• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Auguri nani ma sinceri
    23
    dic.
    2008

    Auguri nani ma sinceri

    Condividi su:   Stampa

    Le scosse di terremoto dell'antivigilia di Natale, come le esondazioni di dicembre, mi strappano alle metafore per ricondurmi alla realtà. Prima dicevi che siamo un paese terremotato, oppure che stiamo finendo in una palude (di "Italiopoli", cfr.il mio libro), o ancora che la scuola si perde i pezzi. Poi la terra trema, il fiume trasforma i dintorni in palude, pezzi di edifici scolastici ammazzano o minacciano gli studenti. E Babbo Natale è sempre più vecchio, le renne più stanche e lente, la gerla semivuota se non per i soliti noti, la neve più zozza per ora solo metaforicamente. Almeno la neve c'è, e non va sparata più di tanto sulle piste con i cannoni. Invece le armi servono ad altro, qui come in Grecia. Quale augurio fare? Vivere alla propria altezza, per nani che si sia.o.b.

     commenti
    Commenti
    13
    Lascia un commento
    margherirosa .
    ah, e siccome al Nord, da una qualche parte, lassù, i giovani spesso li chiamano tutti “nani”, come diminutivo affettivo…, al singolare, ecco che ne approfitto per fare loro un augurio, di gruppo, già di più ampia ed estesa comitiva, e ciò per il semplice motivo che sono e saranno il futuro di questo paìs…… Auguri a loro; e pure a noi, più cresciutelli, e sicuramente meno ingenui e più smaliziati, e pure più incattiviti dalle vicissitudini & quant’altro, etc., etc…… Saluti cari. antonio
    achillide .
    Antò una soluzione ci sarebbe, se Beha crea una sua televisione, magari con noi suoi ospiti fissi, non ci sarebbero più problemi non credi? Però l'idea di noi come ospiti forse è da scartare, o meglio forse è per questo motivo che non fa una televisione personale, magari pensa a noi e gli vengono gli incubi,:-)))))))))))))))))))))))) AIUTOOOOOOOO ANTONIO e ACHILLIDE vogliono invadere la mia tv, aiutoooooooooooooo :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
    margherirosa .
    e a proposito di graffio e contro-graffio, cui alludeva Achillide: se potessi oggi come oggi fare una richiesta a Babbo Natale, con tanto di “letterina” rigorosamente dedicata e per via espressa o posta prioritaria, gli chiederei se fosse possibile vedere Oliviero a Telenorba, come ospite illustre quanto critico in quella fortunatissima trasmissione de “Il Graffio” appunto, assieme a Mingo e Magistà, e dire la sua sull’argomento di una puntatona ricca-ricca; sarebbe un successone, ne sono convinto… ma serve e bisogna sempre esser almeno in due, come minimo: volontà dell’emittente, e il tempo a disposizione e piacere di esserci da parte del “nostro”…… Dopodiché…… Saluti. antonio [p.d.s.: per una serie di fatti, scarterei la Befana, a priori, contro cui non ho nulla, in particolare, s’intende, però come si dice…, sembrerebbe come il voler chiedere di vincere il primo premio della Lotteria di Capodanno, e allora tanto varrebbe chieder, rivolgersi, direttamente a “Maga-maghella” o ancor più e meglio a Pippo Baudo stesso, all’onnipotente-o-quasi-tale, e ciò per fare prima] [p.d.s.: ma il fatto è che sono cresciutello, da un pezzo, e le letterine in-quanto-tali non vanno più bene… o no ? e poi che figura ci farei…?!] [p.d.s.: Mingo è quellostesso che talora vedete di certo su Striscia, e, va beh, può capitàre; mentre Magistà è una sorta di “piccoletto”, tutto sommato simpatico, sì, che talora sembra a tutti i costi voler fare il replicante d’un certo M.Costanzo…, ma posso sbagliarmi].
    margherirosa .
    …e a proposito di quanto diceva Mchè alias Achillide, circa il non dimenticarsi dei poveri…, mi è venuta in mente una certa cosa: avevo notato da tempo che, più volte, quando erano pronti i sacchi contenenti abiti dismessi e quant’altro poteva esser riciclato o in qualche modo utile / riutilizzabile spesso però questi restavano negli androni dei palazzi, perché chi li aveva prima, in qualche modo, prenotati, e doveva ritirarli, non l’aveva poi fatto, per un qualche suo motivo, il che significava che fatalmente dopo un qualche giorno i vari sacchi finivano nei bidoni dell’immondizia…; pure, ed al contempo, capitava, come appena qualche giorno fa, che veniva ritrovata una sì ingente quantità di materiale-primo riciclabile, di vario tipo che doveva esser riutilizzato e che qualcuno aveva invece scaricato come immondizia, aggiungendo il danno alla vera e propria beffa….; acché, tempo fa ne avevo sollecitato su questo argomento quelli di “Laradioneparla”, ma non ho avuto il piacere di un loro riscontro…; penso che, invece, l’Oliviero avrebbe raccolto in qualche modo la famosa palla al balzo e sarebbe andato a fondo della vicenda per investigare appieno e dico ciò con tutto il rispetto per la capacità e appunto professionalità dei giornalisti di “Laradioneparla”, ma… e dico ciò senza voler colpevolizzare nessuno…… Saluti. antonio [p.d.s.: lo sò che il discorso sui poveri, povertà e sul volontariato, e quant’altro (e già anche sulle vere e proprie truffe che purtroppo spesso girano e si perpetrano intorno a questa sorta di sistema) è altamente complesso, però ho qui voluto dare solo un minimo esempio, semplice imput o una sollecitazione, riflessione, e, perché no, anche una sorta di provocazione……].
    margherirosa .
    eh, sì, caro Astro…, proprio perché a volte basta solo il “pensiero”… come si dice…; la sostanza è che: t’ sì chiecàt’ l’ manicarètt’, e l’ dolcett’, e la pastarella [e qui il computer che è ’nu fetènt’… e sì pure a Natale…, continuava a correggermela in “pastorella” (!)… è che non aveva ancòra capìto che in realtà avevi “allenato” solamente le cestiste…, però bene… ovviamente…]; sì è sempre così che succede, e cioè che tra la “forma” e la “sostanza” spesso avviene il fattaccio e poi uno dice una cosa e il computer ne capisce un’altra che…… E sì, come diceva in tempi non sospetti anche Lucio Battisti: “…torno a casa…; chiudo gli occhi…; non son stato divertente…; e penso a te…etc, etc”; nel frattempo non c’è mai qualcuno/a del capoluogo che pensi a noi, o a quelli che non sono o non siamo, del capoluogo…; “è un’ingiustizia però”…come diceva il pulcinotto in quello spot… e però il mondo da che mondo è mondo è vissuto, in fondo, di-e-sulle ingiustizie…… E andrà avanti così, quasi per inerzia. Comunque, so’ bbuòn’ l’ dolcètt’ aviglianes’ eh Antò…? e quèll’ d’ Putènz’ cùm so’...? nun’è ch’ fors’ sànn’ d’ pìcch’…? pecchè nun so’ stat’ fatt’ cu lu stess’ amor’…? E, come si dice: mannaggia pùr’ l’ pescètt’……! Ed infine, non posso non ringraziare anche il buon Chip, che finalmente s’è deciso ad esser un tantino più umano del sòlito…e ad onorarci di un suo scritto [e ti pareva che già uno come me non ne approfittava per scatenare pure una polemica, alla fin-fine….? e se no, non ero più io…e non c’era più gusto]. Auguri e saluti cari; anche se, appunto come scrive Chip, con un minimo-minimo di tristezza e cioè così .-) quasi a un mezzo sorriso ma sperando che cambi o possa cambiare al più presto, e sopratutto durevolmente, in :-)))
    Chip En Sai .
    Buon Natale... Oliviero... Astronik... Achillide... Antonio e Babouche!... Anche se siamo nelle mani... dei nani... non dobbiamo perderci d'animo!... Io... alla palude di Italiopoli... finora ho resistito... anche se ho appena iniziato a leggere il libro!... Comunque... manca poco al 20 gennaio!... e Obama ci farà capire presto quanto tempo manca alla fine del mondo... quello vecchio... s'intende... anche più di Babbo Natale! .-)
    astronik .
    Grazie ricambio. Proprio oggi ho ricevuto in regalo un paccotto con prelibatezze aviglianesi.... li mangerò pensando a te.....
    margherirosa .
    ah e così gli auguri a Oliviero, al grande “capo”, e a noi niente [che siamo pure affezionati scriventi e rompiscatole ? oltre che affezionati frequentatori-&-lettori] eh Babouche…? Và beh, và, è Natale, e, siccome sono stato appena perdonato anche da Achillide, [ovvero Mchè], ti perdono, e devo farlo per forza pure io, se no che figura faccio…! Di uno cattivo davvero…? Non sìa mai… Saluti cari e auguri a tutti [p.d.s.: immaginavo che d’intorno a te ci fosse un minimo di sangue aviglianese e con ciò e di ciò e perciò dovresti sentirtene e esserne orgoglioso; ti assicuro inoltre che mi son fatto una mangiata…! …. E poi non mi dimentico mai di chi non è un cosidetto “fortunato” come me e come noi, in fondo….]. Saluti e cià.
    achillide .
    Antò, la nonna di mia moglie,era di Avigliano e lei or ora mi ha fatto un cazon e che io mi sto mangiando alla :-)) tua. Non ti perdono però auguro a te e alla tua famiglia un Natale ricco di gioia. Ricordati dei poveri se puoi.
    babouche .
    Buon Natale Oliviero Beha! Una lettrice.
    margherirosa .
    devi sapere che stì benerìtt’ cauzùn’ noi li facciamo in entrambi i modi, tanto per non sbagliare…e per non farci mancare niente, sì perché sìm' pròpria leccùcc’ e lo ribadisco e dìco e dirò sempre ad alta voce, e inoltre non li facciamo assaggiare a nessuno, perché siamo un pò cattivi, poco-poco, sì anche a Natale…! D’altronde tu ti puoi / potrai consolare con una qualche prelibatezza “etrangère” ovvero con un qualcosa di messicano o altro…, ad esempio, per cui siamo pari, sì più o meno…… :--))) [p.d.s.: come vedi stavolta il nasino l’ho fatto apposta un tantino più lungo …e c’ho messo un numero congruo di parentesi tonde, tanto per non esagerare troppo…e non farti fare indigestione a te pure…, non sono poi così cattivo…….]. Auguri, e saluti cari. antonio
    achillide .
    Buon natale a Beha e a tutti i volenterosi che scrivono e leggono in questo blog. Antò a te un augurio speciale e ti auguro un'indigestione di cazon, così impari a non mandermene nemmeno un pezzzettino.:-)))))))))))))))))))))))
    astronik .
    Adda passà a nuttata. E pure i nani prima o poi devono passare. Buon Natale!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook