso in affanno con la palla tra i piedi. Ma non ricordo grandi sbavature sull’uomo, anzi ricordo poco e niente. Meglio così. . Gobbi, 5,5. Quando in avanti è lineare e crossa con il suo piede buono,  è garanzia di gioco e pericolosità,  vedi traversa e occasione da gol. Ma mnell’arco della partita sulla sua fascia sono spesso pericolosi, magari solo in teoria, e dunque c’è parecchio che non va. Non è abbastanza coperto dal centrocampo, e forse è proprio il 4-3-3 che lo fa soffrire,  specie se in mezzo barellano. Mezzosangue. Kuzmanovic, 7. E’ ormai un mediano con i controfiocchi, e  sta crescendo di forma. Si aspettano i suoi gol,  dopo le occasioni sbagliate (quella della traversa è grossa) e il palo. Il suo dinamismo è sempre e comunque al servizio della squadra, è un mediocampista con una sua identità. Provaci ancora, Kuz. Donadel, 6,5. Almeno ci prova,  dico a tirare o a servire gli avanti, e si sa che non molla mai. Certo, preoccupa che non abbia preso neppure un’ammonizione… E spesso la qualità viene spremuta dalla quantità. Ma insomma… Se fosse stato svedese, quanto lo avrebbero pagato? Razza indigena. Montolivo, 5,5. Riposa per la Lazio e il resto,  e sta bene. Ma se deve giocare anche solo un pochino,  dispiace vederlo a scartamento ridotto come se fosse emarginato. Mi domando se non varrebbe la pena di provarlo in certe partite come regista,  al posto di Melo,  o come trequartista da ultimo passaggio nel rombo al cartoccio. Dubbioso.  Santana, 5,5. Lo so,  si meritava un rigore,  ha colpito una traversa,  il c ross del gol di Gilardino è suo sia pure in cooperativa con l’uscita fasulla di Antonioli. Ma per uno dai piedi buoni sbaglia troppo, si mangia i gol,  è di una fumosità di tipo orientale. Quindi come per Melo che non è neppure Simplicio,  il problema è il ruolo e la responsabilità. E i mezzi di partenza. Insomma,  tra Quaresma e quaresima c’ è ancora un po’ di differenza. E Prandelli ci insiste. Narghilé. Giardino, 7. E’ in utile ripeterlo, c’è,  segna a ripetizione, è intelligente e non si arrabbia (per ora) anche quando in assenza di Mutu è servito da cane. Indispensabile. Pazzini, 5,5. Entra,  se ne va alla grande a centrocampo e poi si dimentica del suo valore per beccarsi l’ammonizione consueta. Possibile che non capisca quanto contano anche questi spezzoni di partita? Non cerca la profondità, galleggia tra le linee,  pare insicuro. E fa male, perché così peggiora e non migliora. Improprio. Jovetic, 6,5. Diciamolo subito: la giovanissima rock star adottata da Firenze per ora fa molta quantità e lascia intravedere, con qualche allusione tecnica. che la pasta è buona. Ciò che depone a suo favore è che rincorre sempre,  che è certamente già giocatore da partita intera,  che i compagni lo accettano e lo stimano, che può giocare in diversi ruoli adattandosi in base alle esigenze. Quindi un voto di fiducia, di quelli che la maggioranza usa per altre cose a Montecitorio,  per un talentuoso che è ancora –credo-spero- al cinquanta per cento delle sue possibilità. In progress. L’arbitro Damato 5,5. Mi prudeva un 4,  per il clamoroso errore del rigore non concesso su Santana. Poi ho pensato che l’arbitro volesse “stimolare” il chitarrista a far meglio, e che se diamo il cattivo esempio crocifiggendo gli arbitri poi è una china. Quindi il voto è insufficiente,  e non imbarazzante, solo perché la partita non ha cambiato risultato comunque. Un uomo in grigio. 

     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    margherirosa .
    dico qui ciò che non potrei dire altrove: “mannaggia-la-mannaggia quanto è già complicata la vita” oggi come oggi e come ti-giri-ti-giri….: vale a dire che da Mediavideo si apprende che ad esempio Ripa Di Meana avrebbe avuto una cosidetta liason, una relazionefugace con un trans [nome Gianna e caratteristiche più specifiche un travolgente tanga amaranto…][io che nel frattempo ero rimasto a quella più famosa Topolino amaranto…; però a pensarci bene, sempre e in qualche modo di “topa” si tratterebbe, seppure e per chi piace con un leggero-importante trilling e cioè se di tipo fessa (cfr.: forse, sì, quella stessa citata da Oliviero in “La situazione è grave, ma non seria”, quella in mano ai guaglioni) oppure se di cosidetto pendant…che è evidentemente tuttaltro]; e come se non bastasse, ci si mette pure Simona V., al secolo ormai super-Simo, che confessa di dimenticar spesso l’ìntimo che a sua volta evidentemente non è quello cosiddetto famoso “Intimo di Carinsio” [rigorosamente scritto e portato con la esse] che pure tutti cercano ma che non sempre si trova…[e forse perché ce n’è, e di quello genuino, ormai poco in circolazione…? boh !]; e poi il sòlito C.Ronaldo che oggi si ritrova con una cosidetta sberla sì, ma di prostituta ?, che nel frattempo già la darebbe gratis perché innamorata-pazza… [e sempre di sesso, “con sorpresa”, e più o meno gradita, si tratta in fondo]; il M.Boldi che con la “scusa” delle vacanze mostra pure le chiappe…; e Preziosi che ci annuncia per l’ennesima volta le “sue” nozze, e sempre ammesso che si voglia sposare davvero…, boh! saranno pure fatti suoi. Morale della favola o presunta-tale: mi consolo, si fà per dire, con l’espressione del sottosegretario Bonaiuti, di cui riassumo molto presuntuosamente qui il portrait ]°#°[ ovvero colle orecchie che sono grosso modo alla SilvioB., e invece gli occhi un tantino-piccini, ed infine un bel nasone a cancellata…. Di meglio non sò fare; e poi pure questo passa il governo…. Saluti. antonio [p.s.: non sono affatto d’accordo con Marcos, il calcio, sopratutto quello di oggi, non va odiato, va piuttosto supportato e capìto…, presuntuosamente cercando e richiedendo di migliorarlo, sì quanto prima….; perfettamente d’accordo invece quanto alle cosiddette sabbie mobili più in generale….]. A proposito poi di fessa, sento sempre più un molto antipatico suono, sentòre, di cosidetta pentola- fessa…, per certi versi “stonata”, e la cosa ovviamente non mi piace affatto……
    MARCOS .
    Caro Beha, tutte le volte che vorrei sentire i suoi intelligenti commenti riguardo la società e trovo invece una disquisizione calcistica rimango deluso. Il calcio va odiato! Questo calcio bisogna ignorarlo. Troppa intelligenza, formazione e cultura viene sacrificata sui media per dare spazio a questa distrazione. Stiamo giocando a calcio sulle sabbie mobili. Si ravveda!
    margherirosa .
    una simpatica barzelletta dei tempi andati, raccontata da un certo Tony Renis [sì quando non era un qualcuno/ comunque cercava di esser un “qualcuno”, e di sfondar ad esempio a San Remo] diceva: che, [a proposito di mani, e sopratutto di prurito], un tale cowboy che aveva appena consumato nel salòon il suo sòlito drink, nell’andar a recuperare il mezzo, si accorge che proprio un buontempone gliel’aveva appena pitturato di un colore sgargiante, [e in mèrito fate voi quello che più vi piace], al chè incavolatissimo rientra nel salòon e alzandosi pure sulle punte dei piedi chiede con voce forte e chiara se l’autore di quello scherzo del piffero aveva il coraggio di farsi avanti, al chè un omone che di quelli più omone, proprio non se ne era mai visti prima,…altrettanto spavaldamente gli chiedeva cosa c’era che non andava, e lui, facendosi piccolo-piccolo, si limitava a dir che in effetti il cavallo era già pronto per la seconda mano… C’è poi la versione, più breve [ove della serie “pic-indolor”] secondo cui un tale, in vena di far a botte, provoca gli astanti, di un salòon, dicendo che ha un gran prurito alle mani…, e quando il sòlito omone si alza perché incuriosito da quella affermazione così categorica... quel tale gli spiega che ciò è [probabilmente] solo perché in effetti ha una brutta-brutta orticaria e basta, tutto lì…. Saluti cari e forse pure “pallonistici” [!]. Forza juve [gòoooooooool]….
    Chip En Sai .
    Un terzo dei giocatori fiorentini sotto la sufficienza!... non c'è male per un partita vinta!... o no?! .-)

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook