• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Pallone e scommesse Febbre da cavallo
    21
    dic.
    2011

    Pallone e scommesse Febbre da cavallo

    Condividi su:   Stampa

    L’hanno chiamata “last bet”, l’ultima scommessa. E invece è ovviamente solo la penultima, o la terz’ultima… Voglio dire che chi si sorprende dell’inchiesta della Procura di Cremona e dei suoi arresti, da Doni a scalare, o non ha capito o non vuole capire. Così come chi tende a sottovalutare il fenomeno. Che non si “estirpa” (come vorrebbe Galliani) per grazia di Dio anche in questo clima da Rotondolatria, non è facilmente scomunicabile, non risponde alla mozione degli affetti del tifoso che non vorrebbe sentir parlare di arresti ma soltanto di “veroniche” o di difese che “murano”, o di squadre “ciniche”, in un crescendo lessicale rossiniano che è più da operetta che da opera. No, le scommesse sul calcio vengono da lontano, arrivano lontano e soprattutto rischiano di trasformare il pallone che aveva resistito alle “farmacie” di Zeman nell’equivalente delle Sale Corse Ippiche, a ippodromi ormai chiusi. Non saranno questioni nuove per i lettori di questo giornale. Trovano perfino l’ipotesi di arresto dei coinvolti in questa inchiesta già nel mio libro uscito a luglio, “Il calcio alla sbarra”, e in molti articoli dedicati al fenomeno del pallone marcio in questa pagina. La domenica può essere maledetta per motivi differenti da quelle intestati ad Al Pacino e alla sua saga cinematografica.

    Nel libro, negli articoli ho battuto spesso sulla “nolontà della giustizia sportiva”e della politica che la comanda, cioè la sua non-volontà di combattere il fenomeno o sottovalutandolo oppure insabbiandolo. È tutto scritto, non debbo ripetermi. E il motivo di tali sottovalutazioni o insabbiamenti deriva sempre dall’atteggiamento di mercanti/imbonitori di chi vende un prodotto e teme la cattiva pubblicità. Quasi sperando che il marcio si estingua da sé, prenda fuoco e si incenerisca per autocombustione. Il pericolo mi pare esattamente l’opposto: che venga normalizzato il marcio, che lo si consideri una variabile come un’altra, nel Reame Rotondo odierno, che si dica “il calcio ha tanti problemi ma non penso che stia peggio della media della società italiana”. È in quarta di copertina del libro citato. Chi l’ha detto? Il sociologo Ilvo Diamanti? No, tranquilli, “semplicemente” il presidente federale, Giancarlo Abete.

    In una normalizzazione del calcio ridotto in queste condizioni “valoriali” e “concettuali”, senza uno straccio di etica, con le scommesse invasive in qualunque presentazione di partita (oggi e domani, per esempio, con il recupero di campionato) e in qualunque medium, in primis la tv, c’è chi sostiene che basti controllare l’esasperazione illegale del fenomeno: sono soldi buoni eccome anche quelli delle scommesse, come quelle delle miriadi di Giochi che per far surrogare lo Stato hanno trasformato l’Italia in una bisca a cielo aperto, cioè corruscato… Non conta che si rovinino in tanti con questa “tassa sulla miseria”, l’importante è che giochino. I costi sociali impallidiscono per i padroni del nostro vapore e invece giganteggia la voce “entrate”. Benissimo, cioè malissimo: ma che cosa c’entra questo con il discorso sulle scommesse, su Doni, sulla riluttanza istituzionale ad affrontare e quindi a tentare di sconfiggere o ridurre la portata di questa gigantesca “bet”? C’entra se guardiamo il panorama dall’alto.

    Se mettiamo le tessere del mosaico una vicino all’altra. Se non abbiamo paura di un’occhiata circolare. Che c’entra il teppismo ultrà con il fatto che all’assalto ai rom delle Vallette hanno dato una orrida mano dei tifosi juventini, con un terrificante spirito di “contiguità” dello Juventus Stadium con la cascina da cui “gli zingari se ne devono andare”? Che c’entra il rischio che una situazione calcistica come quella della Fiorentina possa far degenerare il tifo in una città che ha appena visto dispiegarsi la strage di senegalesi e che allo stadio non si è tirata indietro da insulti razzisti p.e. a Mihajlovic (da cui la dirigenza si è fortunatamente dissociata, a quanto ci tengono a precisare)? E che c’entra il fatto che anche in un mondo d’oro e d’argento come il calcio professionistico, e in quello “golden”, rivestito di luccichii, come quello professionistico “basso”, di qualche club di B e delle due Divisioni inferiori, comincino a mancare i denari e falliscano società su società, e s’affollino gli stuoli di calciatori creditori di stipendi che forse almeno in parte non prenderanno mai?

    Che centra dunque Monti con Abete, e Passera con Zamparini, che nel frattempo ha defenestrato anche Mangia dalla panchina (per Berlusconi avrei dovuto nominarlo due volte nelle sue molteplici vesti…)? C’entra tutto con tutto, la crisi dilaga,e non da oggi. E come un virus cambia campo continuamente, contagia, non distingue. È’ indispensabile cercare di “tenere il tutto” dell’assioma francese almeno per capire, e poi per controbattere: senza soldi, o anche solo con meno entrate per chi è abituato a un certo tipo di vita pluto-rotonda e non si rassegna a dimensionarsi, si acuiscono i comportamenti al limite e spesso si oltrepassa il confine della legalità, non essendoci più alcun faro etico a illuminare il campo da gioco (prego leggersi quest’ultimo sintagma nei due sensi). E a questo punto dovrei persino scusarmi con i lettori che forse “in questa pagina” vogliono sapere dello spirito “provinciale” della Juve, del sommo sceneggiatore che mette di fronte domani Udinese e Juventus imbattuta per il recupero della prima giornata da scioperati, della Roma rinata e della Fiorentina rimorta (e grazie, datemi Boruc al posto di Frey in porta e sono capace anch’io d’affondarla: spero che i Della Valle bs. e Corvino abbiano dei secondi fini che ci sfuggono, altrimenti sarebbe disperante. Meglio che ci facciano, insomma, mi tranquillizzerebbero…). Cioè del calcio vero: ma perché, Doni in carcere è finto?

    Oliviero Beha per Il Fatto Quotidiano, 20 dicembre 2011

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    97
    Lascia un commento
    meble biurowe .
    20/03/2012 alle 11:04
    Very helpful post guy, thanks for the advice http://www.olivierobeha.it/articoli/2011/12/pallone-e-scommesse-febbre-da-cavallo. meble biurowe
    Mose Golombecki .
    20/03/2012 alle 10:26
    Thanks for your text. I would also like to say that the health insurance brokerage also utilizes the benefit of the actual coordinators of a group insurance coverage. The health insurance broker is given a directory of benefits sought by anyone or a group coordinator. What a broker can is seek out individuals as well as coordinators which usually best fit those wants. Then he gifts his recommendations and if all sides agree, this broker formulates a legal contract between the 2 parties.
    Matt Mckendall .
    20/03/2012 alle 10:22
    You really make it seem so easy with your presentation but I find this matter to be really something that I think I would never understand. It seems too complicated and very broad for me. I am looking forward for your next post, I will try to get the hang of it!
    Dakota Perney .
    20/03/2012 alle 10:14
    Together with every little thing that seems to be developing inside this specific subject material, all your viewpoints are generally relatively exciting. Even so, I appologize, but I can not give credence to your entire plan, all be it exhilarating none the less. It seems to everybody that your opinions are not completely validated and in reality you are yourself not fully convinced of the point. In any case I did take pleasure in examining it.
    Dorine Rugg .
    20/03/2012 alle 08:30
    Enjoyed going through this, very nutrients, thanks.
    katalog sinoke .
    20/03/2012 alle 06:23
    The more I read, the more I’d like to get to know. It is so noteworthy.
    Geoffrey Toman .
    20/03/2012 alle 05:22
    We're a group of volunteers and starting a new scheme in our community. Your website provided us with valuable information to work on. You've done a formidable job and our entire community will be thankful to you.
    Marlo Laurita .
    20/03/2012 alle 02:41
    An engrossing interacting is custom note. I cogitate that you can pen solon with this message, it power not be described as a inhibition discipline but generally grouping aren't sufficiency to be able to speak about such topics. To the actual succeeding. Cheers such as your Khmer Karaoke Stars .
    Priscila Claypool .
    20/03/2012 alle 02:27
    Great write-up, I am regular visitor of one’s website, maintain up the excellent operate, and It is going to be a regular visitor for a long time.
    Shanita Pilgreen .
    20/03/2012 alle 02:18
    An amazing share, I just with all this onto any colleague who was simply doing somewhat analysis on this. And he in fact bought me breakfast because I discovered it pertaining to him.. smile. So let me reword which: Thnx to the treat! But yep Thnkx pertaining to spending time to go over this, I experience strongly about this and really like reading more for this topic. If probable, as you then become expertise, would a person mind updating your blog with more details? It can be highly ideal for me. Big thumb up with this blog article!
    fendi palazzo .
    19/03/2012 alle 22:01
    Hi there! I just would like to give a huge thumbs up for the good data you will have here on this post. I will be coming again to your blog for extra soon.
    sac louis vuitton Lausanne .
    19/03/2012 alle 22:01
    I definitely wanted to write down a remark in order to thank you for all the great concepts you are posting at this site. My particularly long internet research has at the end been rewarded with pleasant ideas to talk about with my family members. I would admit that we website visitors actually are extremely lucky to be in a wonderful website with so many lovely people with beneficial basics. I feel rather happy to have used your entire site and look forward to plenty of more amazing times reading here. Thanks once more for a lot of things.
    ugg milano .
    19/03/2012 alle 21:58
    The next time I learn a blog, I really hope that it doesnt disappoint me as much as this one. I'm talking about, I know it's my choice to read, however I definitely thought you'll have some thing helpful to say. Most I learn is actually a bunch of whining about something that you could fix if you ever werent as well busy looking for awareness.
    Isabel Butz .
    19/03/2012 alle 19:23
    This site was... how do I say it? Relevant!! Finally I've found something which helped me. Thank you!
    Liane Barabas .
    19/03/2012 alle 14:49
    Thanks so much for offering men and women with such a terrific opportunity to find out vital secrets from this blog. It definitely is so pleasing and also , packed with enjoyable for me and my office peers to pay a visit to your web site minimum three times in 7 days to read via the fresh tips you'll have. And certainly, I'm whatsoever occasions impressed thinking of the particular remedies you give. Sure two ideas in this post are unquestionably quite possibly the most impressive I've had.
    darmowy pit 2012 .
    19/03/2012 alle 12:14
    Thanks, I've just been searching for information about this subject for years and http://www.olivierobeha.it/articoli/2011/12/pallone-e-scommesse-febbre-da-cavallo is the biggest I have discovered until now. But, what in regards to bottom line? Are you certain with regards to the source? |What i don't understood set in truth how you are generally not actually a great deal more neatly-favored than you could possibly be right now. You are so keen. darmowy pit 2012
    katalog stron www .
    18/03/2012 alle 23:22
    It is hardly possible to take the eyes off the screen and stop reading this blog.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook