• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > A tragedia avvenuta in sardegna…
    27
    mag.
    2009

    A tragedia avvenuta in sardegna…

    Condividi su:   Stampa

    A tragedia avvenuta, come sempre, i media scoprono cosa si nasconde dietro a certe scelte:http://tv.repubblica.it/copertina/il-documentario-denuncia/33184?videoMa invece di fare il "commento al dopo", invito a riflettere sulle analisi che sono state fatte prima, per una volta. Sulla complessità che si staglia dietro gli ennesimi operai morti sullavoro, un lavoro di subappalti al massimo ribasso, e sulle denunce in proposito di Medici che al giuramento di Ippocrate non antepongono nullaltro, quando devono valutare certi impianti. E quelle analisi, impietose, inconfutabili, non hanno cambiato assolutamente nulla a prescindere se sono state condotte da ricercatori indipendenti, o giornalisti inascoltati persino dal proprio giornale..Quel che c'è dietro la Sarlux sarebbe il "liberismo all'italiana":http://www.ecceterra.org./docum.php?id=%20790

    La Sarlux in Sardegna ottiene utili maggiori col riprocessamento delle scorie rispetto alla raffinazione del petrolio: esempio lampante degli “imprenditori all’italiana”, cui bisogna elidere l’iniziale “IM”.Pensiamoci quando diranno quanto venivano pagati quegli operai. Pensiamoci quando il meccanismo dei subappalti al massimo ribasso verrà mantenuto esattamente così come esiste, insieme all’altra genialata all’italiana: la prescrizione.
    Pensiamoci sapendo che se anche non si tifa Inter (o Sampdoria) lo stipendio di Adriano (o Cassano) l’hanno pagato tutti gli italiani senza saperlo anche se tifano Chievo.
    Certo non è “colpa” di Moratti che per l’Inter possa spendere qualunque cifra, ma dello Stato che illegittimamente gli elargisce denaro pubblico: http://www.decrescitafelice.it/?p=37
    Pensiamoci quando Fabio Fazio avrà sulla poltroncina Massimo Moratti che gli racconta QUANTO il suo gruppo investe sulle rinnovabili (straordinario) e la “seconda domanda” sulle centinaia di milioni (inquinando la collettività a pagamento) col meccanismo dei Cip6 non arriverà.Pensiamoci quando Berlusconi dirà di non aver “messo le mani nelle tasche degli italiani”, o Bersani farà dichiarazioni sugli italiani “che non arrivano alla fine del mese”.
    Dal 1992 al 2007 i profitti privati con denaro pubblico via Enel col meccanismo banale e immondo dei Cip 6, assommano ad almeno 53 miliardi di euro.E non sono opinioni, sono dati di fatto, scritti nero su bianco su documenti statali.Quello protocollato GSE (Min. Finanze) che fornisce il dettaglio degli anni 2005 – 2006 lo trovate anche alla lista documenti del mio sito www.buonsenso.info Non è materia opinabile, non ci vuole una “grande inchiesta”.
    E questa nocività assistita con denaro pubblico, fagocitando gli incentivi necessari alla “green economy”, va avanti come se niente fosse anche se calpesta la direttiva 2001/77.In barba al Protocollo di Kyoto.Il (sic) “piano nazionale degli inceneritori”, ad esempio è previsto dalla legge n. 210 del 30 dicembre 2008 (30 dicembre… dei veri stakanovisti) ed è appoggiato con entusiasmo da PDL come da PD, UDC, IDV, Lega etc etc. Datutti i Partiti oggi presenti in Parlamento.E vabbè, male che vada pagheremo le multe all’Unione europea perchè qualcuno continui a raccontare agli italiani dello Sviluppo-del-Paese. Sviluppo?Sviluppo di cosa, o meglio, di chi?Cosa bisogna fare invece, è cosa arcinota e pure conveniente:http://www.greenpeace.org/italy/ufficiostampa/rapporti/efficienza2020pensiamo solo cosa potrebbe essere la Sardegna sviluppando efficienza e rinnovabili: divenire in pochi anni quasi indipendente a livello energetico….ma Lor-Signori devono vendere rigassificatori, centrali nucleari, centrali a carbone, turbogas e inceneritori.Roberto Piraniwww.buonsenso.info
    PSQualcuno ogni tanto mi chiede perchè è nato un movimento come Per il bene comune, perchè come candidato Premier alle ultime elezioni c’era uno scienziato come Stefano Montanari e non qualche “esperto di politica”. Perchè mi sono lasciato coinvolgere, anche.Risposta: perchè non se ne può più dei liberisti-all-italiana.Perchè il benessere e la vita non possono essere soggiogate alla logica del profitto a tutti i costi, specie se pagati con denaro pubblico. “Loro” lo chiamano “sviluppo”, altri hanno già dimostrato che ridurre gli sprechi conviene e si vive meglio. Invito a leggere “L’anticasta, l’Italia che funziona” di Marco Boshini, edizioni EMI e a sviluppare i metodi creati da www.comunivirtuosi.org a prescindere da come la si pensi politicamente.Almeno questa è una richiesta ragionevole, e non si chiede ai media di essere degli eroi alla Roberto Saviano: si chiede il minimo, di raccontare quel Paese che pochi conoscono.O dallo sviluppismo bipartisan, non se ne esce.

     commenti
    Commenti
    7
    Lascia un commento
    Anna Edna .
    Oh, Antonio, ormai mi conosci e mi prendi per l'Oliviero, ed io in questo deserto che devo fare? Non resisto, e sì, confesso che con lui, ogni volta che capita, e per fortuna ultimamente spesso, mi rifaccio occhi ed orecchie. Giovedì, l'ho incrociato a gran bella sorpresa in coda al tg3, con la bella chemise purple portata con estrema, elegante naturalezza e che ti ha scatenato very compliments, oltre alle cose interessantissime che, come te, gli ho sentito dire soprattutto in battuta o nanosecondo finale, con quella sua aria sorniona che passa velocemente dai toni introduttivamente pacati a quelli incalzanti della analisi/denuncia e della morale con ll rimproverante interrogativo rivolto più o meno a tutti e che da tutti aspetterebbe risposta o riflessione. Non l'ho visto a "uno mattina" perchè devo averti già detto di avere un insopprimibile rigetto per il fatuo e vacuo, e non solo quanto a sguardo, cucuzza secca; l'ho invece seguito attentissimamente lunedì mattina ad Omnibus, dove pare tu non lo prenda m ai anche se vi capita sovente, era in formissima, come quasi sempre l'unico a distinguersi in quei consessi a direil giusto e il vero, e mi è piaciuto assai, lui che con le signore è solitamente misurato e galante, quando a dei rigiri inconsistenti e pretestuosi del'Armeni sull'immoralità imperante reagiva con scocciata sufficienza e a braccia rassegnatamente conserte, con l'aria di Romeo, er mejo gatto der Colosseo degli aristogatti cartoons, ad azzerare i vaniloqui di oggi fatti quotidianamente in quel pollaio come altrove, faceva notare che le cosucce che appassionano oggi gli altri che addirittura vi trovano tracce positive, come la ridicola Ritanna che a parole disdegnerebbe la sinistra dei bicchieri di cristallo e posate d'argento a favore della presunta, forse troppo unta e perciò scivolosa, semplicità del premier acchiappapopolo, lui le aveva previste e scritte quattro anni fa nel suo "crescete e prostituitevi". E la bertinottiana incassava con i suoi labbroni ed i suoi vistosi ritocchini di destra che l'avvicinano sempre più al bel mondo delle lib(bbbb)ertà che vorrebbe vanamente o fintamente avversare. Più o meno come il suo pig-malione Fausto che sempre lì ad Omnibus qualche giorno prima, a chi gli faceva notare che forse la frequentazione di certi salotti (M.Angiolillo) lo avevano estraniato dalla sua base, se ne usciva con la bestialità che se essere di sinistra vuol dire non imbroccare i congiuntivi allora lui non è di sinistra. Cafone, ingiusto, ingrato e maleducato, oltre che già sadico. In un'altra precedente puntata, sempre presente L'Oliver, se l'era cavata con buona performance la nostra compatriota C. Lasorella. 'Ntò, la presente è notturna, h. 2.10 del 31/05/009 e,con l'insopportabile voce d S.B. che in sottofondo sbraita contro tutti ti saluto affettuosamente come sempre dalla ridente cittadina del primissimo ponente ligure, come avevi già di tuo esattamente intuito. A presto, e chissà con che novità. A.E.
    margherirosa .
    ed è poi evidente una cosa: il fatto che Oliviero sa esser anche molto-mattiniero, all’occorrenza… e poi è in un periodo di forma quasi-smagliante……, [inusitatamente e nonostante “l’età”, e per certi versi], e anche se quando parla della sua fiore diventa o può diventare un tantìno…., sì, ma appena-appena s’intende…; a tutti è concesso di lasciarsi andare, di tanto in tanto, in fondo… Saluti [p.d.s.: e comunque che tragedia questo neo-dùo B&B, con S. che propone un ordine dei cosidetti avvocati accusatori e di predisporre dei test psicologici attitudinali continuativi…; e poi, una riforma con un solo grado di giudizio…; e parla di grumi eversivi presenti nella Magistratura…; e invece, da parte sua, il ministro B. prima parla di poliziotti panzoni, per poi scusarsi e dire che si trattava solo d’una battuta scherzosa…!] [ma, alle 20.15, ci pensano i genitori di otto studenti universitari deceduti nel terremoto de L’aquila, a mettere i puntini sulle i: rifiutare la cerimonia di conferimento della laurea honoris causa, dedicata alla memoria…, perché non accettano manovre elettorali e tutto quanto altro di correlato….] [e, se già qualcuno si chiedesse cosa dice nell’occasione Mediavideo, beh, tace, in ottemperanza di quel vecchio adagio che recitava: ….] [Oliviero stasera era di nuovo su Tg3, con una sfavillante camicia viola e con giacca mmhhhhh !!! very compliments…; e sopratutto ha detto cose interessantissime…, come sempre …][e-mail delle 21 circa]. Cià
    margherirosa .
    ...a proposito, [e data per scontata la bontà della coscia lunga della Eleonora Daniele...], secondo voi è più convincente o anche coinvolgente lo sguardo attento e talvolta severissimo di Oliviero o quello altrettanto bello / bellissimo e allo stesso tempo già un tantìno "fatuo" o addirittura quanto-vuoto di Michele...? In questa sorta di sondaggio, "al volo", non si vince nulla, è ovvio...... Saluti
    margherirosa .
    àzz' ! stamattina Oliviero era ospite a "Uno mattina", di fianco alla coscia lunga di Eleonora, ma non lo sapevo e per caso ho acceso la tele, e zappingato ed intercettandolo quando oramai però era troppo tardi...; avrà di certo parlato della finale di Champions...... Saluti [p.d.s.: quanto le odio queste modifiche nella impaginazione del sìto..., grrrr....!!!!! certe novità mi fanno incazzare...]
    margherirosa .
    …p.d.s., stavolta, ed eccezionalmente…, senza parentesi quadra: giusto per la cronaca, vi dico che mi trovo stasera ad aver iniziato a risolvere un altro schema, di quelli abbastanza tosti ed una delle definizioni diceva “Il Giovanni, conduttore di Ballarò”, àzz’ ho pensato, così giovane, e pure lo si trova sulla Settimana ?; e questo mi ha dato la stùra per una spiritosaggine juventina, ovvero per la definizione “L’Alessandro, campione della Juve”, e la risposta che incrocia perfettamente è quella di Birindelli…[e questa battutòna quasi sfiora la vera e propria satira calcistico-“politica”…] e poi tutto ciò è sullo stesso numero dell’altra volta che devo ancora finire perché è vero sì sono lento; e il caldo improvviso di questi giorni è davvero sfiancante…, quasi-quasi-più di Silvio……… Saluti
    margherirosa .
    ehi ! e per dire una cosa così furba, poi ti congedi con quell’espressione…? così seriòsa! già meglio questa .-$ no? oppure anche .-() che ci ricorda in qualche modo la “bocchetta” del serbatoio, dove inserire la pompa, nel fare rifornimento [quando si rischia di colmare la famosa misura], o oppure-oppur quella cosa che si chiama zìa-Rosa [che ancora una volta non ha alcun legame o allusione al mio nick…]….. Saluti [p.d.s.: e si potrebbe /dovrebbe sculacciare tutti gli inter(n)isti sopratutto, ed invece alle interiste, alle belle micìne, di ogni ordine e grado, già tanti ma tanti bacini-bacini…..][e poi ad esempio, carissimo Chip, alla Torres o la Gennergentu proprio un bel niente…??!!!??]
    Chip En Sai .
    Quantomeno bisognerebbe penalizzare l'Inter di Moratti con la retrocessione... togliergli tutti e quattro gli scudetti e attribuirli al Sarroch o al Cagliari! .-|

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook