• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Si scrive spesso per dire poco. ma le parole hanno un ...
    20
    gen.
    2009

    Si scrive spesso per dire poco. ma le parole hanno un senso. specie in italiopoli

    Condividi su:   Stampa

    di Elisabetta Reguitti - da Articolo21.info“Stampa e politica sono complici nel negare la verità” dice Olivierio Beha al termine della prima dello spettacolo di impegno civile  “Italiopoli” del regista Beppe Arena. E’ una frase che rispecchia la coerenza del giornalista fiorentino che sceglie di ritornare in teatro – dopo volevo essere Pasolini.com - per raccontare la deriva di un Paese; il declino di temi come etica politica (che è poi anche etica del vivere). Il potere dell’ apparire dunque per essere (e magari divenire).

    “Mi limito a fare il giornalista e a trovare il bandolo della matassa per raccontare ciò che spesso i giornali non fanno più” spiega al termine della prova generale della rappresentazione andata in scena al teatro Filodrammatici di Cremona. “Sfogliando i principali quotidiani  trovo spunti interessanti. Perché a me piace occuparmi di tante cose ma per la gente normale non è così. I lettori vogliono sapere come stanno le cose. Una funzione che i giornali oggi non svolgono. Sulla vicenda Alitalia, ad esempio, leggiamo dei punti Mille Miglia ma nessuno scrive, ad esempio,  come stanno le cose sulle azioni della compagnia aerea. E in questi tempi di opacità della borsa forse sarebbe il caso di fare un po’ di chiarezza”. Si scrive tanto spesso per dire poco. Ma le parole hanno un senso. Soprattutto in Italiopoli: i cui ritmi scenici sono scanditi da termini come  scarpe, residence, palazzo, sapere, nomi, prostituzione, apparire, scuola, televisione,figli ma anche Weimar, comunista  e via dicendo. Parole che suonano come imperativi di una morale che non c’è. Ma era già tutto previsto. Da un tale di nome Pier Paolo Pasolini i cui racconti guidano Beha durante la rappresentazione arricchita dall’intensa presenza delle attrici Daniela Coelli e Paola Cerimele. A distanza di 30 anni il nostro Paese,  secondo Beha,  sta andando  ben oltre le visioni pasoliniane – definite allora decadenti -. “E’ l’Italia che Pasolini prefigurava tentando di esorcizzarla e che invece ci ha travolto”. In una sorta di mutazione antropologica che Pasolini trasfigurava poeticamente e che oggi è la didascalia di ogni cronaca quotidiana. E sul palco si susseguono le immagini delle mutazioni antropol-genetiche  di “Cafonal”:  specchio riflesso degli abitanti dei “palazzi del potere” dell’epoca di Pasolini e che oggi si ritrovano nel “residence di Italia” dove non è necessario saper fare quanto piuttosto esserci. Il sentimento dominante è l’ansia di esserci di una casta politica innamorata di se stessa. Il concetto di libertà di stampa aleggia nella sala gremita.  “Oggi è impossibile scrivere sui giornali se non hai un’etichetta. Se sei ascritto a destra puoi scrivere a sinistra e viceversa. C’è un po’ di internet ma per il resto l’importante e riuscire a non svendersi”. Sopravvivere a questa Italiopoli (che in alcuni casi è anche Calciopoli e forse potrebbe diventare anche Giornalopoli) è il plot narrativo che prende il via dalla scarpa lanciata a Bush durante la sua visita in Iraq e con la dichiarazione che la classe politica italiana forse non merita neppure una scarpa in faccia. E c’è chi 30 anni prima scriveva: il coraggio intellettuale della verità e la politica sono inconciliabili in Italia. Giornalisti e politici spesso hanno indizi e prove eppure non fanno nomi”.
     

     commenti
    Commenti
    90
    Lascia un commento
    Neoma Schelling .
    20/03/2012 alle 02:52
    My spouse and We stumbled over here different web site and thought I might check things out. I similar to what I see therefore i am simply following anyone. Look ahead to discussing your web site again.
    Cory Leanen .
    20/03/2012 alle 02:40
    Very exciting info! Perfect just what I wanted! Come check out my site I believe you will like it!
    Jessica Lunstrum .
    20/03/2012 alle 02:17
    I discovered this web site and I have to be thrilled! I was looking for info with regard to days...
    strategy games .
    20/03/2012 alle 01:49
    What are you stating, man? I realize everyones got their own opinion, but really? Listen, your web site is neat. I like the energy you put into it, especially with the vids and the pics. But, come on. Theres gotta be a better way to say this, a way that doesnt make it seem like everyone here is stupid!
    Tiffanie Hisaw .
    19/03/2012 alle 18:31
    I saw this blog through Facebook (someone posted it). After checking your article, I of course clicked "Like" and also reshared it myseld.
    Krakow .
    19/03/2012 alle 08:12
    It's really a nice and helpful piece of information. I'm happy that you simply shared this useful information with us. Please stay us informed like this. Thank you for sharing.
    discount tory burch flip flops .
    19/03/2012 alle 07:41
    Classic Longchamp Bags, Looks very good , excellent and other present ,really good hold , as if it quite definitely ,for certain i will decide to buy for a second time .
    porzadne strony .
    19/03/2012 alle 05:08
    I think that everyone should visit this blog. It’s awesome!
    Hipolito M. Wiseman .
    19/03/2012 alle 04:59
    Zune and iPod: Most people compare the Zune to the Touch, but after seeing how slim and surprisingly small and light it is, I consider it to be a rather unique hybrid that combines qualities of both the Touch and the Nano. It's very colorful and lovely OLED screen is slightly smaller than the touch screen, but the player itself feels quite a bit smaller and lighter. It weighs about 2/3 as much, and is noticeably smaller in width and height, while being just a hair thicker.
    ogłoszenia matrymonialne pań .
    18/03/2012 alle 20:36
    An impressive share, I simply given this particular onto a colleague who had previously been doing a bit analysis on this: Si scrive spesso per dire poco. ma le parole hanno un senso. specie in italiopoli | Oliviero Beha. And he in precise fact purchased me breakfast on account of I found it for the purpose of him.. smile. So let me reword which: Thnx for the cure! However yeah Thnkx for spending enough time to debate this, I really feel strongly about this and love reading more for this topic. If attainable, as you become practical experience, would you thoughts updating your weblog and with particulars? It is extremely ideal for me. Massive thumb up due to this http://www.olivierobeha.it/articoli/2009/01/6700! ogłoszenia matrymonialne pań

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook