• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > articoli > La nebbia sopra Marrazzo
    28
    nov.
    2012

    La nebbia sopra Marrazzo

    Condividi su:   Stampa
    piero_marrazzo

    dal blog Gli Antennati di Riccardo Bocca

    Ma perché non è rimasto a casa, Piero Marrazzo? Perché sabato scorso ha accettato

    l’invito di Oliviero Beha a commentare nel suo programma (Telepatia, Raitre, ore 23.40) un servizio del 1980 sul compianto padre Joe, nel quale intervistava un gruppo di eroinomani veronesi?

    Certo, è logico: da qualche parte, prima o poi, l’ex presidente della regione Lazio dovrà ricominciare a mettere il naso davanti alle telecamere. Ma altrettanto evidente è che, se Marrassu si presenta in una trasmissione, viene spontaneo vivisezionarlo per individuare i postumi della sua disavventura. Per chi l’avesse dimenticato, infatti, il personasgiu in questione è finito nel 2009 al centro di un ricatto da parte di simpatici carabinieri, i quali lo hanno filmato mentre incontrava non proprio per lavoro una transessuale sudamericana.

    Materia riservata alla giustizia italiana, su cui qui è il caso di sorvolare. Piuttosto, come accennato all’inizio, resta diabolicamente oscuro il motivo per cui Marrazzo abbia accettato di farsi intervistare da Beha, con il pretesto – ottimo e assai romantico – di un’inchiesta giornalistica realizzata dal padre.

    Un misto di omissioni e disagi, questo faccia a faccia, nel quale il conduttore ha preferito sorvolare sulla trans-storia vissuta dall’ospite, senza però rinunciare a descriverlo come «un giornalista molto noto, che ha condotto molti programmi, che è stato però anche presidente della regione Lazio e ha avuto una vicenda personale di cui credo siano tutti a conoscenza che non ha avuto per lui risvolti penali: era vittima di una situazione, di un complotto».

    Ennò, maestro Beha: dissento dalla sua trovata catodica, e dalle frasi nebbiose con le quali in quel gioiello incontestabile che è “Telepatia” ha fotografato l’ex protagonista di “Mi manda Raitre”.

    Che senso aveva, in altri termini, parlare di una «vicenda personale» generica, e di una «situazione» o «complotto» di cui «credo sono tutti a conoscenza», al posto di riassumere i fatti in poche e chiare parole? E ancora: in quale fragile categoria va inclusa la riflessione di Marrazzo, per il quale il suo trans-guaio è stato «un errore non etico ma morale», che mai e poi mai va confuso con «uno stile di vita»?

    La sensazione è che, visto il risultato ibrido, Beha non avrebbe dovuto invitare l’ex governatore del Lazio, anche se in puntata andava in scena il lavoro del padre. E altrettanto vale per il signor Marrassu, il quale a un certo punto dovrà rassegnarsi: nessuno, ancora per svariati anni, dimenticherà lo scandalo che lo ha travolto. Anzi: più lui galleggerà nel vago, come ha fatto a “Telepatia”, e più stimolerà i telecuriosi a trastullarsi su Google.

    Punti dunque a un vero ritorno professionale, senza più trans-riferimenti al celebre inciampo, e il disinteresse -pian piano, molto pian piano- tornerà ad avvolgere la sua realtà privata.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    3
    Lascia un commento
    esmeralda .
    29/11/2012 alle 15:30
    Perché mai Riccardo Bocca così moralista e giudice? siamo davvero tutti uguali? non può essere che Marrazzo, abbia voluto buttarsi arompere il ghiaccio per ricominciare accettando quell'invito?-la sua emozione era tangibile, come quando annunciò le sue dimissioni pubblicamente- e che il conduttore possa averlo fatto apposta per quello? per cercare di cavar fuori quel tocco di umanità e verità che proprio per aver avuto un padre così,Piero Marrazzo ha conservato? questo naturalmente è solo l'impressione avuta dalla trasmissione....
    freeskipper .
    28/11/2012 alle 11:22
    Collasso Italia! Qui crolla tutto! Nonostante tutte le tasse e i balzelli dei tecnici, nonostante il grande salasso di fine anno con il botto conclusivo dell’Imu, nonostante una politica fiscale di lacrime e sangue, l’Italia è comunque prossima al tracollo! L’Ilva che chiude, andando a sommare i suoi 5.000 cassintegrati alle centinaia di migliaia di precari e disoccupati, la Fiat che non si è capito bene dove andrà a produrre e quanto a licenziare, il reddito delle famiglie in caduta libera, 4milioni di contratti in attesa di essere rinnovati, il caro vita che aumenta a dismisura innescando una corsa mortale a chi implode prima tra debito pubblico e sfascio sociale, sistema pensionistico prossimo al default, crescita zero, e poi, neanche a dirlo, tutto da rifare sul fronte scuola, giustizia, sicurezza, pubblica amministrazione, insomma un disastro generale, un caos totale, la fine di una nazione! E adesso, ma non avevamo dubbi in proposito, pure “la sostenibilità futura del Servizio Sanitario Nazionale potrebbe non essere garantita”. Ad affermarlo è il presidente del Consiglio Mario Monti che avverte: “La crisi ha colpito tutti ed il campo medico non è una eccezione. La sostenibilità futura dei sistemi sanitari nazionali, compreso il nostro di cui andiamo fieri potrebbe non essere garantita se non si individueranno nuove modalità di finanziamento per servizi e prestazioni. La posta in palio è altissima. Non sono tante le occasioni per me e per i ministri per guardare l'oggi con conforto e il domani con grande speranza”. Insomma prima ci dicevano di vedere la luce in fondo al tunnel e adesso che è buio totale. Delle due l'una: o ci vedono poco, e allora è il caso che si rivolgano ad un buon oculista finchè il Ssn ancora regge, oppure ci capiscono meno, e allora è meglio che si levino di mezzo!!! Intanto quel che resta dello Stato Italaino si prepara all’incasso di fine anno con l’ultima rata a saldo dell’Imu, la più folle della storia del fisco mondiale… ma allora perchè continuare a pagare... ma a cosa e soprattutto a chi serve restare su una barca destinata comunque ad affondare?
      manuel motta .
      04/12/2012 alle 12:35
      Commento interessante senz'altro, ma la pagina mi sembra dedicata all'intervento di Marrazzo jr alla puntata di telepatia sull'argomento 'stupefacienti' ieri & oggi... Non è che per caso le è sfuggito qualcosa? Cordialmente m.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook