• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Evviva trenitalia ! cronaca di un fatto spiacevole
    10
    feb.
    2009

    Evviva trenitalia ! cronaca di un fatto spiacevole

    Condividi su:   Stampa

    Ciao a tutti, mi chiamo Cristian Pedrotti e faccio il pendolare sulla linea Milano Venezia da 5 anni.Pensavo di averle viste tutte: treni in ritardo cronico, sporchi e luridi, guasti e problemi di ogni tipo, ho viaggiato sudando come in una sauna e gelando come al polo, al buio, in piedi, stretto nel bagno perchè non c'era posto nei vagoni. Ho partecipato a proteste e occupato i binari nei momenti più caldi, lamentandomi della scarsa presenza delle associazioni di consumatori e pendolari, buone per chiacchiere da bar in inutili riunioni, ma incapaci di organizzare una vera protesta seria e compatta che potesse smuovere qualcosa. Nulla è cambiato, anzi direi che le cose sembrano peggiorare via via: gli ultimi cambi di orario e di organizzazione dei treni stanno portando disagi a tutti, nel nome dell'alta velocità, i cui treni si spezzano o tornano di corsa alla stazione di partenza.Poi ieri sera, 9 Febbraio 2009, ho assistito a questo spiacevole fatto:

    un giovane controllore dell’interregionale che passa a Milano Lambrate alle
    16:33 diretto a Verona, nel suo giro si è imbattuto in una signora di mezza età
    senza biglietto. Gli ha chiesto cortesemente se avesse un abbonamento e la
    signora ha risposto di averlo dimenticato a casa. In questi casi le opzioni sono
    o di pagare la multa o mostrare un documento per l’identificazione per il
    successivo invio a casa della multa. Multa che a quanto mi risulta può essere
    contestata mostrando l’abbonamento “dimenticato” ottenendo una riduzione della
    penale (o almeno questo mi è stato detto in un’occasione analoga da un
    controllore): se il giovane zelante controllore avesse offerto questa opzione
    forse il racconto finirebbe qui. La signora, in evidente imbarazzo per essere
    stata “beccata”, ha cercato inizialmente di difendersi in modo confuso, poi è
    partita al contrattacco: “faccio io un reclamo” ha iniziato ad urlare “contro i
    vostri ritardi e il trattamento che ci riservate! Sono 2 anni che viaggio nel
    disagio e accumulo ritardo al lavoro, ritardo che mi viene conteggiato e
    calcolato come trattenute sullo stipendio!” e via così. Il giovane ha ribattuto
    che la cosa non sarebbe finita così, gentile ma deciso.Alla fermata di
    Treviglio si è ripresentato dalla signora con due energumeni della Polizia
    Ferroviaria e le ha ripetuto la richiesta di documenti di viaggio o di identità.
    La signora si è agitata ancor di più vedendolo arrivare con quelli che aveva
    scambiato per Carabinieri, ma ha continuato nella sua protesta. I 2 poliziotti
    hanno provato a farla ragionare, mostrando comprensione verso le proteste ma
    ribattendo che non era il luogo e il modo di far valere le proprie ragioni. La
    signora non cedeva ed è iniziato il malcontento tra gli altri passeggeri per
    l’imprevisto che faceva ritardare il treno; i controllori hanno iniziato ad
    agitarsi per l’”Eurostar” in arrivo dietro di noi che si sarebbe bloccato e
    sollecitavano una soluzione (notate: preoccupati per l’Eurostar e non per il
    proprio treno o per la vicenda in sè… curioso non vi sembra?). Ai due
    poliziotti non è restato altro che invitare la signora a scendere.La
    signora si è rifiutata e dopo gli ultimi tentativi di convincerla è stata
    trascinata giù dal treno con la forza. Il treno è ripartito e mentre ce ne
    stavamo andando ho visto i 2 poliziotti che cercavano di tranquillizzare la
    signora, seduta su una panchina.Dopo pochi minuti si è riaffacciato il
    giovane controllore, fiero del suo operato, annunciando “non so voi, ma io una
    cosa così non l’ho mai vista, è incredibile!”. E se ne è andato
    immediatamente.Io sono rimasto di sasso, preso alla sprovvista mi sono
    reso conto che non sono stato in grado di rispondergli a tono, volevo sbattergli
    in faccia la spocchiosa inesistente superiorità con cui ha gestito la cosa,
    facendo sì che una signora di mezza età fosse sbattuta fuori dal treno
    spaventata e in lacrime per un biglietto mancante; volevo chiedergli se avesse
    riservato lo stesso trattamento all’omaccione stanco e incazzato che avevo di
    fianco o alla bella e sensuale studentessa che avevo di fronte. Invece sono
    restato in silenzio, e sono tornato a casa turbato: mi sono reso conto che alla
    fine ho vissuto e vivo tutti i disagi che ho elencato all’inizio con distacco,
    perchè ho la fortuna di non dover timbrare il cartellino e posso gestire
    eventuali ritardi con compensazioni orarie molto elastiche. Mi sono sempre
    chiesto cosa avrei fatto e come avrei reagito se avessi lavorato in un ambiente
    che non tollera ritardi e li sconta sulla busta paga, o se fossi un consulente
    che perde un appuntamento a causa di un ritardo per “motrice non collegata al
    convoglio” o “mancanza del capotreno” o altre barzellette simili. Beh ieri sera
    ho visto traboccare il vaso in quella signora; ho visto esplodere la rabbia e la
    tensione accumulata negli anni; ma soprattutto ho dovuto tristemente constatare
    come sia stata lasciata sola nella sua protesta: denunciava fatti veri, forse
    non aveva davvero l’abbonamento o forse sì, ma la cosa era diventata marginale.
    Ci lamentiamo ogni giorno al bar e con gli amici dei treni, dei ritardi
    e dei problemi, e quando qualcuno ha il coraggio, seppur dato dalla
    disperazione, di denunciare a voce alta queste cose, rischiando del proprio,
    restiamo zitti, o peggio mostriamo addirittura insofferenza trasformando la
    vicenda in una nuova e fastidiosa causa di ritardo, disperati per i 5 minuti che
    perderemo quando ormai non facciamo caso ai 10 cronici accumulati in ogni
    viaggio. Per assurdo dal turbamento di non essere intervenuto sostenendo al sua
    protesta, mi trovo quasi orgoglioso di essere almeno stato zitto e non essere
    stato tra quelli che la invitavano a pagare la multa o scendere per far
    ripartire il treno.Vorrei concludere con un sincero elogio ai 2 agenti
    della PolFer: in questa triste vicenda sono gli unici a mio avviso ad uscirne
    bene. Hanno agito con il giusto mix di comprensione e fermezza: chiamati ad
    intervenire non potevano far nulla di più e di meglio di quanto hanno fatto,
    cercando in ogni modo di convincere con toni pacati la signora, e anche quando
    costretti ad usare la forza, farlo con umanità (so che sembra assurdo, ma non so
    come rendere meglio la cosa). Qualcuno potrebbe obiettare che anche il
    controllore ha fatto il suo dovere (considerazione che facevo tra me mentre
    assistevo alla scena in silenzio), ma esistono occasioni in cui è possibile
    mostrare comprensione, in cui è necessario mettere a proprio agio le persone
    spiegando bene la situazione e le opzioni disponibili e soprattutto riflettere
    meglio sulla conseguenza delle proprie scelte: davvero l’unica opzione era far
    sbattere giù dal treno una signora di 55-60 anni di ritorno da una giornata di
    lavoro?Cristian Pedrotti

     commenti
    Commenti
    116
    Lascia un commento
    Vivienne Westwood wholesale uk .
    20/03/2012 alle 06:00
    Thank you for some other great article.
    Lucas Regans .
    20/03/2012 alle 02:52
    An update on the website is lengthy overdue. One is not far off with the latest on the actual release associated with my hottest book, I promise. Happy Studying! Janet
    Bret Chihak .
    20/03/2012 alle 02:10
    Way cool! Some extremely valid points! I appreciate you writing this write-up and the rest of the website is extremely good.
    wózek widłowy .
    20/03/2012 alle 00:17
    Your way of telling everything in this article is in fact good, all can simply be aware of it, Thanks a lot.
    best deals today .
    19/03/2012 alle 23:51
    Only wanna admit that this is very useful , Thanks for taking your time to write this.
    strom vergleich .
    19/03/2012 alle 22:55
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    Gordon Wengel .
    19/03/2012 alle 21:40
    Post bookmarked and shared on facebook, I'll post a feedback on my blog too
    orange county lighting .
    19/03/2012 alle 20:49
    pretty valuable material, overall I feel this is well worth a bookmark, thanks
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 20:16
    hey there and thank you for your info – I have certainly picked up something new from right here. I did however expertise several technical points using this site, since I experienced to reload the site lots of times previous to I could get it to load correctly. I had been wondering if your web host is OK? Not that I'm complaining, but sluggish loading instances times will sometimes affect your placement in google and can damage your high quality score if advertising and marketing with Adwords. Anyway I am adding this RSS to my email and can look out for a lot more of your respective interesting content. Make sure you update this again very soon..
    chaussure timberland .
    19/03/2012 alle 16:33
    Would you be thinking about exchanging hyperlinks?
    zapatillas nike baratas .
    19/03/2012 alle 16:29
    I enjoy you because of all your valuable work on this blog. Betty takes pleasure in making time for investigation and it's really simple to grasp why. All of us notice all of the compelling way you render effective tips and tricks by means of the website and in addition invigorate response from the others on this subject and our princess is being taught a lot. Have fun with the remaining portion of the year. You're performing a stunning job.
    program do pit .
    19/03/2012 alle 16:19
    Hey there! http://www.olivierobeha.it/articoli/2009/02/6716 is exactly what I'm searching for. I'm attempting to arrange it now, but not able to make sure you. How would I display screen all popular topics? If you could enter it out I'd really regards. Please do respond! I've been looking through the night to find your website. Thanks so much, program do pit!
    Neomi Casteel .
    19/03/2012 alle 13:54
    Hi, i ought to say superb web site you have, i stumbled across it in Google. Does you get much targeted visitors?
    watercooler .
    19/03/2012 alle 11:40
    When there is no enemy within the enemies outside cannot hurt you.
    tina .
    19/03/2012 alle 09:56
    You made some first rate points there. I appeared on the internet for the problem and found most people will associate with together with your website.
    Gucci Sunglasses Wholesale Light Purple .
    19/03/2012 alle 08:19
    I have to show thanks to the writer just for rescuing me from this particular instance. Because of checking through the the web and getting things that were not helpful, I thought my entire life was well over. Being alive devoid of the answers to the issues you've fixed as a result of this guide is a serious case, and the ones that would have in a wrong way affected my entire career if I hadn't encountered your web page. Your own personal capability and kindness in dealing with all the things was very helpful. I don't know what I would have done if I hadn't come upon such a solution like this. I'm able to at this time look ahead to my future. Thanks a lot so much for this impressive and results-oriented help. I will not be reluctant to recommend your web sites to anyone who should receive direction about this matter.
    best forex tools .
    19/03/2012 alle 04:34
    Hello! Quick question that's entirely off topic. Do you know how to make your site mobile friendly? My site looks weird when browsing from my iphone 4. I'm trying to find a theme or plugin that might be able to correct this problem. If you have any suggestions, please share. Thank you!
    seokatalog .
    18/03/2012 alle 23:40
    I feel obliged to say that I’m impressed how well-written this blog is.
    Luigi Fulk .
    18/03/2012 alle 21:52
    This is getting a bit more subjective, but I much prefer the Zune Marketplace. The interface is colorful, has more flair, and some cool features like 'Mixview' that let you quickly see related albums, songs, or other users related to what you're listening to. Clicking on one of those will center on that item, and another set of "neighbors" will come into view, allowing you to navigate around exploring by similar artists, songs, or users. Speaking of users, the Zune "Social" is also great fun, letting you find others with shared tastes and becoming friends with them. You then can listen to a playlist created based on an amalgamation of what all your friends are listening to, which is also enjoyable. Those concerned with privacy will be relieved to know you can prevent the public from seeing your personal listening habits if you so choose.
    roxy .
    18/03/2012 alle 09:43
    Evviva trenitalia ! cronaca di un fatto spiacevole | Oliviero Beha!! , I like your writing so a lot of! proportion we be in contact more approximately your content on AOL? I need an expert in that space to unravel great problem. Maybe that is you actually! Having a look ahead to check http://www.olivierobeha.it/articoli/2009/02/6716. roxy
    generic viagra .
    18/03/2012 alle 06:13
    I just came across this post through a Google search and found it to be rather interesting. Thanks for writing this.Generic Viagra
    international business coach .
    17/03/2012 alle 23:13
    Merely wanna remark that you have a very decent internet site , I enjoy the design it actually stands out.
    author .
    17/03/2012 alle 22:12
    Very interesting subject, thank you for posting.
    mieszkania kraków centrum .
    17/03/2012 alle 21:32
    Hurrah! It's also fastidious article about JavaScript, I am truly eager of learning JavaScript. thanks admin
    steven .
    17/03/2012 alle 21:31
    It’s onerous to seek out knowledgeable people on this topic, but you sound like you know what you’re talking about! Thanks
    rosetta stone french .
    17/03/2012 alle 21:09
    http://www.top-rosettastone.com/index.php?main_page=product_info&cPath=9&products_id=1
    sale viagra .
    17/03/2012 alle 20:09
    Found your blog on Google and I just needed say keep up the elegant work!And here is my site Buy Viagra
    Viagra Online .
    17/03/2012 alle 12:31
    This is good. The second paragraph also made a couple good points. I liked it.Generic Viagra
    przeprowadzki szczecin .
    17/03/2012 alle 08:42
    Great blog here! Also your website loads up very fast! What web host are you using? Can I get your affiliate link to your host? I wish my site loaded up as quickly as yours lol
    Polo lacoste .
    17/03/2012 alle 07:32
    Great post,thanks,That is what I really want to know.
    adidas originals trainers .
    17/03/2012 alle 01:03
    Your positions usually have got a decent amount of really up to date info. Where do you come up with this? Just saying you are very innovative. Thanks again
    traduccion jurada .
    17/03/2012 alle 00:42
    Hi, i think that i saw you visited my site so i came to “return the favor”.I'm attempting to find things to improve my website!I suppose its ok to use a few of your ideas!!
    Read More .
    16/03/2012 alle 21:21
    This really answered my problem, thank you!
    Fermin Jarnagin .
    16/03/2012 alle 18:30
    great issues altogether, you just won a new reader. What may you recommend in regards to your post that you made a few days in the past? Any sure?
    meat slicer .
    16/03/2012 alle 15:01
    Hello - I must say, I’m impressed with your site. I had no trouble navigating through all the tabs and information was very easy to access. I found what I wanted in no time at all. Pretty awesome. Would appreciate it if you add forums or something, it would be a perfect way for your clients to interact. Great job
    I am extremely impressed with your writing skills and also with the layout on your blog. Is this a paid theme or did you customize it yourself? Anyway keep up the nice quality writing, it’s rare to see a great blog like this one these days..

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook