• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > E adesso si capisce di più Calciopoli…
    05
    set.
    2012

    E adesso si capisce di più Calciopoli…

    Condividi su:   Stampa
    Risarcimento Bobo Vieri

    Se non si collega la sentenza-Vieri, questa intervista a Tavaroli e l’intiero paesaggio in cui si è sviluppato Calciopoli, vuol dire che si è in malafede. Invito dunque i lettori a verificare quanti (oltre al sottoscritto negli anni…) tra i media e i “mediani” dei media riporteranno le dichiarazioni di Tavaroli ma creando il nesso logico con lo scandalo che ha decapitato Moggi. E a proposito, del suicidio di Bove come mai nessuno parla più? Cliccate sul cognome… e soprattutto collegate, collegate, forse qualcosa si capirà.

    (o.b.)

    TAVAROLI (EX CAPO SECURITY TELECOM) VUOTA IL SACCO – “DI CONTROLLARE VIERI ME LO CHIESE MORATTI DI PERSONA, NON AL TELEFONO. LE OPERAZIONI POI SONO STATE FATTE DALL’AGENZIA DI CIPRIANI – FURONO SICURAMENTE COMMESSI DEGLI ABUSI SUL TRAFFICO TELEFONICO DI VIERI – ABBIAMO SPIATO ANCHE ALTRI GIOCATORI DELL’INTER E MOGGI – FURONO SVOLTE ATTIVITA’ ILLECITE”…
    Dagospia.com

    “Di controllare Vieri me lo chiese Moratti di persona, non al telefono. Le operazioni poi sono state fatte da un fornitore, la famosa agenzia di Cipriani. Sono due episodi, 2001 e 2003. Il primo riguardava l’Inter, la verifica del rispetto contrattuale dei comportamenti di certi giocatori, non solo Vieri. Il secondo invece riguardava la Pirelli perchè Vieri doveva fare il testimonial. In questo caso abbiamo controllato il suo traffico telefonico”.

    Così Giuliano Tavaroli, ex capo della security Telecom, a La Zanzara su Radio24. “Abbiamo controllato anche altri giocatori dell’Inter – racconta Tavaroli – ma non hanno fatto causa. Vai a sapere perché. Forse non hanno accusato inquietudine e ansia come Vieri. Moratti lo incontrai di persona. C’era un regolamento di squadra sulla vita dell’atleta che andava rispettato, il problema era il rispetto di questo regolamento. Furono sicuramente commessi degli abusi sul traffico telefonico di Vieri”.

    Avete controllato anche Luciano Moggi, chiedono i conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo?: “Su Moggi non esisteva un dossier, ma ci fu la richiesta di verificare alcune informazioni date all’Inter da un arbitro su presunti comportamenti di Moggi. Moratti mi disse: abbiamo ricevuto queste informazioni, vogliamo vedere se sono credibili. Parte degli accertamenti vennero svolti con attività illecite. Giraudo invece non venne controllato”.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    23
    Lascia un commento
    obbligatorio .
    27/09/2012 alle 11:20
    Ieri sera, parlando con mia madre che ha 63 anni, ho notato che non conosceva la Minetti (igienista dentale). Come lei tante persone sono nella stessa condizione, TV, qualche quotidiano per la cronaca locale o i necrologi e settimana enigmistica. Questa è l'informazione di massa in Italia. Come potete pretendere che chi non ha la fortuna di cercarsi le informazioni su internet possa avere un quadro chiaro della situazione? Io non mi sono mai fidato di ciò che riportava, nel 2006, la Pravda Rosa, sono andato a cercarmi le intercettazioni e le ho ascoltate, facendomi un'idea personale, non filtrata o edulcorata da nessuno. Beha è una vita che ne parla. Sembra un marziano. E' chiaro che il gruppo di potere composto dai soliti noti ha organizzato il tutto. Qui non si parla di complotti, si parla di massoni che annunciano ribaltoni, la ministra dello sport che annuncia la cattura dell'orco, un presidente del consiglio che chiama il suo amico, il corrotto, Guido Rossi a decidere delle sorti della Juve, dirigenti interisti coinvolti fino al midollo, dirigenti milanisti che scaricano Meani indicandolo come qualcosa in più di un tifoso. Potrei andare avanti per ore. Ma non ce ne frega niente, ormai è andata. Siamo tornati, più forti di prima. Punto e basta.
      gioacchino vitello .
      26/01/2014 alle 09:32
      non sono daccordo,PIU FORTI DI PRIMA SI,MA LA VERITA`E`UN`ALTRA COSA .SOCIETA RIDICOLIZZATA,TUTTO IL MONDO VEDEVA E VEDE LA JUVE IN UN ALTrO MODO,TIFOSI SCHERNITI;GENTE SUICIDATA;PERSNONE RADIATE,PER NIENTE SOLO PER IL GUSTO DI PUNIRLI PERCHE PIU FORTI, NON E` BELLO,QUANDO SI COMMETTONO REATI SI E` CONSAPEVOLI;DUNQUE,I REATI SI PAGANO
    homofaber .
    10/09/2012 alle 19:03
    Non difendo Moratti e le assicuro che Travaglio è simpatizzante juventino, autentico. E io non ho mai sventolato una bandiera interista nè di altro club. Ma non per questo, bisogna tapparsi gli occhi e la mente, seguendo la propria faziosità calcistica o piegandosi alle suggestioni di eventuali conoscenti. E gli acquisti sbagliati dell'Inter (ma le potrei citare, inversamente, la formazione con cui ha vinto la Champions: tutti giocatori comprati a basso prezzo o derivanti dalla cessione di Ibra) non c'entrano un emerito piffero con chi truccava campionati (e media) per vincere scudetti e coppe italiane (credo che avrebbero potuto conquistarle ugualmente, ma mai con l'intensità e la spudoratezza dimostrate). Ogni sportivo d'Italia, non patologicamente juventino, sa bene come funzionava Calciopoli, che - ripeto - non c'entra nulla con chi eventualmente buttava i propri soldi o investigava su un proprio dipendente: e se le intercettazioni fossero cominciate anni prima, probabilmente la sua bacheca bianconera si troverebbe improvvisamente magra. E tutte le creanze che ho elencato sul post di prima, sono solo una parte delle nefandezze compiute. Ma se vuole continuare a 'vedere' con gli occhi del tifoso accecato, prosegua pure. Anche perchè non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
      fierobianconero .
      11/09/2012 alle 07:56
      homo minus, voi intertristi cartonati che impartite lezioni di onestà a gg alterni (cioè quando non pedinate,taroccate, truffate, vi incontrate con arbitri in attività nei sottopassaggi di un supermarket,ecc.)dovreste sapere che la sentenza di napoli ha certificato che i campionati furono regolari e che nessuna (NESSUNA, AMEBA, CAPITO..? NESSUNA!!)partita fu alterata. Poi quando santa prescrizione non vi salverà più, allora tutto il mondo festeggerà, come una liberazione, la vs scomparsa dal football. Pedinatori, bevitori di caffè corretto, pagherete caro, pagherete tutto....
      Maralefed .
      11/09/2012 alle 14:03
      Caro Homofaver, mi fa sorridere la visione, un pò sempliciotta in verità, per cui al di fuori degli obnubilati per via della cieca fede calcistica, come il sottoscritto, probabilmente avrai voluto anche intendere, ci sono quelli come te che sono "asettici" non sventolano bandiere nerazzure o di altro colore, sono, insomma, gli unici depositari della verità (almeno calcisticamente parlando). Peccato che in mezzo ci stia gente come il dott.Beha (purtroppo rara) che abbia una visione, piuttosto critica p.es. rispetto a "Farsopoli" dove, e qui spero di riportare abbastanza fedelmente il suo pensiero, asserisce che se Moggi era colpevole non era certo il "Deus ex machina" o, quantomeno non il solo! Per inerzia il pensiero va al "je accuse" del vostro caro Palazzi che ricorda,finalmente, dopo 4 anni di stallo sulle indagini, che anche l'Inter era colpevole come e forse più della Juve, però....badaben...badaben..ormai è PRESCRITTA !!!! Peccato ci sia anche gente che non ha particolari simpatie per questa o quella squadra però ha un forte spirito antijuventino, una antipatia acclarata! Peccato che, in Italia e solo in Italia, ci siano 14 milioni di juventini ma allo stesso tempo, esistono tifosi del Milan, dell'Inter, Del Torino, della Fiorentina, della Roma, del Napoli tutti uniti nel credo ANTIJUVE. Quindi parlare con tale acrèdine come fa Lei della Juve e autoritenersi al di sopra delle parti mi pare, lievemente, mancanza della dose minima (giornaliera) di autocritica. Che dire....Travaglio è juventino? Basterebbe solo leggere le sue dichiarazioni in merito alla convocazione di Bonucci in Nazionale (mai indagato, tra l'altro) per farsi un'idea ben più chiara della sua pseudojuventinità. Ah...dimenticavo; l'Inter del triplete etc.etc.,cui tanto Lei inneggia, divenne virtuosa..vero...ma solo nel post calciopoli; acquistando giocatori a poco prezzo, vero....lei si riferisce ovviamente a IBRA e VIEIRA! Cordialmente!
        homofaber .
        12/09/2012 alle 00:08
        Parlando due lingue diverse, sarebbe preferibile chiudere qui l'impossibile conversazione
          Maralefed .
          12/09/2012 alle 10:15
          Questa reazione non mi sorprende più....ormai è prassi consolidata! Chissà perchè quando qualcuno controbatte alle vostre percsonalissime e opinabilissime verità(per usare un eufmismo, ovviamente,) e magari le sfata con i fatti, tutti voi, antijuventini e/o interisti,chiudete il dialogo per "Impossibilità di comunicazione"!!! Ciao è stato un piacere, comunque.
      AAA .
      27/09/2012 alle 14:06
      Sei un emerito rappresentante della schiera cieca degli interisti, che pure di calcio non capiscono una mazza, ma che del concetto di democrazia petrolifera però se ne intendono...eccome! L'Inter ha vinto meritatamente i suoi ultimi trofei, anche se nel mezzo del deserto. Tu, invece, rassegnati. Non vincerai mai nulla.
    maralefed .
    10/09/2012 alle 13:37
    Caro HOMOFABER, Lei sa meglio di tutti quanti noi, essendo interista, che prima di "FARSOPOLI", i tifosi interisti che capivano di calcio e non erano stati ancora del tutto "lobotomizzati" da tutto il fango e le falsità lanciate dalla "Rosea" Gazzetta e da Repubblica, anche Don Travaglio ha fatto invero la sua parte, ancor più grave spacciandosi per tifoso juventino, ai danni della Juve, non se la prendevano tanto con Moggi e la Juve quanto con la scellerata gestione dell'"Immacolata". Questa infatti sperperava miliardi e miliardi acquistando mezze "sole", spesso truffando anche con le immatricolazioni dei suoi calciatori(vedi passaporti falsi-Recoba). In caso, invece, non lo ricordasse, le lascio un elenco (rigorosamente incompleto) dei campioni che si sono allenati con l'"Immacolata": PORTIERI: FONTANA, MAZZANTINI, CARINI. DIFENSORI: WEST, FRESI, COLONNESE, MILANESE, MEZZANO, VIVAS, MACELLARI, FERRARI, CIRILLO, BRECHET, HELVEG, SERENA, DOMOUROD, GRESKO, GEORGATOS, CENTOFANTI, SORONDO, PISTONE, GAMARRA, ADANI, GILBERTO, ANGLOMA, SIMIC, FAVALLI, WOME, ZE' MARIA. CENTROCAMPISTI: CONCEICAO, VAN DER MEYDE, KILY GONZALES, LAMOUCHI, FARINOS, VAMPETA, PAULO SOUSA, OKAN, LUCIANO (DETTO ERIBERTO), DABO, ZE ELIAS,PASQUALE, GUGLIELMINPIETRO, MORFEO, ALMEYDA. ATTACCANTI: KANU, VENTOLA, KALLON, HAKAN SUKUR, ROBBIE KEANE, FERRANTE. Tutto il resto sono delle splendide e panoramiche "ARRAMPICATE" sugli specchi. Con simpatia
    francesco .
    10/09/2012 alle 07:47
    Caro homofaber . la tua è una difesa d'ufficio per il "signor" Moratti che sa di arrampicamento sugli specchi. Aggiungo, che le famose intercettazione hanno la favola di Paparesta, cosa che ormai, visto i processi e le dichiarazioni degli interessati, solo i faziosi come Lei sig.homofaber si ostina a scirvere.
      homofaber .
      10/09/2012 alle 21:31
      Caro Francesco, si legga le intercettazioni riguardanti Paparesta (facilmente rintracciabili, anche by internet) e scoprirà che la 'favola' cui allude è purtroppo tragica realtà, quanto meno giudiziaria; e proviene dalla stessa voce degli interessati, oltrechè da testimonianze verificate. E scoprirà - come molti dei peninsulari che sproloquiano senza documentarsi - che la faziosità o la superficialità sono autolesionisticamente sue. E dico 'autolesionisticamente', poichè credo che lei sia in buonafede
    homofaber .
    10/09/2012 alle 06:35
    Garbato Domino, leggo solo ora la sua replica e tenterò d'essere meno "vacuo" di quanto mi attribuisce. Innanzitutto un chiarimento: credo che l'eventuale "insostenibile" lo stia ipotizzando lei, non essendoci attualmente alcuna inchiesta - tanto meno procedimento legale - collegante Calciopoli allo spionaggio sulla vita privata di Vieri. Solo supposizioni rispettabilissime (come quelle di Beha) o confusioni e faziosità (la gran parte). Quindi, è lei che fa dietrologia, non io. Ma vengo al nocciolo. La dichiarazione di Tavaroli ha probanza e pertinenza solo per il contenzioso sul 'maltrattamento' dell'Inter verso un suo dipendente (Vieri), essendoci oltretutto già una sentenza (in attesa dell'appello); ma riguardo a Moggi - sempre volendo giudicare attendibile Tavaroli (che però sui legami Sismi-Telecom, motivo del suo arresto, ha parecchio latitato) - accenna solo a un presidente di calcio che voleva eventualmente, e nel qual caso illecitamente, spulciare la vita dell'ex dg juventino: ma solo per capire se era lui Mangiafuoco, se era lui che gli scippava ogni anno sforzi e scudetti: quindi come eventuale vittima - e non attore o colluso - del pallone marcio. Ma soprattutto le parole di Tavaroli non accennano minimamente al succo di Calciopoli: a chi decideva indebitamente la griglia arbitrale, a chi indirettamente squalificava o graziava giocatori, a chi insultava il presidente della Figc, a chi chiudeva Paparesta in uno stanzino, a chi asserviva direttori sportivi e procuratori e giocatori, a chi invitava a casa i due designatori dell'epoca avvisando i parenti che bisognava preparare qualcosa di grosso, "altro che panettoni" (riporto l'intercettazione di uno dei dirigenti condannati; che, comunque convengo, doveva esser seguito da tanti altri). A chi, in sostanza, pilotava scudetti, retrocessioni e calcio mercato (le prove sono agli atti, non le vagheggio io). E il dossieraggio su Bobone (che le rammento giocava nell'Inter, non nella Juve o nel Milan) l'ho subito stigmatizzato e ritenuto incivile ancor prima che illecito (seppur aduso a molte aziende). Ma sinceramente - e al di là di ogni fede pallonara - non vedo come possa essere causa o concausa del fenomeno Calciopoli; piuttosto una derivazione malata, una reazione fuori decenza (oltrechè fuori norma). Se poi lei riesce, in maniera attendibile e seria, a spiegarmene il nesso malevolo... mi illumini pure. Il collegamento, eventualmente, potrebbe esserci solo per le investigazioni su Moggi; ma le domando: cosa significherebbe? Probabilmente, l'opposto di quello che lei pensa. Sarebbe come se, ipoteticamente, un imprenditore che si sente vittima di appalti od aste truccate, intercettasse o spiasse il top manager dell'azienda rivale, che considera corrutrice del sistema: riprovevole, è ovvio, ma potrebbe mai significare che faceva parte anche lui del grande broglio? Semmai, il contrario
      francesco .
      10/09/2012 alle 07:48
      mi scuso per le imperfezioni di italiano....(la fretta...)
      Metallo64 .
      28/09/2012 alle 00:05
      Homofaver, adesso cosa ci racconta, viste le dichiarazioni di accusa nei confronti dei nerazzurri e di assoluzione verso Moggi da parte di Cipriani e Tavaroli, non c'era niente di irregolare, se poi vuole rivedersi la vittoria della Champion da parte dell' inter sembra proprio un favore dell'Uefa ad un presidente che ha sperperato miliardi come noccioline, 5 rigori non dati contro in 4 partite sono troppi per non credere a un regalo.
      massimo .
      10/06/2013 alle 20:54
      daccordo in pieno con ye Homofaver. Moratti e Fascetti sarebbero stati peggio di Moggi per cosa? per arrivare eternamente secondi e diventare la barzelletta del mondo calcistico e il tormentone dei caldi d'agosto sotto gli ombrelloni per le faraonicge campagne acquisti. ma fatemi il piacere e mettetevi in testa che è stata la famiglia Agnelli che riprendendo im mano la società ha fatto fuori banditi come giraudo e moggi che stavano prenedendo in mano tutta la società. leggete leggete il libro di Beha
    g.tomasssi .
    09/09/2012 alle 12:53
    A quando un inchiesta sulla compravendita dei calciatori all'estero(quasi tutti in SudAmerica)anche ormai nel settore giovanile.Molti anni fa un giocatore pagato 10 veniva messo in bilancio 5 e sui 5 in nero si risparmiava sull'Iva oggi è al contrario si compra tuttto all'estero si gonfiano le valutazioni un giocatore che costa 5 si mette in bilancio 10 e i 5 di differenza spariscono ecco perchè i presidenti fanno finta di lamentarsi ma si tengono incolllati alla poltrona.
    ros .
    08/09/2012 alle 22:10
    Quando scrivo "concordo con il tuo post", mi riferisco al post di Massimiliano. Un saluto a lui e al dottor Beha.
    ros .
    08/09/2012 alle 22:07
    Concordo perfettamente con il tuo post. Il calcioscommesse nel 2011 era ben altro della posticcia operazione Conte, studiata a tavolino e fatta partire nel febbraio scorso. Il calcioscommesse coinvolgeva praticamente tutte o quasi le squadre di serie A tranne una(si, proprio lei, il ricettacolo di ogni bruttura per antonomasia). Nel sito lastbet.it c'è un elenco, impreciso per difetto, di quello che era il calcioscommesse prima del'insabbiamento e dell'invenzione dell'operazione Conte. L'anno scorso quando il calcioscommesse lambiva onesti santuari, il presidente della FIGC Abete fece dichiarazioni di segno garantista molto polemiche nei confronti del PM Di Martino, oggi tornato, chissà come mai, nelle grazie di FIGC e stampa amica. Quando, successivamente, con il concorso dei media, si è cambiato scenario, quelle dichiarazioni di Abete hanno lasciato il posto ad altre di stampo forcaiolo funzionali all'operazione-Conte. Quest'ultima ha avuto come effetto collaterale la squalifica di innocenti come Drascek e Vitiello, la cui unica colpa è quella di essersi salutati prima della partita. Costoro ed altri sono stati condannati a 3 o più anni di squalifica solo per dare una patente di presunta credibilità all'accusatore di Conte. Drascek e Vitiello, e non solo loro, sono stati danni colaterali necessari a condurre in porto l'operazione Conte.
    Massimiliano .
    08/09/2012 alle 10:43
    Questa vicenda era ben nota ai milioni di tifosi che si sono sempre informati, a furia di leggere forum, scrutando il materiale in rete il quale è sempre stato ben censurato dai media. Quegli stessi tifosi (per la maggior parte juventini) che nell'ultima vicenda di scommessopoli non si sono più ritrovati soli quando qualche giornalista ha iniziato a dare voce ai vari Pesoli,Drascek,Terzi,Vitiello, Mastronunzio che "Pubblicamente" sbugiardano un sistema "mafioso" e dittatoriale qual'è quello della giustizia sportiva e che anche in occasione della vicenda scommessopoli (come nel 2006 quando si mascherò lo scandalo telecom-sismi) parte per smantellare un'organizzazione criminale che inquinando e alterando i risultati del calcio ricicla denaro proveniente da qualsiasi traffico illecito (armi,droga,prostituzione,evasione ecc) per poi dirottare tutto mediaticamente usando dei capriospiatori!Offuscando e facendo dimenticare alla massa la vera genesi di queste inchieste!Del coinvolgimento della CAMORRA, DELLE MAFIE ROMANE,DELLA MAFIA BARESE FINO ALLA N'DRAGHETA, NASCONDENDO AI PIU' CHE QUESTE ORGANIZZAZIONI SCOMMETTONO IN TUTTO IL MONDO A TUTTI I LIVELLI!(ANCORA OGGI!)intanto i veri criminali! i famosi zingari continuano beatamente la loro villeggiatura latitante e le loro attività criminose. Il calcio è questo è deviazione di massa. E' uno strumento per annebbiare le menti e continuare a farsi i fatti propri.Un giocattolo che muove MILIARDI di euro e che può comprare GIORNALISTI,TELECRONISTI,PM,CARABINIERI,POLIZIOTTI,FINANZIERI,GIUDICI,POLITICI,FINTI PENTITI ECC... Il problema è che nessuno se ne è ancora veramente accorto o forse non riesce ancora del tutto ad accettarlo...
    homofaber .
    07/09/2012 alle 22:28
    Trovandomi in sintonia con Beha per dieci posts su dieci (compreso il topic su Grillo), colgo al rimbalzo l'undicesimo per esprimere un'opinione 'finalmente' discorde (e fallibilissima). Pur considerando assolutamente non dignitoso, oltrechè non lecito (a prescindere dalle norme, che da noi si applicano con l'elastico anzichè la bilancia), intercettare o far pedinare un proprio dipendente (purtroppo è diventata creanza di molte aziende, che addirittura arrivano a licenziare i loro lavoratori - dallo stipendio cento volte inferiore a quello di Bobo - adducendo proprio il dossier del segugio come flagranza di giusta causa: è incivile e disumano, ma purtroppo accade, e sempre di più); pur quindi valutando ogni eventuale condizionamento, risvolto o retroscena, dubito che i comportamenti di Moratti e Tronchetti Provera siano la causa, la concausa o l'essenza del fenomeno Calciopoli (che è la sintesi del commento di Beha, pur non esplicitato): semmai, sono state la reazione incivile, off line, di chi - da anni e dopo aver speso fortune - vedeva sempre 'fatalmente' e sempre con le stesse modalità sfumare ogni traguardo e sforzo. E siccome gli inquilini di via Allegri frequentano la stessa filantropica dei vati di piazza Montecitorio, il Moratti innamorato e parecchio accecato s'è perso, sentendosi derubato e senza pulizia nè Polizia. Finendo indecorosamente (nonchè gratuitamente: cosa ha cambiato o scoperto o cosa ci ha guadagnato da questo 'spionaggio' da 000?) col ricorrere a strade polverose e buie: ma l'andamento scorretto del tandem interista è probabilmente l'effetto impazzito (o la scoria) ma non la cagione (o il compare deluso) di un sistema delinquenziale ma anche capillare, efficientissimo, che decideva tutto di tutti (magari avessimo tenutari di Stato quanto meno capaci); e non alludo solo a Moggi, ovviamente, ma a tutto un 'generone' (di reucci ma anche di tanti pedoni anonimi) che si cibava, sguazzava e persino si beava della melma generata. Un sistema ingoiato anche da chi ci rimetteva o comunque non ci guadagnava. E mentalità, usanze, frequentazioni, non si possono cancellare con un bianchetto o con due teste e quattro piedi 'strappati'. Molti dei vecchi germi (mai toccati) sono ancora in pieno circolo; e temo che alcuni di quelli eliminati continuino a impazzare magari in Tribuna Laterale o fuori campo. E pur non essendoci più - e questo contribuisce a far meno male - una struttura portante che pilotava (e non semplicemente condizionava) campionati, giudici, regolamenti e media, sarebbe però ipocrita o demenziale immaginare una qualsiasi industria miliardaria - qual è il calcio - candidamente operativa. E sia riguardo a Tavaroli (arrestato per le relazioni devastanti tra Sismi e Telecom), sia riguardo a Bove (non credo istigato a suicidarsi per uno dei tanti scandaletti pallonari), ritengo che Calciopoli sia solo un dettaglio, essendo entrambi i personaggi invischiati in contesti decisamente più scabrosi. Alla prossima non sintonia, almeno tra dieci posts...
      domino_ .
      09/09/2012 alle 10:24
      Scusi homofaber se mi intrometto ma del suo lungo post si capisce poco e quel poco, emerge come un vacuo divagare su congetture generaliste e prive di costrutto. Qui si argomenta su una dichiarazione giurata e su risposte rese alla radio da un teste di molte vicende delicate. Che il calcio sia la meno delicata non v'è dubbio, ciò nulla toglie all'invito di Beha a collegare fatti, documenti, contesti che si spalmano nel tempo e nello spazio. Riunire i puntini per raccapezzarsi in una faccenda che puzza dal primo giorno, è lavoro arduo ma non impossibile, non è sminuendo le responsabilità che si pone una pietra tombale su questa vicenda, ci vuole la piena luce, nulla più. Invece di arrampicarsi sugli specchi per sostenere l'insostenibile, atteniamoci a queste novità che aprono squarci di verità negata sempre più inquitanti e mostrano i nervi scoperti di chi ha giocato al massacro.
    salvatore romano .
    06/09/2012 alle 16:26
    Buonasera,vedo con piacere che i nodi stanno venendo al pettine.Sono contento che almeno lei se ne sia accorto(non avevo dubbi data la sua attenzione ai commenti che riceve).L'ho detto da sempre che hanno voluto vendere una verità che non stava in piedi.Hanno scritto pagine e pagine senza ricollegare il tutto al più grande scandalo della storia repubblicana.Adesso che le sentenze stanno arrivando nessuno dice,"Le sentenze vanno rispettate".La macchina della propaganda sta di nuovo armando le sue lame per innescare di nuovo un attacco alla Juventus per distrarre l'attenzione.La richiesta di risarcimento è già stata valutata in 440 milioni di Euro circa e,attenzione,l'appello di Napoli sarà un boomerang per il mondo pallonaro "distratto" dalle omesse denunce.Manipolare delle prove per far condannare un imputato è un reato gravissimo:vuol dire "rubare la verità" dei fatti e,la cosa sconcertante di tutto ciò,è che tutti fanno finta di nulla.Per questo le pongo una domanda:se nessuno ne parla vuol dire che a nessuno gliene frega niente o forse perchè qualcuno ha qualche dossier da qualche parte nel quale ci sono cose compromettenti?(Dubito che lei ne abbia uno altrimenti non ne parlerebbe)E perchè mi devo fidare di ciò che scrivono se la security di Telecom aveva confezionato cica 6.000 dossier?E' una guerra e le gatte sorde di Torino stanno per presentare il conto consumando una vendetta che neanche il Conte di Montecristo era riuscito a escogitare.
    Mic .
    06/09/2012 alle 08:42
    Direi che, a prescindere dal tifo (non mi nascondo, sono juventino ma vorrei vincere senza polemiche e senza alcuna ombra, quindi aspetto tutte le sentenze definitive), se la faccenda di Vieri risulterà confermata, siamo di fronte ad una cosa pazzesca e inquietante. A me personalmente Bobo Vieri non mi sta particolarmente simpatico, ma l'idea che qualcuno si intrometta nella tua vita privatissima la posso a malapena accettare se sei un presunto (meglio quasi certo) mafioso, strupratore, un fior di delinquente, insomma, che grazie alle intercettazioni verrà consegnato alla giustizia. Se sei un cittadino che fa la sua vita - da benestante o da sfigato che fatica a chiudere il mese, non importa - NESSUNO deve ficcare il naso nei tuoi affari privati. Questo è un paese dove immancabilmente, nei rapporti umani, la prima cosa che conta è "Come posso fregarlo, questo?" - o al limite "Come posso evitare di farmi fregare da questo?". E' tristissimo, davvero.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook