• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    06
    ago.
    2014

    A Fabro, un altro ferroviere è morto sul lavoro

    Condividi su:   Stampa
    morti_sul_lavoro

    Riceviamo & Pubblichiamo

    Alessio Corradini, ferroviere di 34 anni, dipendente da Rfi Spa, è morto nella mattinata del 5 agosto 2014, folgorato alle 11.20 mentre stava lavorando sui fili dell’alta tensione della linea ferroviaria Firenze Roma, nella stazione di Fabro-Ficulle, in provincia di Terni.

    La tragedia è avvenuta durante la manutenzione programmata della linea
    elettrica di alimentazione dei treni. In Rfi le cautele le procedure di sicurezza per la manutenzione – sulla carta pressoché perfette – si continuano a rivelare tragicamente
    inadeguate.

    Solo pochi giorni fa in Sicilia tre colleghi sono morti sotto ad un treno mentre lavoravano in linea. Il tragico elenco dei morti sui binari continua ad allungarsi.

    Ogni commento appare insufficiente ad esprimere i sentimenti di rabbia
    e di impotenza che si provano di fronte a infortuni così prevedibili e
    ripetitivi. Ma qualcuno dovrà pure costringere Rfi, a interrompere questa strage ed
    a far rispettare le precauzioni necessarie.

    Il governo si gingilla con ‘le riforme’  costituzionali ignorando colpevolmente che la Costituzione deve essere ancora applicata. L’ansf scrive decreti senza preoccuparsi di controllare se vengono applicati.

    Gli organi di vigilanza delle ASL e delle DPL vengono depotenziati e demotivati. La magistratura apre le inchieste sempre dopo… Anche se sarebbe meglio per tutti che si intervenisse prima… Il ministro sta per fare un altro bel comunicato di cordoglio….
    E così i sindacati. E se siamo fortunati, anche il presidente della Repubblica ne farà uno
    solenne.

    Tanto domani i giornali parleranno d’altro. E noi assieme a madri, vedove e orfani continueremo a piangere quando un compagno di lavoro non torna a casa. Ma non basta, occorre reagire e rimettere al centro della discussione, almeno tra i lavoratori, le iniziative e le azioni necessarie a salvarsi.

    Una vera riforma sarebbe quella che… La sera tutti tornano a casa dal lavoro!

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    0

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio