• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > La vicenda del presunto doping di contador
    22
    ott.
    2010

    La vicenda del presunto doping di contador

    Condividi su:   Stampa

    Riporto qui di seguito uno scambio di mail con un lettore, Massimo Puricelli.o.b.Odio dire "L'avevo detto" ma egregio Beha mi lasci almeno la magra soddisfazione in questa mia vita da precario di essere sempre scettico su determinate vittorie di sportivi molto "oscuri" che diventano fenomeni in una stagione quando l'anno precedente arrancavano anche su salite di terza categoria (vedasi anche la vicenda di Ballan).Premesso, ovviamente, che per ora vi è stata sola la prima analisi e si dovranno aspettare i riscontro della cosiddette controanalisi e l'eventuale procedimento dell'UCI, mi pare che con la notizia della positività di Contador durante l'ultimo Tour de France si sia confermato il mio scetticismo per "l'invincibilità" del corridore iberico dell'Astana...(contina)

    Lo scorso anno dopo la vittoria del Tour da parte di Contador durante i suoi interventi al Tg3 della domenica sera elogiò lo spagnolo per la sua vittoria, “quasi certo” della integrità a livello doping. Io mi permisi di sottolineare come da più parti, soprattutto in ambito medico scientifico ci fossero parecchi dubbi riguardo le strabilianti prestazioni in salita visto che non collimavano i dati chimico-fisici e i watt espressi.(19 ottobre 2010)Dimentica che ho premesso in tv: “Fino a prova del contrario”.o.b.(2 agosto 2010)Egregio dottor Beha ho seguito come al solito il suo intervento settimanale durante il TG3 della domenica. Ha accennato alla vittoria del Tour di Contador esaltando l’impresa del corridore spagnolo soprattutto in chiave antidoping, visto che lo scalatore iberico non è mai stato oggetto di inchieste.Volevo sottolineare due cose: -Contador come Valverde e Basso è stato inserito dalla Guardia Civil nel registro degli indagati nell’operazione Puerto collegata al medico spagnolo Fuentes. Come per tutti gli altri atleti iberici – non solo ciclisti – il caso è stato archiviato a differenza di Basso ed altri le cui procure antidoping hannocontinuato l’indagini e sono arrivati alle condanne dei vari atleti (vedasi Basso, Ulrich, ecc.). In Spagna, ahinoi non c’è una vera lotta al doping e l’attuale legge non è paragonabile a quella italiana o a quella severissima francese.Guarda caso i corridori spagnoli hanno vinto gli ultimi 3 tour!!!-Seconda cosa Greg Lemond durante una conferenza stampa ha chiesto a Contador che Vco avesse (la capacità polmonare) visto che per il fisico e i parametri del corridore iberico non è scientificamente possibile aver percorso la salita di Verbier con quella media senza l’aiuto di farmaci.Il problema è che in Spagna come in altri paesi il doping è addirittura più aventi rispetto l’antidoping con l’utilizzo di nuove sostanze (tra cui il Cheronese) non ancora rintracciabili dai laboratori delle varie federazioni o dalla Wada.Mi lasci, pertanto, nutrire profondi dubbi sulle prestazioni sportive di Contador che è forte in salita come Pantani, Gaul, ecc, e fa cronometro con medie che solo gli specialisti riescono a tenere (lui che pesa 58 kg!!!), cioè ha un fisico da scalatore primeggia con cronomen di 75/80 kg. Impossibile.Purtroppo il doping nel ciclismo è ovunque dai dilettanti ai professionisti perfino a livello giovanile. Certe prestazioni ritengo debbono essere analizzate a fondo perchè siamo stati scottati troppe volte da presunti fuoriclasse che sono calati perfettamente nel circuito sport-business con tutto ciò che occorre per make money!Cordialmente,Massimo PuricelliLegnano(MI)(1 agosto 2010)

     commenti
    Commenti
    121
    Lascia un commento
    meble biurowe .
    20/03/2012 alle 10:58
    http://www.olivierobeha.it/articoli/2010/10/7288 really answered my own drawback, thank you! meble biurowe

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook