• Biografia
  • articoli
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > La zona viola > articoli > Bentornati Della Valle (se è vero)
    06
    apr.
    2012

    Bentornati Della Valle (se è vero)

    Condividi su:   Stampa
    La zona viola
     
    La zona viola

    Qualche luce in fondo al tunnel, qualunque sia il (prevedibile) risultato del Meazza dove giocano la strasuperiorità del Milan, la malattia profonda della Fiore e la disponibilità arbitrale a “correggere” eventuali brezze fortunate che soffino dietro Amauri (figuriamoci, con gli interessi che premono…). Che luci, dunque? Il messaggio dalla proprietà di voler rioccuparsi della Fiorentina, colpevolmente sottovalutata prima e abbandonata poi a mani inadeguate (eufemismo). Forse hanno capito che non conviene seguitare così né alla Viola né a loro, paperoni d’alto bordo che lo stadio Franchi sbertuccia. Se ci hanno ripensato, ben vengano e auguri sinceri. Solo remando in una stessa e ragionevole direzione si può ricominciare. Non si vede perché sappiano far andar bene molte delle loro cose e il calcio no. Rossi? Non credo che mandarlo via servirebbe a nulla. Tiri fuori uno straccio d’anima ai giocatori, e si salva. In attesa dei gol delle Procure…

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    1
    Lascia un commento
    Luca .
    07/04/2012 alle 12:48
    Perchè scusi i Dv avevano venduto la Fiorentina? Vedo che anche lei è populista come tutti in Italia, si basano sulle apparenze sulle telefonatine, sulle dichiarazioni e non sui fatti. Quindi secondo lei i DV adesso sarebbero tornati, avrebbero "comprato" la Fiorentina.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook