• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Lettera aperta al Ministro del Welfare Fornero
    02
    dic.
    2011

    Lettera aperta al Ministro del Welfare Fornero

    Condividi su:   Stampa

    Morire di lavoro? In Italia si può. Con una media di tre lavoratori e mezzo al giorno, il nostro Paese detiene il record negativo in Europa per morti, infortuni sul lavoro e malattie professionali. Un bollettino di guerra senza fine? Dall’introduzione della legge 626 del 1994, come si è evoluta la sicurezza? Lunedì 28 novembre nella trasmissione Brontolo, RaiTre, ne hanno discusso con Oliviero Beha Giuseppe Giulietti, Raffaele Guariniello, Massimo Tabacchiera, e Ulderico Pesce. Guarda il video.

    Di seguito invece la lettere rivolta al nuovo ministro del Welfare Elsa Fornero, firmata da Marco Bazzoni, Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, Firenze.

    Caro Ministro del Welfare Elsa Fornero,
    Lei intervenendo in videoconferenza all’assemblea della Cna, ha detto, che il tema della sicurezza sul lavoro “sarà centrale nel lavoro del Governo e nel suo impegno personale”. Mi fa piacere questa Sua dichiarazione, ma vorrei metterla al corrente, casomai qualcuno al Ministero del Welfare non l’avesse già fatto, che sull’Italia pende una pesante procedura d’infrazione, per violazione di alcuni punti della direttiva europea quadro 89/391/CEE sulla sicurezza sul lavoro, e i punti contestati sono 6: deresponsabilizzazione del datore di lavoro in caso di delega e subdelega, violazione dell’obbligo di disporre di una valutazione dei rischi per la sicurezza e salute durante il lavoro per i datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori, proroga dei termini impartiti per la redazione del documento di valutazione dei rischi per le nuove imprese o per modifiche sostanziali apportate ad imprese esistenti, posticipazione dell’obbligo di valutazione del rischio da stress legato al lavoro, posticipazione dell’applicazione della legislazione in materia di protezione della salute e sicurezza sul lavoro per le persone appartenenti a cooperative sociali e a organizzazioni di volontariato della protezione civile, proroga del termine per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto esistenti in data del 9 Aprile 1994.

    Cara Fornero, spero che ci sia discontinuità con il passato Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, che ha stravolto il testo unico per la sicurezza sul lavoro, con il Dlgs 106/09: dimezzando le sanzioni ai datori di lavoro, dirigenti preposti, sostituendo in alcuni casi l’arresto con l’ammenda, introducendo la salvamanger, ecc…. Se vuole dare un messaggio importante (al di la delle belle parole, poi ci vogliono i fatti), inizi ad ammettere che l’ex Governo Berlusconi ha fatto un grande errore a stravolgere il testo unico per la sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/08): questa procedura d’infrazione contro l’Italia ne è la logica conseguenza. Inoltre, proponga un decreto che modifichi il testo unico per la sicurezza sul lavoro, perlomeno nei punti contestati dalla Commissione Europea, invece di difendere davanti alla Commissione Europea il Dlgs 106/09 dell’ex Governo Berlusconi.

    Voglio infine ricordare al Ministro Fornero, che il 19 Ottobre, il Ministero del Lavoro,
    tramite Lorenzo Fantini, responsabile della direzione generale delle Relazioni industriali e dei rapporti di lavoro, Divisioni III e VI, ha detto in un intervista rilasciata all’Inail: che è è stato “un errore mettere in mora L’Italia”. Come firmatario della denuncia, che ha permesso l’apertura di una procedura d’infrazione contro l’Italia, voglio dire a scanso di equivochi, che non c’è nessun errore. Questa messa in mora della Commissione Europea è frutto della politica sbagliata in materia di sicurezza sul lavoro dell’ex Governo Berlusconi, che ha stravolto il testo unico per la sicurezza sul lavoro, non stando neanche attento a rispettare le direttive europee. Ogni giorno in Italia, nei luoghi di lavoro 3/4 lavoratori perdono la vita (a volte sono anche di più), nell’indifferenza generale, e a parte le solite frasi di circostanza, di fatti neanche l’ombra.

    Un paese che si definisce civile, non può  ermettersi tutte queste morti sul lavoro. Nell’attesa di una Sua risposta, Le porgo i più cordiali saluti.

    Marco Bazzoni

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    95
    Lascia un commento
    Vivienne Westwood Rings .
    20/03/2012 alle 04:51
    Somebody necessarily assist to make seriously articles I would state.
    Antonia Vaske .
    20/03/2012 alle 02:53
    Heads Up our house just enjoys your amazing blog and please keep it up
    sportsbook bonuses .
    20/03/2012 alle 00:08
    Some truly good and utilitarian data on that Lettera aperta al Ministro del Welfare Fornero | Oliviero Beha, likewise I feel the actual style and style holds wonderful functions. sportsbook bonuses
    quick step .
    19/03/2012 alle 23:33
    Excellent read, I just passed this onto a friend who was doing some research on that. And he actually bought me lunch because I found it for him smile Therefore let me rephrase that: Thanks for lunch!
    dsl vergleich .
    19/03/2012 alle 20:30
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    Tyson F. Gautreaux .
    19/03/2012 alle 17:31
    The Zune concentrates on being a Portable Media Player. Not a web browser. Not a game machine. Maybe in the future it'll do even better in those areas, but for now it's a fantastic way to organize and listen to your music and videos, and is without peer in that regard. The iPod's strengths are its web browsing and apps. If those sound more compelling, perhaps it is your best choice.
    watercooler .
    19/03/2012 alle 17:24
    It is never too late to learn.
    Emerson Langmaid .
    19/03/2012 alle 14:25
    Hi there! This article couldn抰 be written much better! Reading through this article reminds me of my previous roommate! He always kept talking about this. I am going to send this article to him. Fairly certain he will have a very good read. Thank you for sharing!
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 14:00
    Wow, incredible blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is great, as well as the content!
    Onie Tody .
    19/03/2012 alle 13:42
    blog bookmarked and stumbled upon, I'll post a feedback on my blog asap
    Nike Air Jordan Retro XI Breds .
    19/03/2012 alle 12:56
    I always was interested in this topic and stock still am, regards for posting.
    ugg scarpe roma .
    19/03/2012 alle 08:52
    This really answered my drawback, thanks!
    louis vuitton knokke .
    19/03/2012 alle 08:50
    I simply had to appreciate you again. I'm not certain the things I would've implemented in the absence of those recommendations shown by you concerning that situation. This has been the troublesome crisis in my view, however , discovering your specialized way you solved it forced me to leap over delight. Now i am happier for your help and thus wish you are aware of a powerful job you have been providing training others all through your webpage. I am sure you haven't met any of us.
    mbt opiniones .
    19/03/2012 alle 08:49
    This website can be a stroll-by for the entire information you wanted about this and didn’t know who to ask. Glimpse here, and you’ll undoubtedly uncover it.
    katalog .
    19/03/2012 alle 04:27
    The moment I pressed the button and visited this blog was one of the best decisions made today.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook