• Biografia
  • articoli
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    Home > Il puntaspilli > articoli > Tasse ed evasione: un venerd? nerissimo
    24
    gen.
    2014

    Tasse ed evasione: un venerd? nerissimo

    Condividi su:   Stampa
    soldi-in-nero

    E’ peggio di un venerd? 17, ? un venerd? nerissimo da assumere a modello di spiegazione del naufragio italiano. Non sto parlando direttamente dello sfrigolamento in padella pre-elettorale del Pd, e neppure della ricattabilit? da manuale di Berlusconi, anche se questi due fattori entrano di diritto nel quadro foschissimo della politica italiana di ieri e di oggi. Sto parlando invece delle scadenze formali della tassa sulla casa, la cui trasformazione onomastica, in tutti gli acronimi di questi ultimi mesi, ? difficile da seguire per chiunque in un precipizio burocratico che atterrisce.

    E sto parlando anche degli ultimi dati sull’evasione fiscale, che ci dicono di 51,9 miliardi evasi nel 2013, di 5 miliardi d’Iva non corrisposti, di 8315 italiani del tutto sconosciuti al fisco. Questi numeri (tre leggi finanziarie?) ovviamente fanno impressione anche se ? temo, credo – non meravigliano nessuno. Spiegano “semplicemente” come ci sia una parte di Paese gravato per colpa degli evasori ben al di l? del tollerabile, specie se teniamo conto della regola in due voci che sostiene il “patto sociale delle tasse”: pagare tutti e avere dei servizi in cambio (giudicate voi la qualit? e la quantit? dei secondi).

    Ma tali numeri della mostruosa evasione giustapposti al macello dell’Imu e di ci? che ? diventata, delle difficolt? di pagarla (accuse dalle file alle Poste: “Ci fanno sbagliare apposta nel farci pagare cos? guadagnano sulla mora…”), dell’ annosa speculazione politica all’interno del governo delle ex “larghe intese” di cui forse possiamo ricordare l’evolversi, fotografano nel complesso un Paese allo sbando. Chi se ne occupa se i due maggiori azionisti dell’Impresa Italia sono (cfr. la citazione dell’inizio) occupati in tutt’altro?

    (Oliviero Beha)

    Postato da Redazione
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio
    Facebook