• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    займы онлайнкредит онлайнкредитная карта
    Home > articoli > Che ne pensate di Montezemolo? Un problema, una risors...
    07
    set.
    2014

    Che ne pensate di Montezemolo? Un problema, una risorsa, un bluff?

    Condividi su:   Stampa
    montezemolo-ferrari

    Luca Cordero (agnello, in spagnolo) di Montezemolo è in uscita dalla Ferrari dopo una vita e in entrata nella strana compagnia di sbandiera Alitalia-Etihad. E’ tempo di dare un giudizio, un’opinione, un’impressione sull’ex ragazzo d’oro degli Agnelli. Dunque, che ne pensate?

    o.b.

    Fonte Dagospia.com
    1. LA PACCHIA TRAMONTA: LO SMONTEZEMOLATO AL SUO ULTIMO GRAN PREMIO DI MONZA – 2. L’IMBARAZZATA NON-SMENTITA: “SOLO A MARZO HO DATO LA MIA DISPONIBILITÀ AGLI AZIONISTI E ALLA GENTE DELLA FERRARI PER UN IMPEGNO DI ALTRI TRE ANNI. SE POI CI FOSSERO NOVITÀ, SARÒ IO IL PRIMO A DIRLO”. COME DIRE: CARA FIAT, COSTERA’ CARA LA MIA CACCIATA – 3. E IL MINISTRO LUPI CONFERMA: ”PUÒ ESSERE UTILE ANCHE IN ALTRI IMPORTANTI RUOLI” – 4. DAGOREPORT DEL 4 SETTEMBRE: ‘’ENTRO DICEMBRE MONTEZUMA TOGLIERÀ IL DISTURBO DALLA FERRARI IN VIRTÙ DI UN ACCORDO TRA GENTILUOMINI CON ELKANN E MARPIONNE’’ – 5. L’AMMINISTRATORE DELEGATO DI FCA GLI HA IN SOSTANZA DETTO: NOI NON TI FACCIAMO FUORI DA FERRARI, TE NE VAI TU DA SOLO QUANDO ASSUMI LA PRESIDENZA DI ALITALIA-ETIHAD

    Arianna Ravelli, Corriere.it
    Arriva come al solito, il sabato mattina, se ne va prima del solito, senza assistere alle qualifiche dai box (e non era mai successo), appena dopo aver saputo che le due Ferrari sono settima e dodicesima, che sarà stato anche previsto ma fa comunque male. Non può essere un Gp di Monza come gli altri, per Luca di Montezemolo: i gesti sono gli stessi, le pacche sulle spalle agli uomini rossi, gli incontri con Lauda, Ecclestone, Todt, il saluto dal muretto ai tifosi che lo acclamano, un abbraccio forse un po’ più lungo e intenso a Fernando Alonso, con gli occhi velati.

    Se non era commozione, sarà stato l’effetto del «polverone», parola sua, che si è scatenato attorno a lui. L’atmosfera no, non poteva essere la stessa, perché Monza 2014 passerà alla storia come la sua ultima da presidente Ferrari dopo 23 anni. Montezemolo lo sa e, sui gradini del motorhome, parla a una folla di giornalisti.

    «In estate abbiamo sempre bisogno di creare dei tormentoni, questo mi è parso eccessivo — comincia Montezemolo —. Io sto lavorando, chiudiamo l’anno con il record di risultati economici, al Salone di Parigi presenteremo una Ferrari nuova, a ottobre a Los Angeles festeggeremo i nostri 60 anni in America con una macchina in 10 esemplari».

    Leggi l’articolo completo >>

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    1
    Lascia un commento
    giorgio .
    08/09/2014 alle 15:06
    Non mi pare che la carriera da presidente del CDA di LCM sia piena di successi a partire dalla Fiat, passando per la Juventus, per la Ferrari, per NTV (Italo), Cinzano, politica e quant'altro. Ha collezionato vittorie in Ferrari quando gli altri erano neofiti o quasi e lui aveva oltre la macchina anche uno Schumacher ottenuto attraverso G. Agnelli; mi ricorda molto l'Inter che fece collezione diu scudetti in campionati giocati senza concorrenza e lasciamo perdere perchè. Che lasci pure e che vada altrove (Alitalia ora ha soci che eventualmente gli conteranno i peli sul c**o) stando attento a quello che farà. Giudizio finale estremamente negativo per uno dei più grandi perdenti della storia inspiegabilmente sempre considerato al di sopra del suo valore. Oddio....inspiegabilmente se non si guardano oppure non si vogliono ascoltare i pettegolezzi sulla sua provenienza biologica.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio