• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Lo stivale di barabba
    21
    ott.
    2008

    Lo stivale di barabba

    Condividi su:   Stampa

    Lo stivale di Barabba è un saggio collettivo di molti autori, ognuno un capitolo, curato da Stefano Montanari.Nessuno ha mai letto cosa scrive la Corte dei Conti a maggio del 2007: in questo libro si trovano fatti di cui la pubblica opinione non è a conoscenza. Per nulla.L'importanza e l'ambizione di questo libro è tentare di evitare disastri come in Campania, semplicemente illustrando  fatti e non opinioni (oltre 2000 Comuni in Italia applicano la migliore gestione dei materiali post utilizzo, e più i Comuni sono "bravi" meno pagano i cittadini come tariffe).L'incenerimento, "spinto a media unificati" è solo una truffa via Enel.Senza incentivi occulti (e contro la direttiva 2001/77/ce) nessuno si sognerebbe di adottare una tecnica così immotivata, anacronistica e pericolosa.

    Con la dovuta competenza e volontà politica di rispettare leggi e normative questo libro sarebbe del tutto inutile.In questo Paese invece, un libro come questo è importantissimo: è una speranza di cambiamento.Verrà presentato il 29 ottobre al Caffè Fandango, nella centralissima Piazza di Pietra a Roma, alle 17:30. Contestualmente al lancio della petizione contro il costosissimo vicolo cieco del ritorno al nucleare, promossa dal movimento politico Per il bene comune, e ad un pezzo teatrale del Collettivo Kipiunehapiùnemetta dal titolo molto esplicativo a livello locale:”Malagrotta, no!”.Roberto Pirani, autore del capitolo sul Lazio—————-A seguire una breve descrizione del libro:Lo Stivale di Barabba, ovvero L’Italia Presa a calci dai rifiuti, è una sorta di album fotografico sulla situazione del ciclo dei rifiuti nel nostro Paese, riguardo a cui alcuni degli studiosi più autorevoli del panorama italiano e internazionale intervengono per offrire una visione a tutto tondo della questione.L’argomento rifiuti è oggi sulla bocca di tutti e il moltiplicarsi delle voci non fa altro che manipolare le informazioni e distrarre dal problema e dalle soluzioni. Stefano Montanari è probabilmente la persona più competente per realizzare un’opera di natura divulgativa in grado di fare un punto preciso e dettagliato sul problema che sta letteralmente sommergendo il nostro paese.Com’è nata la cosiddetta “emergenza” che sta affogando la Campania, qual è la situazione di oggi e come si presenterà domani, cosa si fa e che cosa si potrebbe fare, cosa dice la legge, come viene gestito il problema dagli altri paesi europei, cosa dice la politica, cosa dice l’economia, cosa dice la Natura e, soprattutto, che cosa dice il nostro organismo.Perché molto c’è da sapere sul legame tra salute e inquinamento. L’immondizia che ci fa più male è quella che esiste a nostra insaputa, lontano dagli occhi perché ridotta a polvere invisibile. Lontana dagli occhi ma, al contrario di quanto afferma il proverbio, tutt’altro che lontana dal cuore.E da tanti altri organi: perché è proprio quell’immondizia impercettibile a farci ammalare e ad ucciderci.Dimensioni dell’Ebook 2,77 MBPer scaricare un estratto gratuito:www.macroedizioni.it/libro.php?id_libro=1452

     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    Totoro19473 .
    Sia il dott Montanari (curatore del libro) che Roberto Pirani (autore di un capitolo) mi sembrano persone serie, intelligenti, oneste e competenti. La questione dei rifiuti è delicata, e va trattata con un minimo di competenza. Leggetelo, e poi ne saprete molto di più. "molti mi chiedono che cosa possiamo fare... Informarci: quando uno si informa, è molto più difficile prenderlo per il culo..." (Marco Travaglio) Massimo Renaldini Rezzato (Bs)
    sandrone .
    Mi accingo adesso a ascaricare l'ebook, vi farò sapere.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook