• Biografia
  • articoli
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > Indietro Savoia > articoli > Chi ha paura di Beppe Grillo? Tutti. Chi credeva a Ma...
    13
    set.
    2012

    Chi ha paura di Beppe Grillo? Tutti. Chi credeva a Marchionne-Fiat? Nessuno

    Condividi su:   Stampa
    movimento_5_stelle

    E’ partita da Verona la campagna elettorale di Renzi, il sindaco di Firenze “rottamatore” del Pd. All’americana, hanno detto. Come sempre parlano di epidermide. Le differenze tra Usa e Italia sono anche in questo abissali. Ma non importa. Nel frattempo i sondaggi, cui possiamo credere o no ma di certo sono ormai una forma di campagna elettorale, cioè non solo notificano se notificano davvero ma soprattutto orientano, i sondaggi dicevo darebbero un 15% a Grillo e un altro 7,5% a Di Pietro. Non è così semplice cumulare una politica “di fuori”, anti-Palazzo, e una politica di dentro anche se di denuncia a volte recisa a volte contraddittoria del medesimo Palazzo, ma i due numeri insieme fanno paura. A chi? A tutti, alla politica tradizionale come agli elettori tradizionali, ai benpensanti, a coloro che a torto o a ragione temono i “populismi”. Insomma a tutti coloro i quali hanno motivi, interessi o concetti che sono lontani le mille miglia dal M5S.

    Legittimo, per carità. Anche perché si ha paura soprattutto di ciò che non si conosce. Ma il punto è rovesciabile, a clessidra. Ossia, invece la politica di Palazzo/i e “questi” partiti li conosciamo fin troppo bene. Non c’è giorno senza uno scandalo, e insieme non c’è giorno con contenuti degni di questo nome. Di Renzi per esempio viene riportato a titoli cubitali il mantra urlato “Voglio i voti di Berlusconi”. D’accordo, bravo, ma per farne che? Solo per vincere? Troppo poco, bello…

    Dunque “quelli” li conosciamo. Se li rivotiamo, rivotiamo gli agenti di uno sfascio complessivo anche se dalle colpe e dalle responsabilità diverse: certo che non sono tutti uguali, Berlusconi e Bersani, Alfano e D’Alema passando per le truppe o truppette di centro. Sono infatti complementari. Intendo dire, e da anni ahimé, che per ridurci così c’è voluto il concorso di tutti, il disastro è stato ed è troppo grosso (cfr. purtroppo il mio “Il culo e lo Stivale”). E’ legittimo rivotarli? Certo, esattamente come è legittimo non rivotarli, come è legittimo votare Grillo che è “nuovo” con tutte le virgolettature di preoccupazione (alla lettera, la lingua non tradisce: ”pre-occupazione”, occupazione prima), come è legittimo non votare se l’offerta non ti convince.

    Ma entriamo nel merito: i numeri di Grillo spaventano e dunque è ovvio che qualunque ipotesi di riforma di legge elettorale, pensata e attuata dagli stessi che Grillo lo vogliono defenestrare dal Parlamento, sarà indirizzata a mantenere il massimo di statu quo: finché ci sono io, ragiona e opera il legislatore, cerco di fregarti e di non farti entrare. Dunque tranquilli, è nelle cose che vada così. Ma siccome è impensabile che questo discorso non venga fuori, sia dal M5S che ne sarebbe penalizzato, sia ovviamente dal blog di Beppe hacker o non hacker, sia da qualche osservatore indipendente (quorum ego), se esiste ancora un po’ di logica tutto ciò favorirà i voti a Grillo per protesta contro la penalizzazione “parlamentar-legislativa” della protesta. E il cane si morderà la coda.

    Anche perché siamo in tempi di morsi, e morsi gravi. Le dichiarazioni di Marchionne, finto buonista fino a 2 anni fa e ora nella parte della fiaba del “re nudo”, che sostiene che è tutto cambiato e dunque anche con i programmi dell’azienda in Italia abbiamo scherzato, sono dichiarazioni che porteranno altri voti alla protesta: alias a Grillo, a Di Pietro, a tutti quelli (pochi, Cgil in testa, ma pochi, troppo pochi) che per tempo avevano denunciato l’inganno.

    E’ una sorta di campagna elettorale implicita: basta riproporre i proclami del Marchionne d’antan, e le posizioni dei partiti tradizionali, tutti i partiti meno le frange di sinistra, e l’elettorato è costretto a riconoscere lo stato delle cose. L’elettore vota Grillo, con tutti i rischi dell’incognito. Vota uno dei soliti, Renzi compreso, con tutti i rischi ma anche i delitti del cognito. Oppure non vota, e ci teniamo Monti come Commissario Tecnico della Nazionale. Che ne dite? Avete un’idea (visto che se vi parlo di matrimoni gay o del caso Palermo-stragi-Napolitano non frega niente a –quasi- nessuno)?

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    95
    Lascia un commento
    GIOVANNI .
    14/10/2012 alle 19:28
    Grillo, potresti anche andare bene, peccato che tiri a sinistra, e mi auguro che non farai la fine del IDV, di Pietro che ha tentato di combattere la corruzione con mani pulite, oggi nel suo partito, stando a ciò che dice la telvisione e i giornali, si ritrova tante persone con le mani sporche, auguri Beppe
    Luca .
    18/09/2012 alle 18:01
    Gli italiani hanno il sacrosanto diritto di potersi rovinare con le proprie mani. Io temo che alle prossime elezioni non cambierà nulla. Basta scorgere l'elenco dei vincitori delle ultime elezioni per capire chi ci ha portati a questo disastro e quindi non rivotarli. Sono proprio curioso di sapere se saremo ancora coglioni anche sta volta e se il numero dei coglioni è in aumento o diminuzione.
    Emanuele66 .
    16/09/2012 alle 11:14
    Veramente Grillo lo finanzio io. Sempre a preoccuparsi dei soldi gli italiani, se invece si presenta uno stramiliardario che si fabbrica un partito in tre mesi a colpi di spot, cartelloni elettorali, campagne acquisti, viene sdoganato facilmente tra proteste solo formali (escludendo forse perchè TROPPO OVVI ricorsi o esposti a consulte costituzionali per l'unica efficace motivazione: titolare di concessione pubblica NON POTEVA SCENDERE IN CAMPO almeno SENZA PRIVARSENE e per LEGGE). Grillo (o forse Casaleggio? o forse Mazzarino?) si finanziava bene (i biglietti per i suoi comizi/spettacoli costicchiavano - dvd e libri a iosa si vendevano e si vendono) ed oggi dopo un breve (forse farlocco?) esperimento di autofinanziamento del blog espone tanto di banner pubblicitari che qualcosina credo rendando... Insomma il nostro Grillo ha di che finanziarsi ampiamente e... legalmente, senza ricorrere A NESSUN APPORTO PUBBLICO nella misura vampiresca con cui lo fanno gli amichetti della parrocchietta... Logico che questi cerchino di gettare merda sull'argomento SOLDI... Senza finanziamento pubblico questi boccheggerebbero. Strutture elefantiache fotocopiante GUARDA CASO dall'ultimo movimento al più grande partitone GARANTISCONO UN SERVIZIO PERMANENTE EFFETTIVO a prescindere DALL'INTERESSE PUBBLICO EFFETTIVO. Non ti interessa più Grillo? Non compri più i suoi libri, non acquisti i suoi dvd, non vai ai suoi spettacoli, non frequenti il suo blog. I suoi fondi finiscono. Gli altri sono finanziati A PRESCINDERE. Di quei soldi però nessuno ha schifo: sono pubblici QUINDI DI NESSUNO.
      Carletto .
      18/09/2012 alle 13:54
      Chi ha paura di Beppe Grillo? Tutti. Vi invito a digitare, dal motore di ricerca di Google, IL PIU' GRANDE CRIMINE e di leggerlo. Nessuna casa editrice l'ha voluto pubblicare;... per paura dell'autore?
    Andrea .
    14/09/2012 alle 22:44
    Amen
    Marcello .
    14/09/2012 alle 21:08
    Chi si trovava e si trova senza stipendio e senza pensione deve rientrare nella categoria esodati o salvaguardati o come diavolo li vogliamo chiamare. Mi sembra ovvio più che democratico. Quindi via le date, i motivi, e tutti i vari balzelli della legge. Chi ha maturato i requisiti pensionistici ed è senza reddito va in pensione con le vecchie regole, punto e basta, e senza stilare classifiche e produrre quindi esodati di serie a, b e z. come fossero manichini. Non ci vuole un genio eh? Basta leggere un paio di articoli della Costituzione se l’intelletto non arriva a concepire cose così semplici. Grillo con tutta la simpatia, se non altro perchè faccio il tuo stesso lavoro, parla anche di questo, ci sono delle priorità, ci vogliono azioni concrete!
    massimiliano .
    14/09/2012 alle 20:50
    Le idee ispirate dal coraggio sono come le pedine negli scacchi, possono essere mangiate ma anche dare avvio ad un gioco vincente.
    massimiliano .
    14/09/2012 alle 20:45
    L'importante e che qualcuno apra gli occhi alla gente e dia coraggio ad esporsi perche oramai siamo altro che la frutta poi da cosa nasce cosa .
    mimmo .
    14/09/2012 alle 20:35
    stai messo male se speri che grillo sia il salvatore della patria
    Carlo B. .
    14/09/2012 alle 20:23
    A malincuore devo dar ragione a Carlo . tranquilli non sono la stessa persona, ma devo dare atto che è ciò che sta accadendo, e Casaleggio non è molto distante dal percorso di Mario Monti. Forse è meglio fare una denuncia in massa come segnalato nell'indirizzo che riporto sotto, tanto per le nuove elezioni mancano ancora diversi mesi, e quando ci arriveremo si vedrà. http://www.facebook.com/photo.php?fbid=316376991794322&set=a.290998387665516.58595.290981821000506&type=1&theater
      Carlo B. .
      14/09/2012 alle 20:27
      Selezionare l'indirizzo e fare copia e incolla in una nuova scheda o sessione del proprio browser utilizzato in quanto non è linkato.
    massimiliano .
    14/09/2012 alle 20:19
    Si parla tanto di crisi tagli di qua e tagli di la e noi italiani dobbiamo sempre pagare ed in un caso come questo si vede che ai politici non gliene frega niente di noi italiani.Spero che grillo riesca anche solo a far capire cosa vogliamo noi POPOLO ITALIANO RISPETTO E Forse l unico e un comico a far ragionare dei pagliacci. Pensioni gratis agli stranieri, è boom Senza aver mai versato contributi incassano 7.156 euro lanno Gli extracomunitari con carta di soggiorno fanno arrivare in città i genitori over 65 che all?Inps chiedono il ?vitalizio? Tredici mensilità da 550,5 euro, mentre un modenese non ne incassa più di 500 pur avendo versato contributi per anni
    mimmo .
    14/09/2012 alle 20:13
    sarebbe interessante scoprire chi finanzia grillo?
    vincenzo .
    14/09/2012 alle 20:07
    Che ben venga Grillo non abbiamo più niente da perdere...e poi per non parlare dei finanziamenti ai partiti....
    mimmo .
    14/09/2012 alle 20:05
    grillo torna a fare il comico , o vuoi quel poco che è rimasto nelle tasche degli italiani?
    maurizio .
    14/09/2012 alle 20:04
    ....un premio di maggioranza al 15% ecco come abrogare la democrazia............
    ornella .
    14/09/2012 alle 19:22
    io sono daccordo con tutto ciò che smaltirà i politici al governo... sono troppi e li manteniamo noi... se grillo ha la possibilità si sfoltire il gruppo governativo (ministri deputati senatori porta borse e chi più ne ha più ne metta) ben venga. non è giusto che una persona che lavora tutta una vita e si mette da parte qualcosa deve pagare ancora e ancora quando lo ha già fatto con le trattenute in busta... fate qualcosa l'italia non ce la fa più
    mauro .
    14/09/2012 alle 19:10
    fate fuori quei pezzi di merda di Berluscni, Monti, Bersani, Casini e tutta la compagnia .Vota Grillo vota Grillo. Mauro ( Carbonia Iglesias )
    iki.ro .
    14/09/2012 alle 16:06
    Italia e nauseata dalla politica e dai politici che siano essi di destra, centro o di sinistra. Per salvarsi ha bisogno di tecnici! Avanti Monti per i prossimi 10 anni.
      SpiritoLibero .
      14/09/2012 alle 17:39
      ANCORA MONTI??????????? Per continuare a svuotarci le ultime monete dal portafoglio?! Per continuare a dar da mangiare alle banche??!! Per continuare a fare il burattino dell' ex-maggioranza e dell'ex-opposizione??!! Ma per piacere!!! Se questi sono tecnici, professori plurilaureati....mio nipotino di 6 anni è il clone di Zichichi.
    giuseppe .
    14/09/2012 alle 15:48
    liberaci dal canone rai e liberaci dall'euro
    Francis .
    14/09/2012 alle 14:54
    Non sanno più cosa inventarsi per fermare l'avanzata del movimento 5 stelle (mancanza di democrazia interna, guerra termonucleare, ritorno alla lira ecc. ). La tecnica è sempre la stessa,creare almeno il dubbio tra la gente o meglio ancora disseminare il panico. Ma il vero timore è di chi ha vissuto beatamente con le rendite di posizione a tutti i livelli ( politici, giornalisti...). Intanto cercheranno di fare una legge elettorale tagliata su misura per neutralizzare i voti della lista Grillo, ma non avranno salvezza (politici cooptati, mafiosi, massoni e giornalisti prezzolati) se Movim.5stelle e IDV avranno la maggioranza relativa.
      Carlo .
      14/09/2012 alle 18:28
      Grillo torni a fare il comico, che gli riesce meglio... Adesso è solo un pupazzo di Casaleggio. Grande la democrazia nel M5S! HAHAHAHAHA
        Salvatore .
        14/09/2012 alle 21:05
        e quale sarebbe invece il tup ideale di democrazia? Quella del partito di Berlusconi con le deputate nominate in base alle loro abilità sessuali o quella della banda bassotti di Monti, rappresentatnte del potere finanziario (e non del popolo)
          Andrea .
          14/09/2012 alle 22:46
          clap clap clap!!! Quoto in pieno!!!! per Carlo: ma apri gli occhi che è meglio per te e per tutti!!!

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook