• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Lo scrittore ospite alla manifestazione “vie d’acq...
    29
    apr.
    2009

    Lo scrittore ospite alla manifestazione “vie d’acqua”: «ma non è antipolitica»

    Condividi su:   Stampa

    Acqua, nessuno ci dice che la vogliono privataIl giornalista Beha: «L’Italia è in coma, la democrazia finta Manca la consapevolezza: politica e media i responsabili»da Il Giornale di Vicenza del 26/04/2009«Ci manca la consapevolezza». È una questione di «cultura» e di «informazione». E quindi di «politica», nel senso nobile del termine, «non il comitato d’affari cui si è ridotta oggi». Parla di acqua, il giornalista e scrittore Oliviero Beha, di «questo bene comune vitale e fondamentale, ma assente dal dibattito pubblico», con tutti i rischi connessi. Parla di acqua - perché è il tema della manifestazione “Vie d’acqua” cui è stato invitato - ma in realtà allarga presto lo sguardo a tutto il sistema: «Manca la consapevolezza di quel che accade attorno a noi: siamo un Paese in coma, una democrazia svuotata, soltanto formale».A dialogare con il noto giornalista, ieri sera a Ponte S. Paolo, c’erano Giancarlo Corò, presidente di Acque Vicentine, e Marco Scorzato, del Giornale di Vicenza. Ma la scena è di Beha. Strenuo difensore dell’acqua come «bene pubblico» e come «servizio», quindi critico nei confronti della recente piega legislativa; «La legge 133 dell’agosto scorso - ricorda - vuole l’ingresso dei privati nella gestione dell’acqua. E chi di voi lo aveva capito?».

    Un problema di consapevolezza. E perciò di informazione che, dice, non c’è. Beha è un fiume in piena e rimbalza con continui parallelismi dal tema dell’acqua al Paese malato. «Anche l’informazione dovrebbe essere un servizio, ma è sempre più un prodotto, nella deriva aziendalista di questo Stato». Nel mirino c’è «Berlusconi», ma anche «D’Alema e gli altri». «Almeno Berlusconi dice le cose come le pensa, quando non dice bugie: fa capire, ad esempio, che il Parlamento è un impiccio». E «ha buon gioco», secondo Beha, perché la contrapposizione al Cavaliere e all’aziendalismo si è ridotta alla «farsa dell’inefficienza del pubblico».Beha, che spara a zero su politici e giornalisti, accenna al caso Dal Molin: «Non è una questione vicentina, ma una questione di democrazia», prima che Corò riporti il tema del confronto sugli aspetti industriali della gestione dell’acqua. «Bene comune», dice l’economista, «ma la cui gestione ha dei costi enormi: servono capitali». Privati o pubblici? Corò non disdegnerebbe «il contributo di quelli privati, pur mantenendo il controllo e la regolazione da parte del pubblico» e invita ad abbandonare approcci ideologici. Beha la pensa all’opposto, dicendo che «se l’acqua è importante dovrebbe diventare una priorità del pubblico» e quindi «le risorse si devono trovare». E ricorda quanto la privatizzazione delle acque minerali abbia «condizionato i consumi della gente e condizionato l’informazione su questi temi».Il giornalista-vulcano rifiuta l’etichetta di “megafono dell’antipolitica”: «Io sono qui a fare politica, contro il comitato d’affari», ribatte. E a chi gli chiede “che fare” per non abbandonarsi al qualunquismo, risponde: «Da soli non possiamo fare nulla, ma ognuno può fare la sua parte per migliorare le cose: ci vuole un concorso culturale collettivo. Ammesso che vogliamo che cambi questo Paese, che la democrazia vera la vogliamo davvero».

     commenti
    Commenti
    9
    Lascia un commento
    margherirosa .
    ah sì ? e và a finire che S. dice pure “E adesso parlo io…” [!]: 1) lui dice che la moglie fà la nonna, e invece lui cosa fà…? il “conquistatore” di giovani donzelle ?; 2) poi secondo lui le donne del Pdl bagnerebbero il naso agli uomini, anche quelli “veri” ?, chissà, e pertanto ne sarà stato contento ad esempio uno come La Russa…; 3) niente veline e né donnicciole, ma solo plurilaureate e manager di classe, belle, anzi stra-fxxxxx; tutto ciò fa morir d’invidia il Pd, che peraltro non sopporta il suo gradimento personale e del governo che è al 75%; 4) certe donne sono il parametro dell’efficienza, e della credibilità, del Pdl [!]; 5) dimentica però la maleducazione della Prestigiacomo, ad esempio, e iol sui comportamento infantile nel fare le mosse, le boccacce, in diretta, al sen. F.Colombo; 5) e poi il Pd avrebbe sempre la sòlita tattica, quella dell’attacco personale, per l’invidia, per incapacità a “convincere” le belle donne; perché la bellezza verrebbe prima delle reali capacità!; 6) la stampa della sinistra poi, adiùva gli attacchi, e lancia menzogne su menzogne; 7) la povera moglie sarebbe caduta in una sòrdida trappola ordita ai suoi danni e della loro famiglia; anzi “quella” della moglie, ormai…; 8) ci si dimentica ancora una volta degli inquisiti, di chi è sotto indagine, o addirittura in via di ammanettamento ? [finalmente], e via discorrendo…; 9) viceversa lui lancia la notizia d’una sua idea per l’università e per la ricerca, quella della fxxx? [beh nel caso la cosa mi interesserebbe] Eppure, dico io, dopo i recentissimi casi di guarigione, miracolosa, in quel di Lourdes [e che sono immediatamente diventati “materia di indagine e di informazione”, in Rai e Mediaste], perché non prova anche lui a farsi benedire; e perché ormai sembra che sìa questa davvero l’unica via d’uscita rimastagli…… Saluti [p.d.s.: se nel frattempo decidesse di starsene un pochino zitto, e mosca, già sarebbe ciò un fatto assolutamente eclatante e quasi-miracoloso; perché, in fondo, ogni redenzione reale, credibile, avviene sempre piano-piano… per gradi…, sobriamente e responsabilmente, e già se lui conoscesse il significato concreto di queste parole, e concetti e valori, che non sono soltanto mie……].
    margherirosa .
    …e sulla vicenda del premier, alle 10.57 Televideo ha lanciato la presa di posizione del quotidiano cattolico “Avvenire”: “Sappiamo che un uomo di governo va giudicato per ciò che realizza, ma la stoffa umana di cui un leader e i valori di cui riempie la sua vita non sono indifferenti e si continua a coltivare la richiesta di un presidente che con sobrietà sappia esser specchio…, il meno deforme possibile…, all’anima del Paese; inoltre il sospetto, per chi gestisce la cosa pubblica…., può esser peggiore di una verità scomoda”. E poi, già nell’editoriale, in parte pubblicato su Televideo, in un secondo momento si aggiunge pure che: “È una vicenda che preoccupa…”; appunto, non vengono risparmiati commenti né sulla first-lady, e né sul premier……. E Mediavideo invece, alle 18 circa, ancora tace; questa è ancora una volta in cui le ‘vie’ dell’informazione non coincidono, né nei così detti tempi, e né nei modi…, etc., e pure in tali situazioni divergono nettamente /tragicamente e si separano…… Eh sì, sulla via di…… [?]. Saluti
    margherirosa .
    viceversa e sempre su Mediavideo, una notiziola gustosa assai: nella bergamasca due amanti di già lunga frequentazione-tempo, entrambi sposati, [e con rispettive prole], e che lavorano nello stesso centro commerciale, con mansioni di cassiera e di guardia giurata, si son dovuti rivolgere al 118, e per via di una effusione erotica a quanto pare sì particolarmente focosa…; infatti, sono stati trovati, a causa di questa performance amorosa-erotica, in una posizione e in già condizione tale da doverli portare [come si dice in questi casi] “nel più vicino ospedale” ancora avvinghiati, nel mentre erano nella toilette del centro commerciale e dove evidentemente “un qualcosa deve esser andato storto”, come rècita sempre il testo della notizia; perché il virgolettato e il testo sono importanti…, e talora parlano da soli…… Saluti.
    margherirosa .
    ….p.d.s.: ci sono notizie di quel folto gruppo di persone, di quella folla di curiosi che cominciava a radunarsi ed assieparsi, in un improvvisato sit-in, in quel di Arcore davanti alla Villa S.Martino…? [proprio la villa di S.]. O viceversa a loro pure, inevitabilmente, ne è stata data già una ragione dei fatti…?, [avvenuti peraltro a ciel sereno o non-troppo], per cui gli è stato dato lo sciogliete le righe, e tutti a casa…, e in pratica il già famoso “fuori dalle balle”……?? Chissà. Dopodiché come dice il detto: “sotto a chi tocca”…, perché tanto e per fortuna la vita del Paese continua…… Saluti
    margherirosa .
    …ma no! Oliviero, no !! La Juve non si stà via-via sciogliendo, [al sole / all’aria], perché non è un una specie di pupazzo di neve…, ma è solo che i titolari e pure la panchina mancano, e ciò si vede; piuttosto diciamo che, l’Inter, nei momenti in cui poteva subìre il contraccolpo, di risultati negativi o deludenti, come era nelle sue caratteristiche [e come i tanti pareggi di una volta] è stata più volte aiutata a vincere o a pareggiare e a muovere quindi la famosa classifica, e a mantenere un distacco significativo, eccessivo, sulle inseguitrici, e che non è lo specchio della realtà dei valori e pure del campionato… Infine, non c’azzecca granché, ma….. a Menenio Agrippa, preferisco alla grande la stupenda Maddalena Crippa che mi pare conservi un fascino davvero incredib[bbbbb]ile…, ed alla luce del sole, senza trucchi…… Saluti [p.d.s.: Anna, hai visto che Oliviero si è presentato in veste sportiva, ….e senza cravatta, e un simpatico e elegante accostamento camicia-giacca ?, forse la tua mail, poi non così critica, di domenica scorsa, l’ha / l’avrà pur letta, e quindi ha abbandonato ogni mìse sìmil o tipo-clerical……][e cosa dirà / ammetterà Oliviero, su quel gol annullato al Toro ?]… (e-mail post Tg3)
    margherirosa .
    …ed ora Silvio dice: “vicenda dolorosa personale, che rientra nella dimensione privata, e di cui mi pare doveroso non parlare”; e su Mediavideo si aggiunge che ad Arcore, a Villa S. Martino oltre al presidio da parte dei CC, và aumentando la folla di curiosi…… E, appunto, tre sono poi gli aspetti curiosi, e adesso come adesso, quantomeno, della vicenda: 1) il dolore poteva essere un sentimento universale e di attenzione ai problemi reali, e della collettività, del Paese; 2) la dimensione privata che lui stesso non avuto la intelligenza e la perseveranza di curare adeguatamente; 3) se lui, sinora avesse fatto poco lo sboròne, lo spaccone sempre e comunque e quant’altro e non avesse esagerato in tutto e di più, sarebbe stato di certo più simpatico, almeno a un qualche italiano di più un poco o pure solo un pochino-ini-ino… Bah…! Curioso ciò, nevvero ? Viceversa, la signora Lario ha detto che “lei non poteva ormai fare diversamente, e che proprio non ce la faceva più a…”. … Saluti [e-mail post-90°]
    margherirosa .
    [p.d.s.: Oliviero alcune domande per lei, sul calcio… e chissà se magari volesse rispondere… 1) lo stopper da affiancare a Chiellini in Nazionale, [e anche se a F.Cannavaro gli si augura lunga vita], potrebbe essere il “suo” Gamberini [pure dal rendimento alterno] oppure già un altro giocatore più giovane o lo stesso C.Panucci ? [che agli Europei si è peraltro comportato abbastanza/decisamente bene]; tenendo conto che Nesta non cambierà idea; 2) e va a finire che, alla fin-fine, la Fiore dovrà dire grazie proprio a uno come Vargas per queste reti di fine-stagione…. quasi-determinanti, e che potrebbero significare aggiudicarsi i preliminari di Champions…; 3) se Prandelli dovesse lasciare, l’ideale sarebbe un nuovo allenatore come il “sergente di ferro” Del Neri; come a dire passare, dal famoso e elegante foulard, più o meno accademico, alla disciplina-vera-e già poche-chiacchiere-e-basta…? [l’ex dell’Atalanta mi ha semplicemente impressionato per decisione e quant’altro…]; 4) sarebbe fattibile una difesa a tre, per la Juve [con Chiellini, Legrottaglie e lo stesso Cannavaro], in una versione che peraltro passerebbe pari-pari pure in Nazionale…; 5) meglio il/un Tardelli di ieri e piuttosto che un Kuz di questi tempi odierni…? e peraltro uno come Marchisio ad esempio ce lo scordiamo…?]. Saluti (e-mail h. 11.45 passate).
    margherirosa .
    …Eh sì!! era vero quanto già dicevano La Stampa e Repubblica: Televideo alle 11.27 conferma le cosidette indiscrezioni, giornalistiche, secondo cui Veronica Lario si sarebbe rivolta a un avvocato [divorzista] per esprimer la volontà (dopo il matrimonio nel 1990 con S.) di “…chiudere il sipario sulla vita coniugale, e di volerlo fare da persona comune, e perbene, senza clamori; di voler anche evitare lo scontro…”; Mediavideo aggiunge che sinora nessun commento è pervenuto da Palazzo Chigi… E così pare che il Comunicatore-minimalista dovrà accusare un colpo da quasi-k.o.; forse avrà una battuta per giustificare e commentare, col suo ampio sorriso, anche questa vicenda……? tutto ciò da buon “incassatore”…? …… Saluti.
    margherirosa .
    …mmmhhhmmm, uno sguardo accigliato, quasi-fulminante, che definirei, [e non azzardatamente], già molto più che semplicemente attento-&-severo, addirittura severissimo; e non vorrei essere nei panni della persona che forse, o anzi probabilmente, in quel momento stava intervenendo, e aveva azzardato di alzar la famosa manìna, stava dicendo la sua-propria-idea, in mèrito, e per interrogare gli intervenuti etc…… una cosa che già qui, da queste parti non succederebbe poi tanto facilmente [come altrimenti succede per fortuna altrove] e ciò non solo per semplice “timidezza”, oppure non ve ne sarebbe tempo…, occasione, d’intervenire, e sopratutto se l’ospite in causa fosse un qualcun- altro, di mia (ormai) precisa conoscenza; e intendiamoci, l’allusione non è a allo stesso Oliviero… ma a “quello” del giovedì-in-Rai-Tv2… Ci siamo capìti, vero ?? Ma che ironia assai poco “velata” o addirittura “politica”, o simil-tale, questa…? boh….[comunque simpatica, almeno credo]. Saluti. e-mail delle 11.00 passate

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook