• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Doni: “Si, ho truccato le partite confessino anc...
    28
    gen.
    2012

    Doni: “Si, ho truccato le partite confessino anche gli altri corrotti”

    Condividi su:   Stampa
    Il calcio alla sbarra, di Oliviero Beha e Andrea Di Caro
     
    Il calcio alla sbarra, di Oliviero Beha e Andrea Di Caro

    Cristiano Doni confessa, in un’intervista a Repubblica, di aver truccato la partita con la Pistoiese di Allegri nel 2000. Nel mio libro “Il calcio alla sbarra” c’era già tutto…

    REPUBBLICA.IT / Intervista a Cristiano Doni, di Giuliano Foschini e Marco Mensurati
    NOMINA l’Atalanta e si commuove. Tira la testa indietro di scatto, per trattenere le lacrime. È l’orgoglio. Poi torna a sorridere, beve un sorso di caffè, il secondo della mattina, alza la voce, e cerca di spiegarsi. È un uomo a disagio, Cristiano Doni. Perché ha capito che la sua nuova vita non prevede più un pallone tra i piedi 24 ore al giorno. E non c’è niente di peggio per un calciatore. La verità è che ha buttato via tutto. “E la cosa peggiore – dice – è che ancora non ho capito perché l’ho fatto, come è stato possibile. L’unica speranza è che almeno la mia storia serva da lezione agli altri”.

    Partiamo da qui. Qual è la morale della storia di Cristiano Doni?
    “Non so se ce ne è una. Magari ce ne sono molte. Io spero solo che gli altri calciatori vedano quello che mi è successo e capiscano. Non siano tanto imbecilli e facciano quello che in queste ore sta facendo Masiello. È stato molto coraggioso e, diversamente da me, ha avuto l’intelligenza di denunciare tutto per tempo. Spezzare quell’omertà che sta devastando il calcio”.

    Se lei allora si fosse comportato come Masiello fa oggi, cosa avrebbe denunciato?
    “Avrei denunciato le mie colpe che sono, ci tengo a dirlo, relative a due soli episodi: Ascoli-Atalanta e Atalanta-Piacenza”.

    La partita del portiere Cassano che le dice dove tirare il rigore. Come andò?
    “La settimana prima giocavamo contro l’Ascoli e alla vigilia mi dissero che la gara era truccata. Io dissi ok, bene, volevo andare in A, era perfetto. Poi invece in campo mi accorsi che non era vero e infatti pareggiammo (ma mi rendo conto che il risultato, non cambia le cose). La settimana dopo c’era il Piacenza, e mi dissero nuovamente che la partita era truccata. Io non ci credevo, poi invece in campo mi accorsi che era vero. Tanto che Cassano al momento di calciare il rigore mi disse “tira centrale che io mi tuffo”".

    Lui nega.
    “Andò esattamente così. Tanto che io vissi anche alcuni momenti di panico, perché non sapevo che anche lui era d’accordo e ogni tanto capita che i portieri avversari cerchino di imbrogliarti… Così quando andai a battere ero davvero incerto se dargli retta o no”.

    A proposito di omertà. Raccontiamo una volta per tutte la verità su Atalanta-Pistoiese del 2000? Giacomo Randazzo, ex dirigente dell’Atalanta, racconta che quella partita fu una combine: un accordo nato per scherzo al ristorante durante una cena (oltre a Doni, erano presenti tra gli altri l’attuale allenatore del Milan Allegri, Siviglia e Zauri) e poi davvero attuato in campo. Lei cosa dice?
    “Che sì, è così non posso continuare a dire diversamente. È un episodio lontano nel tempo, ma se qualcuno mi vorrà chiedere spiegazioni gliene darò. Ci indagarono poi ci assolsero, molti ancora oggi credono che la mia esultanza “a testa alta” sia nata da quell’episodio. Invece no: era il frutto di uno scherzo con Comandini, un gioco che si faceva da ragazzini quando uno alzava la testa e diceva “ritiro” dopo aver insultato qualcun altro”.

    Le sue responsabilità finiscono qui? O ci sono altri episodi?
    “Ho commesso due errori, gravi, ma solo questi due errori”.

    Circolano voci diverse, dicono persino che lei avrebbe fatto retrocedere apposta l’Atalanta per favorire il suo “amico” Percassi nell’acquisto della società.
    “È una bestemmia. Io per la maglia dell’Atalanta ho dato il sangue. E anche gli errori che ho commesso li ho commessi perché volevo riportare l’Atalanta in A. Per me era un’ossessione. Avrei fatto qualsiasi cosa. Anzi, ho fatto qualsiasi cosa. Ho tradito lo sport”.

    Quanti sono i calciatori che “tradiscono lo sport”?
    “Molti, troppi. In B più che in A perché a parte 3 o 4 club, gli altri pagano poco, anche 20mila euro l’anno. E così i calciatori sono più corruttibili. Però in generale sono molti, sì, è un problema culturale”.

    Suona tanto come una scusa. Può spiegarlo questo “problema culturale”?
    “Da noi c’è l’abitudine di non infierire sull’avversario, di non mandare in B un collega in pericolo se non c’è un motivo di classifica, di mettersi d’accordo. In Spagna ad esempio non è così. Da noi invece capita che in campo ti chiedano il risultato, è capitato anche a me sia di chiedere sia di avere avuto richieste. E su queste abitudini da quando hanno legalizzato le scommesse “campano” tutti: gli ingenui, gli amici, i balordi, i mafiosi. E il problema assume altre proporzioni. Ma il punto di partenza è un difetto culturale che non riguarda solo i calciatori, ma anche gli altri protagonisti, gli arbitri che vedono tutto e non fanno nulla, il quarto uomo, gli osservatori della Figc, i giornalisti… Perché non è mai successo nulla tutte le volte che un giocatore è stato inseguito negli spogliatoi dagli avversari dopo un risultato “inatteso”?”.

    È un difetto culturale anche non capire che tradire lo sport e tradire l’Atlanta è la stessa cosa.
    “Lo so. Ma sarei un’ipocrita a dirle che non considero un’attenuante aver sbagliato pensando di favorire la mia squadra”.

    Ecco, infatti, non è un’attenuante.
    “E io sono pentito di quello che ho fatto. Anche perché sono finito in carcere. E il carcere aiuta molto a capire i propri errori”.

    Un campione in carcere. Che effetto fa?
    “Orrendo. Sono venuti a prendermi all’alba. A proposito non è vero che sono scappato. Non è vero che pensavo fossero i ladri. Tutte minchiate. Pensavo fosse una semplice perquisizione. Poi invece mi hanno detto che mi portavano in questura a Bergamo in stato di fermo. E di lì sono andato in carcere, a Cremona. Per strada continuavo a pensare a mia figlia a scuola, era sempre stata orgogliosa di suo papà, il Capitano”. Di nuovo, tira indietro la testa. Poi riprende: “Quando si sono chiusi i cancelli alle mie spalle ho ripensato a tutti i film che avevo visto sul carcere e ho detto tra me e me che “dal vero” era molto peggio. Il carcere era davvero affollato, come dicono in tv, anche se io ho avuto la fortuna di avere una cella singola. Ho preso alla biblioteca Esco a fare due passi, il libro di Fabio Volo e ho cominciato a leggerlo. Ma mi distraevo. Di notte faceva freddo. E io non dormivo. Non dormivo neanche di giorno. Non dormivo mai. Pensavo alla cazzata che avevo fatto. A come era potuto succedere, a mia figlia, a mia moglie, all’Atalanta e non vedevo l’ora di andare dal giudice a raccontare tutto. E da questo punto di vista devo ammettere che sono stati tutti bravi… Il poliziotto che mi ha arrestato, il giudice Guido Salvini, il pm Roberto di Martino, il mio avvocato Salvatore Pino, tutti mi sono stati vicini, sono stati comprensivi e mi hanno permesso di cominciare un percorso che non so dove mi porterà. Ma che dovevo cominciare. E che spero che comincino per tempo tutti i miei colleghi. Mi piacerebbe davvero se finisse l’omertà nel calcio, se quello che è successo a me fosse un punto di svolta per tutti”.

    Cosa farà Doni da oggi in poi?
    “Non ne ho idea. Prima volevo fare il dirigente dell’Atalanta. Oggi mi accontenterei di riuscire a vivere in pace nella mia città, Bergamo”.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    258
    Lascia un commento
    Arnulfo Matusik .
    20/03/2012 alle 09:05
    Howdy All of us loves your current terrific website many thanks and pls maintain your ball coming
    meble biurowe warszawa .
    20/03/2012 alle 08:37
    You are really a good webmaster. http://www.olivierobeha.it/articoli/2012/01/doni-si-ho-truccato-le-partite-confessino-anche-gli-altri-corrotti loading accelerate is amazing. It kind of feels that you will be doing any unique secret. Moreover, The contents Doni: "Si, ho truccato le partite confessino anche gli altri corrotti" | Oliviero Beha are work of genius. you've done a congrats in this subject! meble biurowe warszawa
    spring properties .
    20/03/2012 alle 08:20
    One of the more impressive blogs Ive seen. Thanks so much for keeping the internet classy for a change. Youve got style, class, bravado. I mean it. Please keep it up because without the internet is definitely lacking in intelligence.
    Hugo Jamer .
    20/03/2012 alle 02:41
    An unputdownable communicating will probably be worth account. I imagine that you ought to compose many for this theme, it strength not be a prejudice subject but generally fill are certainly not enough in order to mouth about specified subjects. To the actual succeeding. Cheers similar to your Khmer Karaoke Megastars .
    Mardell Liebenthal .
    20/03/2012 alle 02:18
    Awesome post! I could keep an in eye on your own blog.
    air max falsas .
    19/03/2012 alle 23:05
    you might have an amazing weblog here! would you wish to make some invite posts on my blog?
    strom vergleich .
    19/03/2012 alle 22:40
    Das Leben wird nicht billiger doch ein Preisvergleich mit Gutscheinen kann Ihnen helfen, Geld zu sparen. Nutzen Sie unseren Service völlig kosten. Wir zeigen Ihnen, wie Sie bares Geld sparen können.
    As we all know, style trends arrive and go. What's in nowadays, up coming week, or even up coming 12 months will adjust. Possibly it's just me, but it would seem as though the tendencies finally make full circle. It may take quite a bit of time, but what's in nowadays may go out of model, and then be back again in model and all the rage five or 10 several years later.
    There is clearly a lot to realize about this. I consider you made certain nice points in features also.
    Lauren Bevier .
    19/03/2012 alle 15:01
    Just trigger it?¯s siplme doesn?¯t imply it?¯s not super useful.
    seo katalog .
    19/03/2012 alle 14:53
    This blog is definitely something I have been looking for.
    wózek widłowy .
    19/03/2012 alle 13:58
    Please upload more video clips related to cooking if you have, as I desire to learn more and more regarding all recipes of cooking.
    Cristobal Welliver .
    19/03/2012 alle 10:01
    Aw, this was an extremely good post. Finding the time and actual effort to create a really good article?but what can I say?I put things off a whole lot and don't seem to get nearly anything done.
    pit przez internet .
    19/03/2012 alle 10:00
    Great post. I used to be checking continuously this web site and I'm inspired! Very helpful info specially the rest of the part I handle this sort of information much. I used to be seeking this amazing information for very many years. Thanks and best associated with luck. pit przez internet
    katalog .
    19/03/2012 alle 07:09
    I’m totally into this blog. It’s great!
    Karin Hiday .
    19/03/2012 alle 04:21
    Good site! I truly love how it is simple on my eyes and the data are well written. I am wondering how I might be notified whenever a new post has been made. I have subscribed to your RSS feed which must do the trick! Have a great day! "You can discover what your enemy fears most by observing the means he uses to frighten you." by Eric Hoffer.
    towarzyskie ogłoszenia .
    18/03/2012 alle 14:36
    Doni: "Si, ho truccato le partite confessino anche gli altri corrotti" | Oliviero Beha!! , I like your writing so a great deal! proportion we be connected more approximately your blog post on AOL? I need an expert with this space to unravel my personal problem. Maybe that is an individual! Having a look ahead trend http://www.olivierobeha.it/articoli/2012/01/doni-si-ho-truccato-le-partite-confessino-anche-gli-altri-corrotti. towarzyskie ogłoszenia
    cheap rosetta stone dvd .
    18/03/2012 alle 02:51
    http://www.top-rosettastone.com/index.php?main_page=product_info&cPath=9&products_id=1
    cac40 .
    18/03/2012 alle 01:56
    I believe this site contains very good written articles posts.
    kamagra .
    17/03/2012 alle 23:59
    Vielen Dank fьr die info.You sind sehr hilfreich.And here is my site Viagra Online
    lacoste polo shirts .
    17/03/2012 alle 23:40
    Great post,thanks,That is what I really want to know.
    generic viagra .
    17/03/2012 alle 20:53
    Can't wait to read the rest of your blog.And here is my site Generic Viagra

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook