• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Due cattive notizie (e Villaggio non c’entra…)
    12
    gen.
    2012

    Due cattive notizie (e Villaggio non c’entra…)

    Condividi su:   Stampa
    Mimino Quotidiano, rubrica a cura di Oliviero Beha
     
    Mimino Quotidiano, rubrica a cura di Oliviero Beha

    Oggi sono arrivate la bocciatura della Consulta dei referendum abrogativi della legge elettorale detta “Porcellum” e definita “porcata” dal suo mentore, Calderoli, e il voto contrario alla Camera nei confronti della richiesta d’arresto per Nick Cosentino.

    E’ la politica, “questa” politica, in entrambi casi, bellezza, o soltanto nel secondo mentre la prima decisione è in punta di diritto? Mi date la vostra opinione?

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    13
    Lascia un commento
    Ida .
    18/03/2012 alle 07:11
    There is an NPR interview (either all thgnis considered or fresh air) where she talks about the simplicity of the lyrics and her delivery, etc., but after hearing the album I can't say that her explanation jibes.
    Maurizio Di Giuseppe .
    13/01/2012 alle 17:11
    Carissimo "Zorro" la cattiva notizia è solo quella relativa alla volgare, offensiva e sgrammaticata reazione di Antonio di Pietro, principe delle Procure e dei Pool di qualsiasi sorta, che ha offeso il nostro Presidente e tutti gli italiani : quando la Consulta decide in modo non conforme ai desiderata di un certo sinistrismo italiano, le solite prefiche si stracciano le vesti e piagnucolano! L'ingovernabilità non è imputabile alla legge,ma ai soliti voltagabbana italici che da sempre hanno avuto nel Dna l'impulso a tradire. Come si rimedia? occorre fare le primarie ope legis, così i cittadini possono scegliere il candidato forse più affidabile e designarlo, poi, alla competizione elettorale! per quanto attiene Cosentino, è giusta la decisione assunta: nessuno può essere privato della libertà prima dei tre gradi di giudizio espressi da un giudice terzo. Sofri nonostante la valanga di condanne passate in giudicato, pontifica come un libero fringuello? Due pesi e due misure??
    Giulia .
    13/01/2012 alle 09:17
    Per quanto riguarda il referendum mi sento ingannata. Mi chiedo ancora una volta dove sia la democrazia quando più di un milione di persone si esprime liberamente,e poi si scopre che queste firme non sono servite. Mi sarà sfuggito ma io non sapevo che esisteva la possibilità che il quorum raggiunto venisse vanificato. Per quanto concerne Cosentino è semplicemente realistico pensare che la legge non è uguale per tutti, che gli stessi giudici sono buoni o cattivi a fasi alterne, a seconda che si esprimano pro o contro gli interessi di Berlusconi, che la Lega rappresenta quanto di più ipocrita si possa trovare in politica saltellando dal si al no e viceversa a seconda delle proprie convenienze, che gli italiani che ancora credono in questa politica sono degli ingenui, che vorrei tanto guardare in faccia chi pensa che con Berlusconi sia finito (ammesso che sia finito, cosa che non credo) il berlusconismo, che di fronte a tutto questo è sconcertante rendersi conto del livello di assuefazione cui siamo giunti, che ci vorranno generazioni affinché si possa porre rimedio al degrado del nostro Paese, che, forse, dovremmo ognuno farci un esame di coscienze e cominciare a pensare che è necessaria una mutazione del nostro DNA per poter costruire un futuro semplicemente più onesto. Questo è ciò che penso e sono molto delusa e arrabbiata. Giulia Giacomini
    Sonia .
    13/01/2012 alle 08:54
    La solita cricca che per pararsi il culo a vicenda mettono a rischio gli interessi e la tutela dei diritti di tutti noi italiani, delle persone oneste che ogni mattina si svegliano presto per andare a lavoro per poi spesso non tornare perchè purtroppo si muore ancora di lavoro; dei cittadini che devono subire le vessazioni di un governo tiranno che utilizza parte del nostro denaro per pagare questi schifosi politici che ci stanno prendendo in giro spudoratamente, ci lasciano le tasche vuote e noi ancora non reagiamo. Italiani svegliamoci!!!!!
    daniela beltracchini .
    13/01/2012 alle 03:23
    IL disgusto per tutta la classe politica ha raggiunto la sua punta massima per la prima volta in vita mia condivido le parole di Casini: suicidio collettivo!!!
    mauro19266 .
    13/01/2012 alle 00:07
    sono pronto a scendere in piazza...! sono molto incazzato...!
      qmrgxgtjl .
      16/03/2012 alle 11:22
      mvNHuq ruylxezjcpkq
      jodxnbzo .
      17/03/2012 alle 09:07
      dtuNu4 , [url=http://oqkmilppyukj.com/]oqkmilppyukj[/url], [link=http://njksgofprruu.com/]njksgofprruu[/link], http://vdqefyukrsiz.com/
      sfmdscj .
      17/03/2012 alle 13:39
      O2BvgO qsnqfctmjknv
      qrxvkhcj .
      18/03/2012 alle 15:35
      v7nu3v , [url=http://jcjqgzmhawbo.com/]jcjqgzmhawbo[/url], [link=http://udtwqyapwryd.com/]udtwqyapwryd[/link], http://pucdccepmlff.com/
    ugo agnoletto .
    12/01/2012 alle 23:15
    se Cosentino venisse arrestato, quanti parlamentari tremerebbero o avrebbero paura che parli? La casta ha sette teste, bisogna tagliarle tutte e sette, solo allora la democrazia può respirare. La solidarietà tra parlamentari è simile, se non maggiore, alla solidarietà nella mafia. In questo senso il parlamento è mafia. Una volta la mafia era fuori del parlamento, ora è dentro e perciò non può più guarire

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook