• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > Francia, per metà dei Tg scatta il “richiamo della...
    23
    apr.
    2012

    Francia, per metà dei Tg scatta il “richiamo della foresta”: sinistra su, borse giu’

    Condividi su:   Stampa
    il richiamo della foresta

    I Tg di lunedì 23 aprile - La battaglia per l’Eliseo non ha ancora un vincitore, ma per Tg 1  e le testate Mediaset c’è senza ombra di dubbio già una vittima: il mercato borsistico europeo. Di fronte ai dati sconfortanti di oggi noi proponiamo “calma e gesso” e, soprattutto, di inforcare gli occhiali. Prima di tutto perdite dal 2 al 4% non sono fatti eccezionali di questi tempi. Se si guarda bene, poi, Parigi ha perso “solo” il 2,83%, mentre a Milano il meno ha toccato quota 3,8 e a Francoforte il  3.6%. Non escludendo reazioni negative dei mercati, notiamo che comunque alcuni Tg hanno risposto al richiamo della foresta. Altro che richiamo poi quello contenuto nelle parole di La Russa, che mettendo insieme Sarkozy e i neo fascisti antisemiti  di Le Pen, gongola sul  fatto che la destra sarebbe maggioritaria in Francia. Ricordando i tanti esuli italiani a Nizza, Marsiglia e Parigi nel ventennio, siamo disposti a fare una colletta per permettere a chi volesse di congiungersi definitivamente alla “destra vincente” in Francia.

    Sarà forse perché è un processo a luci rosse o perché più di qualcuno dovrebbe arrossire rimembrando le “cene eleganti”, ma solo Tg 3 e TG la 7 seguono fin dai titoli l’odierna udienza milanese al processo Ruby, riprendendo anche gli audio delle intercettazioni della giovane marocchina pubblicati da Repubblica. Tg 5 deve aver letto le agenzie al contrario, perché da studio assicura che Ruby è, ed era tranquilla e che né lei ne Silvio avevano nulla da temere.

    Tutti i Tg sono indignati per lo sfregio genovese al giocattolo più amato dagli italiani, ma scommettiamo che già da domani titoleranno sulla giornata infrasettimanale di serie A e sul rush finale tra Juve e Milan.

    La Fornero, infine, e la sua scelta di confrontarsi con la Fiom all’Alenia di Torino, è stata criticata dai sindacati confederali, boicottata dagli altri sindacati locali, ignorata da metà dei Tg, ma ripresa da quelli Rai e dall’ immancabile Tg la 7. Per Mentana la Fiom avrebbe riservato “l’onore delle armi” alla Ministra.

    I sondaggi del lunedì di Tg la 7 fotografano tutti i maggiori partiti in leggera crescita con l’eccezione del Pd, che perderebbe uno 0,4%. Se fosse così, tanto di cappello al campione che non si sarebbe fatto suggestionare più di tanto dagli interventi di Bersani nei Tg, anche se è rimasto l’unico che, a ragione o a torto, dichiara appoggio a Monti, difende i finanziamenti pubblici, chiede una riforma dell’Imu, ma con educazione e in punta di piedi. Tutto il contrario di quello che fanno gli altri.

    Alberto Baldazzi

    Dati Auditel di domenica 22 aprile 2012

    Tg1 – ore 13:30 5.216.000 25.25% ore 20:00 4.878.000 20.91%.
    Tg2 – ore 13:00 3.183.000 16.24% ore 20:30 2.309.000 8.86%.
    Tg3 – ore 14:30 1.649.000 8.01% ore 19:00 1.653.000 9.56%.
    Tg5 – ore 13:00 3.104.000 15.66% ore 20:00 4.552.000 19.38%.
    Studio Aperto – ore 12:25 2.049.000 12.39% ore 18:30 1.489.000 9.83%.
    Tg4 – ore 11:30 815.000 7.93% ore 19:00 1.010.000 5.80%.
    Tg La7 – ore 13:30 877.000 4.24% ore 20:00 1.575.000 6.69%.

    Fonte: www.tvblog.it

    Postato da Osservatorio TG
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook