• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    28
    dic.
    2014

    Ma è così difficile da capire?

    Condividi su:   Stampa
    fico-vigilanza-rai

    Mi si chiede dopo aver letto una mia nota sullo scempio che ha fatto (non solo) di me la Rai “perché attacco il M5S”. Scusate, ma devo essermi perso qualcosa. Mi sono limitato a dire veridicamente che il Presidente della Commissione di Vigilanza sulla Rai non ha fatto nulla, pur essendo informato in anticipo di tutto. Dov’è l’attacco? Perché si tratta di Fico? E non dovevo dirlo? E invece se si fosse trattato di uno non del M5S con il medesimo comportamento sareste stati tutti d’accordo? Preferite la verità o il Movimento, quando le due cose non vanno insieme?

    Il tifo è una malattia…

    o.b.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    16
    Lascia un commento
    gab66 .
    02/01/2015 alle 19:38
    E' un dispiacere non vederla più in Rai, ma se noi facessimo una petizione al M5S per riportarla in Rai, poi non si direbbe che lei è in quota M5S ? Fermo restando che se qualcuno che mi legge vuol organizzarla con me, io ci sto!
    roberta .
    29/12/2014 alle 22:28
    bravo Oliviero.. i grillini sono fascisti invasati. peggio dei leghisti
      luca .
      30/12/2014 alle 09:02
      hai ragione Roberta..sono tuti fascisti..invece il tuo commento come è????
    fernando .
    29/12/2014 alle 19:12
    Forse, come recita Fico, la commissione non può certo favorire o promuovere un programma ma certo, se il programma non è stato più permesso e non se ne conosce il motivo, può chiedere il perché di un'azione che lo esclude. Nello specifico per Brontolo si poteva chiedere a chi fa e gestisce la linea editoriale ed elabora i palinsesti che fine ha fatto il programma di Beha. Mi spiace Fico ma non mi trovi d'accordo sul fatto che la tua commissione è bene che non metta bocca...dovrebbe mettere bocca si su questo e molto altro. Te lo scrive un attivista da anni del Movimento.
    Tullio Vacca .
    29/12/2014 alle 18:50
    Caro Sig Bea perché continua ad attaccare il M5S in inutili provocazioni sappia che coloro che hanno un po' di sale in zucca hanno votato questi Ragazi per cercare di cambiare questo paese lei visto che è una persona con una certa cultura capirà. Che coloro che hanno votato questi Ragazzi prima votavano PD perché hanno capito che il PD da quando è al potere non ha fatto altro che creare nuovi poveri con delle politiche da bassa macelleria sociale, se questi Ragazzi sbagliano e perché sono un po' ingenui e poco propensi al malaffare il problema è che in Italia non esistono più le Regole , chi le rispetta e visto come un Talebano chi le viola e visto come un Martire
    Marco .
    29/12/2014 alle 18:19
    Il suo post scriptum in coda a "La Rai e una miniquestione personale…" è un vero capolavoro. In una riga lei riesce a rendersi ancora più simpatico di quanto lei stesso si definisca, gettando inutilmente fango sull'unico Movimento politico che potrebbe cambiare le cose in Italia ma nel suo caso specifico non ha poteri. Dovrebbe essere superfluo ricordare ad un giornalista che la Commissione di Vigilanza RAI ha soltanto "funzioni di indirizzo rispetto alla società concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e di vigilanza sull'attuazione di tale indirizzo". Peraltro è bene ricordarsi che i palinsesti non li fa Roberto Fico e il mercato lo fa l'AUDITEL...
    Francesco .
    29/12/2014 alle 16:17
    Caro Beha, questa semplificazione e questo modo di mettere tutti sullo stesso piano provoca persone come Renzi, voi giornalisti se' non vi rendete conto che bisogna fare le differenze, questo paese e' destinato a scomparire. Saluti
    Diego .
    29/12/2014 alle 15:52
    Salve sign. Beha, da un giornalista puntuale come lei, non mi sarei mai aspettato un commento così superficiale sull'operato di un uomo politico. Mi aspetto da lei delle chiare specifiche su cosa avrebbe dovuto fare un Presidente della Vigilanza RAI, soprattutto perchè queste informazioni potrebbero essermi utili a farmi un'idea più chiara sull'operato di un Movimento che ha attirato, non poco, la mia attenzione.
    Roberto Fico .
    29/12/2014 alle 15:03
    Caro Oliviero, rispondo qui dal tuo blog. Il tuo riferimento è a Brontolo (un tuo programma) che è stato tolto dal palinsesto Rai. Come ben sai la commissione di vigilanza non fa i palinsesti e non ha nessun potere su di essi e secondo me è senza dubbio un bene che non metta bocca nella programmazione specifica. Noi siamo una commissione che fa atti generali di indirizzo e all'interno di questa cornice che la Rai si deve muovere rispettando non da ultimo il contratto di servizio che regola i rapporti fra lo Stato e la Rai. Non credo giusto che la commissione faccia una battaglia per un singolo programma, anche se come sai e come ti ho già detto Brontolo a me piace molto ed è sicuramente trasmissione di puro servizio pubblico. Ora i responsabili sono coloro che fanno le linee editoriali e che programmano i palinsesti. Sai bene che questo potere assolutamente legittimo lo hanno il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi e il consiglio di amministrazione della Rai che approva tutta la programmazione. Non conosco i motivi delle loro scelte. Ciò che mi interessa e per cui combatto ogni giorno è che tutto ciò che accade in Rai avvenga con trasparenza, che l'informazione sia libera e che rispetti e tuteli i cittadini e non i partiti politici e che ci sia un vero servizio pubblico degno di questo nome in tutti i suoi aspetti e che sia da volano per la crescita culturale e civile del nostra amato Paese. Sappiamo tutti che siamo lontani da questo obiettivo. Più volte ho dichiarato e scritto che la visione editoriale della Rai non mi piace e che non la trovo adeguata anche e proprio rispetto alla velocità con cui il nostro mondo corre e si muove. Tutto qui. Un caro saluto, Roberto
    Stefano .
    29/12/2014 alle 13:58
    salve, io non credo che si tratti di tifo ma semplicemente di voler far notare che si voglia negativizzare in qualsiasi occasione, anche inutile, le persone del M5S. Ha mai fatto articoli positivi nei confronti delle attività (e non sono poche) fatte da Fico da quando è in quella posizione ? Metterlo in un PS non è un fatto marginale ma serve a sottolineare il fatto più di quanto il citarlo nell'articolo... Per di più è stato citati tutto il M5S e non solo Fico... Io credo che il M5S abbia rogne molto più pesanti da affrontare... E sinceramente visti i fatti di ogni giorno dire che se avesse citato un parlamentare di altro partito avrebbe avuto tutti a favore mi sembra alquanto ridicolo viste le continue, estenuati e spesso ridicole ostilità che politica, media e ben pensanti rivolgono nei confronti dei 5 Stelle...
    claudio .
    29/12/2014 alle 12:57
    Lei si lamenta perché la RAI non la fa lavorare? Si lamenta perché la commissione non le dà la "spintarella" per rientrare? Se la prende con la vigilanza per una cosa sua personale? La vigilanza dovrebbe essere al suo servizio? 25 anni a spese della RAI mi sembrano abbastanza no? E' un bravo giornalista, non avrà difficoltà a far sentire la sua voce, scriva al Fatto Quotidiano.
    michele barbato .
    29/12/2014 alle 12:03
    Il Signor.Fico sembrava che doveva rivoltare la Rai come un calzino ,invece verra ricordato come una persona che non ha fatto nulla.
      claudio .
      29/12/2014 alle 12:20
      Se scrive questo vuol dire che non sa cosa fa la vigilanza RAI
    Federico Luciani .
    29/12/2014 alle 11:39
    Io ho ri-sottoposto il problema a Fico, e questo è quanto. I grillini a cui mi onoro di appartenere, ma non sempre, mostrano molta propensione a stigmatizzare le travi altrui, ma poca a emendare le personali pagliuzze. Logiche di guerra propagandistica (cerchi di comprendere se può); anche se l'usarla è un segno di aver già perso. La paura degli eventi a volte fa più danni degli eventi stessi...
    Pasqualino Sotgia .
    29/12/2014 alle 10:51
    Sinceramente non ho capito a cosa fa riferimento il "non ha fatto nulla", al caso personale o in senso generale?
    superdisoccupato .
    29/12/2014 alle 10:18
    Sono d'accordo. Le idee politiche, la convergenza in certi valori non possono e non devono prescindere dall'onestà intellettuale. Elettorato (ed eletti) che spesso devono ancora maturare. Non siamo pronti.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio