• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Muoiono 7 lavoratori e sembra (anzi è) la normalità
    19
    lug.
    2010

    Muoiono 7 lavoratori e sembra (anzi è) la normalità

    Condividi su:   Stampa

    Mentre l'Inail e Sacconi si rallegra per il calo degli infortuni e delle morti sul lavoro (-6,3% per gli infortuni mortali e -9,7% per gli infortuni sul lavoro nell'anno 2009), forse bisognerebbe ricordargli che oggi (martedì 20 luglio, ndr) in Italia sono morti altri 7 lavoratori, di cui 5 operai.Io vorrei capire come vengono fatte questa statitiche Inail.A parte l'Ansa che parla di 4 morti sul lavoro al nord invece di 7, di cui uno ad Asti, uno in provincia di Napoli ed uno a Nola, sulla stragrande maggioranza dei mezzi d'informazione nulla...

    Muoiono 7 lavoratori e sembra (anzi è) la normalità.Mi domando cosa deve succedere ancora.Le malattie professionali hanno subito un’impennata del 16%, ma quasi nessuno dice nulla.Ogni anno centinaia di lavoratori muoiono perchè si sono ammalati sul lavoro per asbestosi, silicosi, mesiotelioma pleurico, ecc. ma nessuno dice nulla.Però, la strangrande maggioranza dei mezzi d’informazione parla del calo degli infortuni e delle morti sul lavoro.Basta aprire qualunque pagina web dei maggiori mezzi d’informazione nazionali per rendersene conto.E dei 7 lavoratori morti oggi? E’ forse normale che muoiano 7 lavoratori in un solo giorno? E i mezzi d’informazione, cosa fanno? Perchè non ne parlano?Se aggiungessimo alle morti sul lavoro, tutti i morti per malattie professionali che ci sono ogni anno (come sarebbe giusto che fosse), altro che in calo, ma sarebbero in aumento vertiginoso.E cmq sia, è vero che le statistiche Inail sono un punto di riferimento per tutti noi, ma come ho detto più volte, non sono “oro colato”, dato che non tengono conto di tutti i lavoratori che si infortunano o muoiono sul lavoro, che lavoravano “in nero”.Perchè chi si infortuna sul lavoro e lavora “in nero” o in “grigio” o che ha un lavoro precario, molte volte non denuncia l’infortunio, perchè ricattato, ma lo fa passare come malattia.SalutiMarco Bazzoni-Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza-Firenze.
    P.S Di seguito la nota di agenzia e le notizie con le morti di altri 3 operai, uno in provincia di Napoli, uno a Nola, uno ad Asti.(ANSA) – MILANO, 20 LUG – Quattro persone sono morte oggi a causa di incidenti sul lavoro in quattro diverse sciagure nel Nord Italia. Nel Ferrarese tre operai della Provincia sono stati travolti da un veicolo. Uno e’ morto. Gravi gli altri due, A uno sono state amputate le gambe. Nel Padovano, un imbianchino e’ morto folgorato. Nel Mantovano e’ morto un operaio caseario. Infine, un tecnico e’ morto schiacciato da una cella frigorifera di 200 kg all’Istituto di oncologia di Milano.
    Incidenti sul lavoro, muore operaio a Pollena Trocchia, schiacciato dal suo trattore(20 Luglio) Un operaio è morto oggi a Pollena Trocchia in provincia di Napoli, schiacciato dal trattore con il quale stava arando un appezzamento di terreno del convento delle “suore compassioniste di Maria”. L’uomo, Gennaro Gallo, di 62 anni, stava pulendo il terreno quando il ciglio di un avvallamento profondo circa 2,5 metri, sul quale si trovava, ha ceduto facendo ribaldare il mezzo.Per Gallo, deceduto sul colpo, non c’é stato nulla da fare. Nel corso delle prime indagini, i carabinieri di Cercola non hanno individuate responsabilità. Il corpo dell’uomo è stato portato all’obitorio del secondo policlinico di Napoli.
    Cade da impalcatura, muore operaioLAURO – Un operaio 54enne di Moschiano, Giuseppe Delle Donne, è rimasto vittima di un incidente sul lavoro poche ore fa. L’uomo, impiegato presso una ditta edile, era su una impalcatura quando, per motivi da accertare, è caduto, facendo un volo di otto metri che non gli ha lasciato scampo. Sul posto gli agenti del commissariato di Lauro ed una ambulanza dell’ospedale di Nola. Delle Donne è morto sul colpo. Stava lavorando alla realizzazione di palazzine popolari.Operaio muore in un cantiere ad AstiQuesta mattina, intorno alle 10 infortunio sul lavoro in un cantiere nella zona di corso Matteotti, ad Asti. Un giovane decoratore di 24 anni, è precipitato da un’impalcatura di un ponteggio per la ristrutturazione di una palazzina in via Omedè.L’operaio, nonostante il rapido intervento dei soccorritori è morto sul colpo. Sul posto sono intervenuti per i rilievi i poliziotti delle volanti e i tecnici dello Spresal dell’Asl AT 

     commenti
    Commenti
    121
    Lascia un commento
    Luis Heberlein .
    20/03/2012 alle 08:54
    Hey administrator, I possess a tiny ask. I has been just googleing for a few info for this topic you wrote and found this blog. Some great stuff a person shared the following, can My partner and i please url to this publish on my new web site I'm currently working on? It would be great. I may check rear later to determine how you responded. cheers, Nina Wilson

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook