• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Eppure qualcuno l’aveva scritto
    30
    apr.
    2012

    Eppure qualcuno l’aveva scritto

    Condividi su:   Stampa
    enel_emissioni_carbone

    Riceviamo & Pubblichiamo

    Nel giorno in cui FQ online denuncia con grande evidenza la gravissima situazione in Italia a causa del carbone by Enel, vorrei ricordare ai “grandi” giornali (che con tutta evidenza hanno bucato la notizia di almeno DUE ANNI) cosa ha avuto il coraggio di scrivere – in beata solitudine – un loro collega, il 13 aprile 2010: http://www.olivierobeha.it/articoli/2010/04/7043

    Cordiali saluti, Roberto Pirani

    PS: Che non si venga a raccontare che “non si sapeva”. Si sapeva TUTTO. Ma non si doveva dire. Greenpeace queste cose le aveva denunciate, come sempre, con largo anticipo.
    Leggasi ancora, 16 dicembre 2006: http://www.olivierobeha.it/articoli/2006/12/1713n
    In quei giorni di fine anno, con la centrale di Porto Tolle bloccata da decine di attivisti di Greenpeace, le pagine dei grandi giornali erano piene di pubblicità di Enel.
    All’azione di GP a Porto Tolle venivano dedicati trafiletti (in televisione neppure una citazione di pochi secondi. E poi ci si lamenta che l’Italia è al 75° posto nel mondo per libertà di informazione?) Una menzione al merito al TG3 del Lazio, che della lotta contro il carbone dei movimenti NoCoke – persino durante lo sciopero della fame di cui non comunicò mai le motivazioni – ha sempre preferito porgere il microfono a Enel e basta (un ottimo motivo per rottamare il televisore nella più vicina isola ecologica).

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook