• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Tra Grillo ed Equitalia le parole sono pietre, anzi ma...
    04
    gen.
    2012

    Tra Grillo ed Equitalia le parole sono pietre, anzi macigni che cadono loro sui piedi

    Condividi su:   Stampa
    Tra Grillo ed Equitalia le parole sono pietre, anzi macigni che cadono loro sui piedi
     
    Tra Grillo ed Equitalia le parole sono pietre, anzi macigni che cadono loro sui piedi

    Le parole sono pietre, diceva qualcuno… ed è sempre più vero nell’epoca in cui sembra che la comunicazione sia tutto, che ciò che si comunica conti assai meno di come lo si comunica. Prendiamo in esame questo aspetto per iniziare l’anno nuovo, quello dei 300 mila posti di lavoro in meno, della crisi nera… e dei pacchi-bomba ad Equitalia, l’ultima lettera con proiettile a Torino. Beppe Grillo per inaugurare l’anno bisestile ha sostenuto una tesi che ha stravolto il web e trovato spazio sui giornali. Ha detto che non basta condannare, bisogna capire, aggiungendo intemerate contro Equitalia che nel riscuotere stringe intorno agli italiani un nodo scorsoio.

    Una specie di Iniquitalia, se si considerano i privilegi per esempio della nostra castona parlamentare, la più remunerata d’Europa. Ha risposto il titolare di Equitalia, Attilio Befera, con una battuta su Grillo (Beppe, non confondiamo, perché magari nel frattempo il pregiudicato omonimo Luigi imperversa…), trattandolo da comico: ”Non fa ridere”, e stop. Ebbene, molte volte le cose che dice Grillo sono giuste e sono esse a renderlo giusto, lo abbiamo visto in questi anni di precipizio delle nostre classi dirigenti contro le quali ha innescato battaglie e movimenti di giovani e meno giovani, vedi le 5 stelle in crescita dal basso sul territorio.

    Il problema sono appunto i tempi e i modi della comunicazione. Se già Equitalia è il bersaglio di qualcuno, e ovviamente si parla di reati penali, offrire il destro per “giustificare” sia pure di rimessa tali attentati  è insensato e immaturo. Non è immaginabile che prima di esternare una simile intemerata Grillo, come agli scacchi, non abbia previsto la reazione.

    Sul piano della legalità, che è impossibile non difendere anche perché è quello che ti permette di affermare appunto come sia almeno in parte delegittimata anche legalmente questa classe politica, era naturale che venisse fatto quadrato a difesa dell’Ente esattore, pur con tutti i buchi e le magagne che ad Equitalia si possono contestare. Così quindi si rafforza un polo della questione che oggettivamente andrebbe invece contestualizzato nella situazione di crisi.

    Quindi andrebbe “spiegato”, esattamente ciò che si proporrebbe di fare Beppe Grillo quando parla del dovere di “comprensione” nei confronti di chi reagisce alla pressione insostenibile di Equitalia: ma questo secondo aspetto viene triturato nella comunicazione dalla forza del primo, della condanna della cosiddetta “difesa del terrorismo” o dell’ipotesi terroristica anche se non è tale, insomma degli effetti del disagio sociale. Il messaggio della condizione devastata di molti italiani di fronte ad Equitalia viene appannato o centrifugato dall’ipotesi che Grillo sia “sostenitore dei pacchi-bomba o proiettili” che siano.

    E’ evidente che è sbagliato il messaggio, nelle sue modalità e/o nella sua tempistica. Così come abbassa i toni di tutto per non parlare della sostanza (la “comprensione” dello stato dei vessati) e rimanere alla forma l’altro duellante, il Direttore Generale delle Entrate Befera, quando riduce il tutto a una “battuta che non fa ridere”, proprio mentre i bersagli di Equitalia tutto fanno meno che ridere.

    Quindi entrambi hanno usato le parole come pietre, o nel caso come macigni, che però non sono stati in grado di lanciare e sono loro caduti sui piedi. Mi si può obiettare: invece che fare il Grillo parlante (non so se afferrate…) perché non suggerisci come si sarebbe potuto o dovuto svolgere il contraddittorio? Giusto. Beh, intanto avrei rigirato su di me la questione del pacco-bomba o proiettile in busta che sia, tipo: “Se arrivasse a me un pacco-bomba, ovviamente mi preoccuperei ma cercherei anche di capire perché me lo inviano. A maggior ragione penso che Equitalia oggettivamente oggi stia mettendo ulteriormente a rischio la situazione italiana dei più disagiati, che va capita. Penso anche però ovviamente che qualunque attentato sia un reato e peggiori la situazione, quindi lo condanno e ne temo gli effetti. Nell’interesse di tutti, cerchiamo di dedicarci a Equitalia. Agli attentati ci pensi chi ci deve pensare”.

    Forse non è un granché, ma così come è andata, da Immaturi 3, non è peggio?

    Oliviero Beha per Tiscali Opinioni, 3 gennaio 2011

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    223
    Lascia un commento
    Call Bangladesh Cheap .
    20/03/2012 alle 05:32
    I loved as much as you will receive carried out right here
    Lorita Blankenberg .
    20/03/2012 alle 04:07
    This website definitely has all the information and facts I needed concerning this subject and didn抰 know who to ask.
    Thomas Schlessman .
    20/03/2012 alle 03:36
    I quite like reading an article that will make people think. Also, thank you for allowing for me to comment!
    marchese chevrolet .
    20/03/2012 alle 02:41
    Thanks for writing this. I really feel as though I know so much more about this than I did before. Your blog really brought some things to light that I never would have thought about before reading it. You should continue this, Im sure most people would agree youve got a gift.
    katalog stron www .
    20/03/2012 alle 00:17
    Great blog. I’m impressed how well-written it is.
    Kyong Woodell .
    19/03/2012 alle 20:55
    whoah this blog is wonderful i love reading your posts. Keep up the great work! You know, many people are hunting around for this info, you could aid them greatly.
    Mitsue Hughs .
    19/03/2012 alle 19:44
    Hi there, just became aware of your blog through Google, and found that it is truly informative. I'm gonna watch out for brussels. I will appreciate if you continue this in future. Many people will be benefited from your writing. Cheers!
    Benny Karrels .
    19/03/2012 alle 18:24
    Hey there, You have done a fantastic job. I’ll definitely digg it and personally recommend to my friends. I'm sure they'll be benefited from this website.
    Lorretta Rasbury .
    19/03/2012 alle 17:13
    This is really interesting, You're a very skilled blogger. I've joined your feed and look forward to seeking more of your wonderful post. Also, I have shared your web site in my social networks!
    Morris Oles .
    19/03/2012 alle 16:26
    I don't even know how I ended up here, but I thought this post was good. I don't know who you are but definitely you're going to a famous blogger if you are not already ;) Cheers!
    japan style sklep .
    19/03/2012 alle 15:51
    I think this is one of the most significant information for me. And i'm glad reading your article. But want to remark on some general things, The website style is great, the articles is really nice : D. Good job, cheers
    program do pit .
    19/03/2012 alle 14:38
    Great post. I used to be checking continuously this website and I'm inspired! Very helpful info specially the rest of the part I handle like information much. I used to be seeking this valuable information for a very long time. Thanks and best from luck. program do pit
    get kindle fire .
    19/03/2012 alle 10:44
    This is really interesting, You're a very skilled blogger. I've joined your rss feed and look forward to seeking more of your great post. Also, I have shared your web site in my social networks!
    home decor .
    19/03/2012 alle 09:07
    Very well written post. It will be helpful to everyone who utilizes it, as well as me. Keep doing what you are doing - i will definitely read more posts.
    Luigi Fulk .
    19/03/2012 alle 08:56
    The new Zune browser is surprisingly good, but not as good as the iPod's. It works well, but isn't as fast as Safari, and has a clunkier interface. If you occasionally plan on using the web browser that's not an issue, but if you're planning to browse the web alot from your PMP then the iPod's larger screen and better browser may be important.
    membuat website joomla .
    19/03/2012 alle 08:18
    Great blog here! Also your website loads up very fast! What web host are you using? Can I get your affiliate link to your host? I wish my site loaded up as quickly as yours lol
    Alanna Buchmiller .
    19/03/2012 alle 07:31
    Pretty section of content. I just stumbled upon your website and in accession capital to assert that I acquire actually enjoyed account your blog posts. Any way I'll be subscribing to your feeds and even I achievement you access consistently rapidly.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook