• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Lavoro: il governo non manometta il testo unico sulla ...
    23
    mar.
    2009

    Lavoro: il governo non manometta il testo unico sulla sicurezza

    Condividi su:   Stampa

    Oliviero Beha firma e sostiene l'appello di Articolo21Il governo ha annunciato, ma speriamo si tratti di un falso annuncio, che nel prossimo Consiglio dei Ministri intenderebbe manomettere il testo unico per la sicurezza sul lavoro approvato nel precedente governo e peraltro in larga parte ancora disatteso. Si parla insistentemente di un'ulteriore riduzione delle sanzioni e delle pene peraltro molto esigue che vengono in molti casi sostanzialmente aggirate per mancanza dei necessari controlli. Intenzioni che non ci piacciono affatto e che sono in assoluta sintonia con le posizioni piu volte espresse dalla parte più aggressiva della Confindustria. Qualche giorno fa il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha fatto di questo tema un tratto distintivo del suo mandato aveva invitato tutti a non abbassare la guardia anche e soprattutto in questo periodo di grave crisi economica e sociale.

    I provvedimenti annunciati al di là delle giustificazioni fornite non vanno in questa direzione. Per queste ragioni Articolo21 ha deciso di lanciare una campagna e una raccolta di firme per chiedere al governo di non assumere questa decisione e di non portare questi provvedimenti al prossimo Consiglio dei Ministri. FIRMA L’APPELLO

     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    margherirosa .
    eh no…! egregia Maria56. Come diceva-e-anzi-recitava pure quella famosa pubblicità: “no money, no party…” and no holiday…!! ovvero nun c’è ’na lira, manco pe’ chiagne! in genere in lungo e in largo per lo Stivale, di questi tempi sopratutto [e anche Pulcinella, da par suo, diceva più o meno lo stesso e a suo tempo, a suo modo e nel suo dialetto, ovviamente]. Per cui, si resta o tocca restare, e sopratutto oggi come oggi, chissà per quanto tempo ancòra, al palo…… Speriamo poi sì, in futuro, chissà, [e, magari, senza la crisi di oggi, e pure senza Berlusconi, finalmente], di andare, a vele più sciolte, almeno un tantino, e di stare più sereni, e così poterci permettere tutte le vacanze di questo (davvero pazzo-pazzo) mondo…, e diventare perché no finanche “multiproprietari”…… Quanto al resto, un sincero in bocca al lupo...... Saluti.
    maria56 .
    Volevo sapere se qualcuno ha avuto a che fare con il club Televacanze per l'anullamento del contratto di multiproprietà e se è andato a buon fine. Vi prego di rispondermi al più presto perchè mi restano pochi giorni per disdire il contratto preliminare con loro. Grazie

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook