• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Scambio di opinioni
    21
    set.
    2009

    Scambio di opinioni

    Condividi su:   Stampa

    Caro Oliviero, scusami se mi rivolgo a te dandoti del tu, ma è un mio limite. Mi risulta più facile esprimermi così. Ho spesso seguito trasmissioni TV nelle quali personaggi “autorevoli” analizzavano situazioni economiche e politiche nazionali. Inutile dirti che, il mio modo di interpretare i fatti, si avvicina molto a quello che, intuisco, tu hai più volte espresso. Ho frequentato i blog internet di IDV e Grillo, restandone complessivamente deluso. Provo, quindi, anche col tuo, sperando in una evoluzione diversa. Nell’illusione forse di veder nascere una corrente di pensiero governata dal “buon senso”, finalmente libera dai condizionamenti partigiani e dagli inquinamenti ideologici.

    Il tema sul quale mi piacerebbe confrontare le più disparate opinioni è quello della “ripresa economica” che viene globalmente sbandierata come “imminente”. Ritengo che nel nostro paese sia impossibile perché qui, le regole del “mercato”, sono più che altrove stravolte da notevoli interessi ottusi e faziosi. La “fiducia” e “l’ottimismo” quali strumenti “risolutivi” possono solo diventare strumento per “grattare definitivamente il fondo del barile”. Il “libero mercato” si esprime compiutamente solo in ambienti dove la “capacità di spesa” sia diffusamente distribuita; dove la libera iniziativa sia sì controllata… ma non frenata nelle “oneste espressioni”. Non può esistere in un mondo dove, con denaro pubblico, vengono finanziate le attività che, con imponenti speculazioni, hanno provocato questa crisi dapprima finanziaria poi totale.Testimonianza di ciò è l’andamento di “prodotti merceologici” spinti dalle speculazioni. Il loro prezzo in costante ascesa, malgrado la riduzione dei loro consumi, contravviene alla principale regola del “libero mercato” che, nella fattispecie ne prevede la rapida riduzione. Al momento, nell’attualità, è sotto l’occhio di tutti l’andamento del prezzo al barile del petrolio. I consumi diminuiscono ed il prezzo torna a salire. Come all’inizio della crisi, quando con le speculazioni finanziarie si scommetteva sulla sua crescita, trattando prodotti “virtuali ma rappresentativi delle merci” in quantità talmente grandi da non essere ottenibili nella realtà. Che generavano “valori di riferimento” da trasferire nel “mondo reale”. Le attività finanziarie che hanno prodotto lo sconquasso sono state salvate e rifinanziate. Non sembra però che sia stato impedito di riprendere il loro distruttivo gioco.Carlo Guglieri

     commenti
    Commenti
    4
    Lascia un commento
    margherirosa .
    …e quasi a battere ogni record “di velocità” ecco che la notizia circa il convegno su “Mafia pulita” su televideo che aveva in un primo momento riguardato principalmente le dichiarazioni e proposte della Marcegaglia e che poi aveva visto anche quelle, più ampie, del presidente G.Fini, è stata tolta stamattina, pochissimo tempo dopo l’invìo della mia e-mail [sorta di segnalazione; se appunto così vogliamo chiamarla]; e a stretto giro di news [e di moderna posta elettronica], ecco che vengono le “notizie”, [stile-spot propaganda], che riguardano ancora una volta i proclami del premier. Ma, c’è anche per fortuna la presa di posizione della Cei, che, a margine del Cep, nel suo documento finale afferma e denuncia come sìa calato un preoccupante silenzio anche sulla Questione Meridionale [sì lo scrivo in maiuscolo], e con un appello a tutte le forze positive…, [politiche ??], e tale clamoroso silenzio c’è pure in presenza di preoccupanti fenomeni di crisi economica e quindi serve fare perno sulle forze in grado di dare attenzione alle problematiche di base, e, ciò nella inevitabile coscienza-consapevolezza di appartenere a un’unica Nazione…; inoltre, c’è un allarmante degrado del vivere civile, e occorre segnalarlo nonostante il pressante clima di intimidazione contro la Chiesa appunto e nella certezza del suo ruolo di presenza costante, leale, e costruttiva; così come si denuncia quei messaggi distorsivi reiterati, della realtà, e di stili di vita assolutamente diseducativi…… Saluti
    margherirosa .
    …ed oggi ad esempio televideo rilancia anche il Fini-pensiero che, sempre nella stessa sede di cui sopra ha detto: 1) la politica sìa [stìa] fuori da sospetti di collusione mafiosa e quant’altro; 2) e non bastano la magistratura e le forze dell’ordine per sconfiggere la mafia; 3) occorre il coinvolgimento della società civile, [ovvero i famosi e cosiddetti Cittadini ???], perché la lotta non và delegata solo alle istituzioni…; 4) occorre in pratica una piena condivisione, di strategie, &, etc, etc … Parole ?? in fine dei conti; sì, belle parole e null’altro ??? Saluti
    margherirosa .
    …e [guarda-caso] proprio oggi è la Marcegaglia che in un ampio dibattito, sul libro “Mafia pulita”, afferma che occorrerebbe un patto nazionale anti-mafia, [o meglio le mafie, ed anzi tutte le mafie], l’organizzazione più sulla bocca di tutti e che riesce a divorare la economia legale riuscendo pure a reinvestire i profitti derivanti dalle sue tante attività illecite-criminali, anche/proprio nelle aziende o meglio in quelle aziende in grave difficoltà per la crisi mondiale; e ecco così che lancia una sorta di patto nazionale, tra le varie forze politiche, per battere questo cancro e àuspica anche quella grande mobilitazione, dal basso, cioè dei Cittadini, per sostenere sì la battaglia degli imprenditori contro il pizzo ad esempio… …. Saluti
    margherirosa .
    …egregio Carlo, non me ne intendo di economia, sono un assoluto-&-totale profano ma ciò che mi toglie il sonno, [o quasi], è che nel momento della eventuale ripresa economica, a cui tu accenni, ci sìano pure quelle condizioni di inevitabile “euforia”, fin troppo ampie e internazionali, tali da poter consentire ai grandi gruppi malavitosi di inserirsi nei meccanismi, e nelle “maglie” inevitabilmente più ampie o sfilacciate del mondo finanziario e via discorrendo, per-e-allo scopo di fare e duplicare o più i loro loschi affari; tèmo sì che la cosiddetta guardia non possa essere adeguatamente vigile, a proposito, nei controlli e in attività di contrasto e quant’altro, e ciò già con tutte le conseguenze del caso…; e sopratutto la nostra situazione pur particolare-difficile potrebbe esser appetibile proprio a chi fà affari, sempre e comunque e senza andare troppo per il cosidetto sottile…; una ripresa ‘lenta’ e non priva di rischi, quindi; e ciò non solo in Europa, e su cui grava la nostra specifica fragilità….. Il fatto è che di ciò non se ne parla, ma ciascuno / tutti, del settore, si limitano a fare gli oroscopi-e- previsioni-sìmil-meteo più o meno ampie e credibili [per la serie: tanto non costa nulla !!!]; l’unico di cui nei mesi scorsi e sì in cosidetti tempi non sospetti, si è sentita la voce, a sollevare perplessità, del caso, le sue precise preoccupazioni, è [e caso strano ??], proprio il governatore, Draghi; poi più nulla…!!!, il silenzio pressoché totale…; o sbaglio……??? E poi, proprio Draghi, in quanto a capo del Financial Stability Board, a margine del recente congresso oggi afferma che ora il mondo della finanza è diverso da prima, per i provvedimenti presi e che hanno sanato alcune lacune; così, ora il Sistema Finanziario, anche l’IB, sono completamente diversi; anche se resta molto da fare; quattro aree d’azione da migliorare, al più presto, ovvero: il capitale, la liquidità, gestione dei rischi, e ìndi la remunerazione, e da rinforzare la resistenza dei mercati finanziari, infine il moral hazard…. C’è davvero un qualcosa di diverso e di più sicuro nel sistema ?, e c’è da esser poi davvero ottimisti & fiduciosi ??? e la situazione-assetto mondiale sìa già cambiato in positivo, d’emblay, e per la serie “tutto in una notte” ?? proprio così come è nello stile e piacerebbe al sempre-sorridente berlusca !? e proprio così come opera il “nostro” esperto “conquistador” di…… Mah-bah ….. Saluti carissimi [p.d.s.: in ultimo ti dico sì che sono fra quelli, (non molti forse), che non ha mai messo il cosidetto naso nei blog di quei due “simpaticoni” da te prima-&-sopra citàti…; e non me ne pento…] …

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook