• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Non gioco più
    02
    gen.
    2009

    Non gioco più

    Condividi su:   Stampa

    Riceviamo e pubblichiamo--------------I telegiornali di Martedì 30 Dicembre hanno dato grande rilievo ad una notizia che di per sé non meriterebbe neppure un titolo che scorre nella parte bassa dello schermo mentre un servizio mostra immagini che parlano d'altro. I principali quotidiani hanno poi ripreso la notizia con ampio risalto nelle pagine nazionali: Mario Virano ha rimesso al governo il mandato di presidente dell'Osservatorio Tecnico per la Torino Lione. Inmolti si saranno chiesti chi mai sarà questo Virano per meritarsi tanta pubblicità, pochi al di fuori della Val di Susa avevano forse sentito parlare dell'Osservatorio; in valle tutti sanno che oltre che presidente di quel tavolo tecnico Virano è anche Commissario Governativo per l'opera, ovvero un uomo di parte che finge di essere super partes.

    In Val di Susa il gioco delle tre carte non ha molto seguito e che nell’Osservatorio si giocasse una partita truccata lo avevano capito quasi tutti fin da subito; ora che se ne stavano accorgendo anche i sindaci ecco che chi tiene il banco sbotta e dice: non gioco più, tutti a casa. Eh no, neanche all’oratorio si faceva così!
    Chiudere una sala da gioco proprio a capodanno può sembrare una stupidaggine, e non può essere certo un croupier a deciderlo in uno scatto d’ira: questa sì che sarebbe una vera notizia. Se invece è il suo datore di lavoro a prendere la decisione vuol dire che avrà avuto le sue buoni ragioni.
    Le oltre ventimila persone della valle che il 6 Dicembre scorso hanno sfilato per le strade di Susa per dire NOTAV sono una buona ragione. Se hanno ragione, devono essersi detti dalle parti di Palazzo Chigi, perché dovrebbero mostrarsi ragionevoli? Insomma, ci abbiamo provato ma dobbiamo rivedere la strategia, caro Virano devi cambiare la giacca.In fondo la notizia data con enfasi da telegiornali e quotidiani è una non-notizia, e soprattutto non giunge inaspettata: a costruire uno scoop ci vuole poco quando in gioco ci sono grandi business. Per noi poi non cambia nulla, anzi: l’Osservatorio, altrimenti detto ‘tavolo tecnico’ era pursempre un ingombro su cui si rischiava talvolta di inciampare.
    La vera notizia che un servizio pubblico di informazione (leggi RAI) avrebbe dovuto dare è semmai un’altra: l’ultima relazione della sezione centrale di controllo della Corte dei Conti spiega che 44 miliardi (!) di debiti delle Ferrovie dello Stato per finanziare l’alta velocità vengono tranquillamente caricati sui bilanci dello stato e peseranno sulle generazioni future fino al 2060. Ma di questo nei telegiornali non c’è traccia. Il 2009 si affaccia carico di minacce, il nuovo genocidio di palestinesi è lì a rinfrescarci la memoria qualora avessimo l’intenzione di brindare spensierati all’anno bisestile ormai finito; noi magari non saremo vittime di raid aerei ma avremo ben poco per rallegrarci, e anche i 1000 euro di bonus promessi da Berlusconi si riveleranno un’altra boutade. Anche in Val di Susa nel 2009 ‘sarà dura’, come diciamo da queste parti: ma per il momento, magari di nascosto, faremo un piccolo brindisi a questo osservatorio dissolto nel nulla.Ezio Bertok

     commenti
    Commenti
    15
    Lascia un commento
    verdecupo .
    io però se scrivete così non capisco... e come me tanti altri, con dialetti diversi ma una lingua in comune! Invece di fare conversazioni private, dateci modo di partecipare, per favore!
    Anna Edna .
    Leggi, Antò, e chiudi l'uocchie pure ca sù russ e appannete d'a 'nfluenz, chista è na mascìje, e jè jera zinna zinna: A Ravatène Cchi ci arrivè a la Ravatène si nghiànete 'a pitrizze ca pàrete na schèhe appuntillète a na timpa sciullète. Quann'u tempe è sincire, nturne nturne 'a terra d'i jaramme ci 'ampìjete a lu sòue cum'u specchie, e quanne si fè notte c'è nu frusce di vente ca s'ammùccete nd'i fosse e rivìgghiete u cùcche e ci fè nasce nu mère d'èrve. Pòure cristiène! Ci durmìne cch'i ciucce e cch'i purcèlle nda chille chèse nivre com'i fòrchie; e pure mò lle chiàmene "biduìne" cc'amore ca sù' triste e fèn'a sgrògnue a piscunète e a lème di curtèlle. Sei mai stato al belsito? Pare che negli ultimi anni, (cosa che non era riuscita ai tempi di P.P.P. col "Vangelo secondo Matteo" girato a Matera), dopo il film di Gibson, sia stato scoperto e diventato meta turistica mondiale anche questo lembo antico e remoto di Basilicata, ...meglio chiamarla così eh? visto che Lucania l'ha battezzata quillo nivro nivro; parte alta del paese dell'autore della poesia che, pare sia stato insegnante di Verdone, ed io spero proprio non glie lo abbia suggerito lui quell'assurdo lucano dipinto in Bianco Rosso e ..., se avessi modo di parlare a Verdone gli ordinerei di rivederlo e rifarlo, giusto e reale, come andrebbe rifatto. E stavolta, qualche suggerimento glie lo darei io che i lucani li ho osservati e conosciuti ancor prima di nascere. Antò, nun te na ìj, sente chille ch'è ditte Mcheje: sime picche ma bone, e st'ann avèm proprio da juchè fort. A vist?, oje ca jete à befan, egghie turnete pure jè. A prest, sper. A.E.
    margherirosa .
    siccome le Feste son praticamente finite, e si può smettere di essere buoni per forza, e posso tornar ad esser un tantino cattivello, [senza eccedere, solo al punto giusto], Mché ora ti chiedo: gli auguri, la tua definizione-appellativo di splendida gente, relativamente a tale blog, li intendi estesi anche a Zetazeta in particolare […che da tempo si è eclissato e che avrebbe voluto rinchiuderci, volentieri, più di qualcuno di noi, nelle patrie galere…], e così a chiunque altri, [cfr.: vedi Giuànn], che hanno manifestato in sostanza il medesimo pensiero-critico e tutto sommato il desiderio-intenzione acchè mister Oliver chiudesse questo stesso blog… ? E pensi poi che, come recita l’antico adagio: “anno nuovo, vita nuova…?” o invece la sòlita solfa: con noi che ci spremiamo e ci esponiamo e gli altri, e i tanti, anzi tendenzialmente tantissimi, che preferiscono starsene in panciolle…… e sì godersi lo “spettacolo” ? [peraltro sostanzialmente a gratis…]. Saluti cari e purtroppo l’espressione odierna è un poco così, cu’ gl’ uòcch’ ’ngrechlùt’…, perché la congestione influenzale non perdona nessuno e anche il naso è abbastanza paonazzo…, quindi nella fattispecie ora [§ _ §] più o meno è così…. “Non gioco più, me ne vado…, davvero……”, diceva la cansiòn cantata da una splendida Mina e accompagnata da tale T.Thielemans…… [p.d.s.: l’e-mail è delle 18 circa]
    margherirosa .
    [p.d.s.: e così Mché è in qualche modo erede di cotanto brigante lucano Bochicchio e invece Anna è addirittura figlia del miglior cacciatore di lepri, in Basilicata, di tutti i tempi andati…; e sì, meno male che ci sono io come cosidetto fesso (e si fa per dire fesso) della compagnia-&-situazione, già anche se mi sforzo da sempre di essere Cittadino tendenzialmente esemplare…; e cosa può volere uno così, (proprio uno sfigato come me, in pratica), dalla Befana…? eppure, alle 12 può non esser troppo tardi per esprimere un desiderio, ’na cusirrètta penzàta-rèccia…, mi capisci Mchè ???]. Cià e buona festa a tutti.
    achillide .
    Dimenticavo, buona Epifania a te e a tutta la gente splendida di questo blog.
    achillide .
    E tu pensi che se li sputtani ottieni qualcosa? Guarda che nemmeno si vergognano. Lassa sta ca è mej sempre uomini di panza restano.
    margherirosa .
    e, gironzolando per le pagine del Televideo, ecco tre notiziole, strettamente in ordine tematico e di impaginazione originale: 1) a Montesarchio [Bn] è stata trovata morta, davanti al portone della sua casa, un’anziana donna, a quanto pare aggredita da cani randagi che l’hanno ferita più volte, e così provocatone il decesso per dissanguamento, quindi si è trattato di una morte orribile…; 2) invece a Cassino [Fr], un 63enne pensionato che vive con circa 300€ al mese, è riuscito a farsi ricoverare in Ospedale per ben cinque volte in 20 giorni pur non avendo alcuna patologia specifica (come ovvio con la complicità di medici e di infermieri) pur di trovare un pasto caldo sicuro… gli stessi sanitari hanno poi sollevato il problema dell’indigenza di quest’uomo chiedendo l’aiuto, un intervento, alle istituzioni preposte; 3) Italia [Lotteria] (?!), a quanto pare un intero Paese, il Bel-paese è ormai col fiato sospeso…, per la Befana… ma non c’è da preoccuparsi più di tanto, e perché trattasi in realtà solo della vicina estrazione dei premi miliardari-&-milionari della Lotteria Nazionale della Befana, appunto, e così la stessa Befana ha tenuto a tranquillizzare tutti, e anche Raffaella Carrà, [in quanto già a suo tempo nelle vesti di Maga Maghella…], e la Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, si son detti già soddisfatti per la riuscita della manifestazione e della vendita dei biglietti con un incremento di oltre il 13%… rispetto al passato, e tutto ciò evidentemente è tutta sì, ma proprio tutta, un’altra “storia”, appunto…E come diceva quella canzone del frassichino: “…C’è Chi c’ha e chi non c’ha…, chachacha…… Perché le soddisfazioni sono soddisfazioni ! Saluti. antonio [p.d.s.: l’e-mail è delle 24 passate, quando i sogni, e “certi” sogni, forse, e in particolare, son desidèri…, o è anche il cosidetto contrario……? mah].
    margherirosa .
    combattere quanto meno per sputtanarli…, e credimi i risultati concreti, proprio nel recente passato si sono visti eccome…! Il tanto agognato-desiderato cambiamento passa anche [e proprio–proprio] per lo sputtanamento immediato appunto, di quelli senza pietà alcuna…… E ciò, prima che accada l’irreparabile… Cià, e miao |\._./| [p.d.s.:stavolta il micìno ha gli occhietti vicini-vicini più che mai e ciò per il semplice motivo che vol vederci chiaro…in tutto……; sì ormai micìno tèn’ gl’ uòcchi’ appuzzutùt’, in pratica, se immagino che ben sài ancora cosa significa…]. Saluti & tanti rrfffft…!! & cioè tanti-tanti graffi….
    margherirosa .
    [p.d.s.: resterebbe da capire di cosa è sporca certa gente di Basilicata (quella-eternamente-bizantina come in questo caso), se è da escluder di presunto-petrolio come in questo caso o se di ben altro; di conseguenza trarne le conclusioni di che tipo di “calimero” trattasi… e tutto ciò è ovvio no…? non è difficile, o particolarmente complicato da farsi…, ma dàhiiii……]. Saluti
    achillide .
    E si Antò SIETE nella merda, ce lo sapevo ehehehe, il bello e che vi piace, ci siete abituati,hai visto le palle eoliche,mi sembrate tanti sancho panza, tutti uomini di panza e de creanza,ma di che ti preoccupi? Goditi la vita, vieni a trovarmi andiamo per locali, cosi anche le nostre panze trovano ristoro al ristorno. No, ristorno non ritorno e perchè mai poi? Combattere per chi e per che cosa? Statt buonn, brrrrrrrrrrr che freddo mi dai. :-))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
    margherirosa .
    ma guarda un pochino…! solo adesso mi rendo conto che il faccìno di tale individuo [“simpatico”] è sulla pagina della Gazzetta di oggi, che non avevo ancora letto…in cui si parla appunto tanto del famoso petrolio e dei nuovi-&-probalbili-pozzi di estrazione, e…… Siamo alle sòlite, Calimero…! Tu non sei nero, [come il petrolio, in questo caso], sei solo sporco…. È sì proprio il caso di dirlo… È così. Ma, fatto è che non basta / basterebbe immergerlo nel sapone questo tipo di “calimero” per riuscire a ripulirlo; ed è pure uno dei tanti e stranissimi paradossi della vita…… Saluti. antonio
    margherirosa .
    eh, carissimo sandrone, innanzitutto ben tornato; se permetti, ti rispondo con una parola ma non di consolazione o di incoraggiamento, bensì per rincarar la cosidetta “dose” di quanto sopra nel testo, ovvero l’ennesima storiùcola di bizantinerìa nostrana: anni addietro quando Oliviero faceva Radio, voleva far intervenire in diretta un mio compaesano, tale G.S., [è natìvo di una contrada, Frusci], il quale avrebbe dovuto per così dire rispondere [e seppure solo in parte] di uno strano contratto tra il suo gestìre un ristorante-tipico [Mchè, è proprio quello che tu sài…!], e la gestione-improbabile di un piccolo osservatorio astronomico di tipoamatoriale [per conto della locale comunità montana] e costato [sprecando] in tutto forse ben mezzo miliardo di vecchie lirette…! Tutto per un rudere che non ha mai funzionato, con tutto ciò che ne consegue nella dinamica scientifica e già anche di tipo turistico che ne poteva scaturire…; questo G.S., [di Frusci] (all’epoca D.s.) aveva dato in un primo momento l’assenso ad intervenire in Radio1, per poi spaventarsi e negarsi… Oggi, lo ritroviamo a capo di una associazione di altri suoi, contradaiòli, [“simpatici” ?] e probabilmente per mèri scopi, “politici” / di “immagine”, sua personale, nell’àmbito di quella vertenza-petrolio, di cui vi parlavo nei giorni scorsi: e a tal proposito si è fatto intervistare, esposto mediaticamente, dal Tg3 regionale sciorinando una dialettica che non vi dico…., e tutto quanto di correlato…; questo è anche il guaio di certo ambientalismo, già del piffero, e che non fà riscontro-e-paio col Civismo-di-base, & con il rispetto per la intelligenza altrui e il prendersi sempre le proprie responsabilità, qualunque poi esse sìano o possano essere…… Ve lo dico esplicitamente ?? Siamo nella mèrda !!! E questo è. Saluti. [p.d.s.: ovviamente non conta il cosidetto colore politico della persona, in questione, ma, conta ciò che ha fatto consapevolmente e il suo esporsi, politicamente (per una probabile futura // immediata candidatura già alle prossime provinciali…?), e conta pur il codazzo di personcine che l’attorniano e che non fanno mai nulla-per-nulla; e la figura dello stesso sindaco (o presunto-tale: sì più o meno come si usa dire, in genere oggi, in riferimento a tutti i delinquenti di questo vastissimo Mondo…e sìno a definitiva condanna, quei delinquenti per i quali però non viene mai sprecato l’appellativo di cialtrone, ad esempio, sempre più valido per chi stà nelle Istituzioni) e di Chi altri ne muova le fila ben celato, e da bravissimo burattinaio di questo millennio….] [ma anche la stessa “storiùcola” di cui sopra, è come vedete evidentemente solo presunta-tale, perché, in realtà è una vicenda-e-realtà, antropologico-culturale-Civica-&-quant’altro, già di per sé stessa pesantissima, indigeribile….] [e vale qualcosa il fatto che proprio questo è l’anno Galileiano, dedicato alla scienza, e, in particolare alla Astronomia & quant’altro…? Adesso chi glielo spiega, a questo buzzurro, tutto ciò….!?, e poi siamo sicùri-sicùri che ci ascolterebbe, innanzitutto, e ci capirebbe pure qualcosa…!]. Cialtroni, ci si diventa per elezione, democratica, o lo si è già per cosidetto “cènso” ?? Belle domande, davvero. A presto.
    fabs .
    Ancora sta furbesca storia del GENOCIDIO DEI PALESTINESI? Suvvia! Genocidio qui, genocidio la....tutti genocidi, se politicamente corretti. Un altro genocidio quindi , ricordate Jenin? Anche quello fu un "genocidio", migliaia di morti. Poi alla fine dei conti furono 60, non molti per un operazione di guerra condotta in profondità. Dovete piantarla di usare questo termine a sproposito e compratevi un dizionario na volta per tutte, sempre che possa curare la vostra malafede.
    fabs .
    Mario Virano, chi era costui? Anch'io ignoravo la sua esistenza. Cio non toglie che la notizia delle dimissioni avesse una certa importanza visto la posta in gioco. Quindi bene hanno fatto i telegiornali a darle tutto il peso che meritava. Poi il fatto che il Virano rappresenti una delle parti in gioco (la più importante direi, visto che è quella preposta alla costruzione del tunnel) non ne inficia l'importanza, anzi. Era pura informazione, andava fatta, e così è stato al di là delle bande ultras sul campo.
    sandrone .
    Parile sacrosante. Beha, non hai per noi poveri e ignoranti bloggers qualche parola di incoraggiamento per il nuovo anno?

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook