• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > I dannati dello spread: ma Sylos Labini aveva previsto...
    26
    nov.
    2011

    I dannati dello spread: ma Sylos Labini aveva previsto tutto…!

    Condividi su:   Stampa
    Mimino Quotidiano, rubrica a cura di Oliviero Beha
     
    Mimino Quotidiano, rubrica a cura di Oliviero Beha

    Paolo Sylos Labini, economista di fama internazionale, grande persona, intellettuale rigoroso, “santo laico” come è stato definito, è morto quasi  6 anni fa, nel dicembre 2005. Aveva previsto tutto, la crisi del capitale, la faccenda del buco nero del mattone e dei mutui “subprime” negli Usa, il contagio mondiale. E sapeva che cosa fossero le banche e l’intreccio tra politica & finanza.Quindi qualcuno che antivedeva c’era. Leggete, per non dimenticare e capirne di più al tempo di Monti,  Merkel e Sarkozy, nella “più grande crisi dal secondo dopoguerra” che ha il sentore di una planetaria presa per i fondelli.

    o.b.

    Le prospettive dell’economia mondiale

    1. La crisi economica in America
    In una relazione sulle prospettive dell’economia mondiale, che presentai nell’aprile del 2002 a un convegno della Cgil e che poi fu pubblicata da Il Ponte (maggio 2002), esprimevo gravi preoccupazioni sulle prospettive dell’economia americana, che condiziona fortemente le economie degli altri paesi e, in particolare, quelle europee. La mia diagnosi fu giudicata da molti pessimista, ma i fatti, finora, mi hanno dato ragione. Oggi la mia diagnosi è ancora più pessimista, ma, giusta o sbagliata che sia, essa si fonda non su intuizioni o sul fiuto, bensì su un’analisi approfondita. In effetti, sin dal mio esordio come economista ho cercato di analizzare lo sviluppo capitalistico che, come aveva sostenuto Marx e riproposto in forme originali Schumpeter, ha un andamento ciclico, ossia passa attraverso fasi di prosperità e di recessione o di depressione. Da almeno due anni avevo notato alcune rassomiglianze fra la situazione che si era determinata in America negli anni Venti del secolo scorso, un periodo che sboccò nella più grave depressione nella storia
    del capitalismo, e la situazione che si andava delineando oggi in America.

    Le principali rassomiglianze consistevano nella rilevanza di certe innovazioni (elettricità e automobili negli anni Venti, elettronica, informatica e telecomunicazioni nel nostro tempo); nella formazione e nella diffusione di profitti alti e crescenti, dapprima nelle industrie nuove e poi via via nelle altre; nella speculazione di borsa, alimentata non solo dai profitti realizzati, ma anche dalle aspettative di profitti crescenti; nell’indebitamento a breve e a lungo termine legato alle occasioni, per le imprese, di investire in impianti e di acquisire nuove imprese e, per le famiglie, in beni durevoli di consumo, come gli immobili. Fenomeni simili potevano essere notati anche in Giappone, la cui economia, fino a pochi anni fa, era la più dinamica del mondo.

    Per interpretare il processo di sviluppo ciclico, tre fenomeni meritavano e meritano particolare attenzione, oltre le grandi innovazioni: la distribuzione del reddito, le forme di mercato e la sostenibilità dei debiti. Il motore dello sviluppo ciclico è costituito dalle innovazioni: più sono importanti, più sono diffuse le occasioni di investimento che offrono e più dura la fase di prosperità. Al tempo stesso, però, sono più vigorose le ondate speculative, più frequenti sono gli errori dei manager e più crescono i debiti, le cui dimensioni, cessata la prosperità, condizionano la durata della crisi.

    Leggi il saggio completo

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    11
    Lascia un commento
    hgdycqk .
    18/03/2012 alle 14:38
    SgnPP3 , [url=http://fevopwqfgwjv.com/]fevopwqfgwjv[/url], [link=http://lhppfanivitz.com/]lhppfanivitz[/link], http://wcgzaizmpdvy.com/
    dxveiecdadd .
    17/03/2012 alle 13:57
    fTHjHc mtpmicprcgvy
    rjqrik .
    17/03/2012 alle 07:33
    Q5xm0A , [url=http://culpbcbqrzpi.com/]culpbcbqrzpi[/url], [link=http://bkhzznkrzgbd.com/]bkhzznkrzgbd[/link], http://eeijysxczmbw.com/
    osprycgdkpj .
    16/03/2012 alle 10:45
    O92Wtk kvdfpwranaxy
    Leny .
    15/03/2012 alle 15:14
    .E ha continuato ad resselo.Deve uscire la seconda parte delle patch annunciate per fine anno qualche mese addietro.Spero che sia gie0 uscita.In ogni caso vedere una patch o un gruppo di patch che messe insieme sono grandi come il S.O. e sapere che per default la casa produttrice corregge meno falle di quelle che trova (non importa quanto gravi) che, a loro volta, sono in quantite0 sicuramente minore di quelle presenti nel software in esame, non e8 una bella cosa.Peggio ancora e8 sapere che se scopri un errore e lo segnali, ti possono capitare una o pif9 delle seguenti cose:1.- vieni ignorato 2.- Se non sei sufficientemente accreditato nel mondo IT vieni screditato (se ripeti le segnalazioni di errore )e spacciato per incapace nullite0.3.-Vieni denunciato per violazione del segreto inustriale (la Microsoft fa le applicazione prive di errore per definizione, no?)Per quanto riguarda gli ultimi due punti c'ha provato svariate volte negli anni scorsi.Tutte le volte ha perso la faccia e ha dovuto correggere di corsa le falle se voleva che la rivolta planetaria finisse.I tizi che aveva cercato di screditare e incriminare erano esperti di sicurezza e/o S.O di fama planetaria, conosciuti da tutti tranne che dagli avvocati Microsft, evidentemente.
    pzufofen .
    10/01/2012 alle 18:35
    ERyRw0 yeecfzasziuf
      Michel .
      18/03/2012 alle 06:55
      Buon compleanno teorso, che questa giornata e l'anno a venire siano per te stupendi e ti portino tanta felicite0 accanto alla persona che ami! Il tuo nuovo look io non lo vedo, ma sono sicura che sarai bellissima come sempre!!!
    azyektytasa .
    09/01/2012 alle 17:54
    K95ruu , [url=http://sjdlvefecwew.com/]sjdlvefecwew[/url], [link=http://cerbmuresdpe.com/]cerbmuresdpe[/link], http://kytxryvixmvb.com/
    Vina .
    08/01/2012 alle 19:24
    Keep on wriintg and chugging away!
      Muza .
      15/03/2012 alle 19:06
      (Silent)non ho mai negato che estsia un’asimmetria sessuale, volevo solo contestare un dogma troppo radicalmente convinto ( e cioe8 che le donne avrebbero pochissime voglie sessuali rispetto agli uomini) .b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0Innanzitutto una precisazione: io non ho mai scritto da nessuna parte (nemmeno otto anni fa) che le donne avrebbero scarsissime voglie sessuali. Al riguardo la penso pif9 o meno come Fabrizio.Sottolineato cif2, ti faccio notare che il dogma italiano, estremamente diffuso fra la popolazione maschile, da nord a sud (anzi, soprattutto al sud), e8 un altro: ovvero che TUTTE le donne avrebbero molte pif9 voglie sessuali degli uomini Pertanto non credo dovresti preoccuparti pif9 di tanto del fatto che alcuni vecchi membri del momas sostengano il contrario. Sappi che fra questi c'e8 anche il fondatore di U3000, cioe8 Rino Barnart.(essendo stato iscritto alla mailing list al contrario di te e di altri ricordo bene cosa scriveva).b0b0b0b0b0b0b0b0(Silent)e il mio desiderio ( su di me lo sto cercando di applicare ) e8 quello di eliminare la dipendenza psicologico-sessuale dal genere femminile che e8 la rovina forse principale degli uomini ( beta perlomeno) . (Silent)b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0Tempo fa, facendo una specifica ricerca su google, leggevo che la popolazione italiana ha superato i sessanta milioni, quella mondiale i sette miliardi.Percif2 come faresti ad eliminare la dipendenza psicologico-sessuale di circa trenta milioni di italiani e di almeno tre miliardi e mezzo di uomini di varie etnie, che tra l'altro hanno problemi molto pif9 gravi da risolvere?? (fame, sete, guerre, aids, malaria, ecc).Silent, ma sei consapevole del fatto che le tue sono solo utopie, al massimo applicabili a livello personale?b0b0b0b0b0b0b0(Silent)Ad esempio ho letto da una parte che e8 da considerare una violenza psicologica imporre nelle TV italiane sempre veline mezze svestite.b0b0b0b0b0b0b0b0b0Credo dovresti lasciar perdere le stupidaggini che vengono scritte sui giornali.Un esempio: in molti paesi africani, dove girano quasi tutti nudi, gli uomini sarebbero sottoposti a ripetute violenze psicologiche da parte delle donne locali?!?Forse tu non sai (e infatti non lo sai ) che alla lunga le nudite0 femminili generano assuefazione, ossia fanno diventare normale e quindi noioso quel che dovrebbe essere eccitante.b0b0b0b0b0b0b0b0b0(Silent)ci si e8 limitato a mettere in evidenza come alcune fisime di non poche donne a riguardo del sesso-cioe8 sullo “sfruttamento del corpo femminile” e sul “ogni coito e8 stupro”–trovino origine,ingiustificatamente-,proprio in quel senso di passivite0 che la penetrazione comportab0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0b0Se cosec fosse non dovrebbe esistere neanche il cosiddetto turismo sessuale rosa b0b0b0b0b0b0b0b0b0(Silent)Osservazioni evidenti e logiche queste pienamente confermate da Rino.b0b0b0b0b0b0b0E' la centesima volta che citi Rino e Raffaele, come se entrambi fossero degli Dei depositari di verite0 incontrovertibili. Ma non c'e8 problema, Silent, tu continua pure a pensarla come ti pare, che io seguiterf2 a fare altrettanto. E con questo ho chiuso.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook