• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Letterina settimanale sulle questioni di genere / rosa...
    27
    ago.
    2010

    Letterina settimanale sulle questioni di genere / rosa arrabbiato

    Condividi su:   Stampa

    di Marika BorrelliSecondo me, ci dobbiamo dare una belle regolata. Troppi messaggi discordanti: femminismo sì o no? Sessismo d'antan o neo-sessismo? Se da una parte le (pochissime) donne di potere sembrano fregarsene di quelle che stanno peggio (Lady Gaga, per esempio), quelle 'normali' vengono ammazzate - ad un estremo - o rinchiuse in spazi protetti (tram di Jakarta) - nella vita quotidiana.In mezzo? Molta inciviltà.Ecco la mia lettera fuxia (rosa arrabbiato, cioè)...

    Il potere delle donne.Ho dovuto leggere più volte un editoriale di Nancy Bauer (New York Times) sul potere delle donne, quello di cui la celebre Lady Gaga sembra essere l’esponente più aggiornato, perché non riuscivo a capirne la modernità.Non si tratta del potere politico, né di quello economico, tantomeno di quello accademico o scientifico. È una nuova formula antropologica per la quale il potere delle (nuove) donne passa attraverso un mix di comportamento tra Jersey Shore e Thelma&Louise, tra una sessualità esibita al parossismo (finanche sulle foto dei profili di fèisbuk) ed una crudeltà cinica nei confronti degli stessi uomini destinatari delle rappresentazioni ‘da strappona’.Ammetto che ho fatto fatica a seguire il discorso. Mi sono chiesta a cosa potesse servire un potere siffatto, quello di voler attrarre gli uomini con pratiche e comportamenti adescanti al limite della decenza (suggerendo sottomissione ancestrale di tipo sessuale) e contemporaneamente trattarli come attrezzi usa-e-getta per una notte sola, roba fino a ieri teorizzata (e praticata) dai maschi più retrivi.In altre parole, essere contemporaneamente oggetti (passivi) del desiderio e soggetti (attivi) di autodeterminazione, ovvero, come suggerisce la stessa Lady Gaga, essere il soggetto che decide di diventare un oggetto. Pare che sia l’acme del potere.Mah.Ho provato ad immaginare un simile approccio nella vita quotidiana di milioni di uomini e donne e mi è sembrato un incubo apocalittico impraticabile.Con rapporti così fondati, non c’è solidarietà, né affetto, quanto mai amore. E il fascino, la scoperta? La possibilità di scegliere sulla base di affinità elettive?E non è neanche una forma di moderno femminismo (piuttosto, incita all’emersione di un nuovo tipo di sessismo. Ma ne riparleremo prossimamente in questo blog), come insinua lo stesso articolo, chiamando in causa Sartre e la de Beauvoir.La sessualità femminile è l’arma utilizzata indifferentemente da uomini e donne per ottenere potere, dice la Germanotta (aka Lady Gaga).C’è solo un problema: riuscire ad acquietare nelle donne che non sono Lady Gaga (la quale porta sempre con sé il suo personaggio) i sintomi da sdoppiamento della personalità. Salvo, noi ‘normali’, ritrovarci tutte assieme sul tram rosa di Jakarta per evitare le molestie sessuali. In un recinto ci stanno mettendo, altro che potere!

     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook