• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    займы онлайнкредит онлайнкредитная карта
    Home > articoli > Regionali. Sputtanate, sputtanate, qualcosa resterà (...
    18
    apr.
    2015

    Regionali. Sputtanate, sputtanate, qualcosa resterà (ma non credo)…

    Condividi su:   Stampa
    elezioni-regionali

    E così, a sei settimane dal voto per le elezioni regionali, è tutta una gigantesca baraonda del tutti contro tutti, all’interno di partiti e schieramenti e tra di loro. “Il Fatto” ha titolato in grande “L’indagata non si tocca”, riferendosi non al disinteresse per la masturbazione della candidata Pd in Liguria ma a quello nei suoi confronti di indagata da parte del suo segretario e presidente del Consiglio obamizzato: quando gli conviene abbraccia i possibili rei, quando no li caccia, così, tanto è un gioco.

    Del resto in un Paese siffatto, che vive di disperazione e social network e pensa che la vita si possa sintetizzare in un tweet, era normale che la prima verifica elettorale, neppure di eccezionale importanza, scoprisse lo stato delle cose sollevando il lenzuolo. E a proposito delle lenzuola, è commovente la candidatura a sindaco di Carovigno dell’ex Udc Cosimo Mele, adesso in cerca di voti da tutte le parti, Pd (dubbioso) compreso, quello che qualche anno fa trombava e sniffava in Via Veneto – spiegando che la carne era debole – con una soave meretrice dal nome d’arte di Pocahontas. Molta onta, direi invece io visto che tornano tutti fuori come zombies dai loro loculi terreni, e una depressissima sensazione di sconfitta comunque. Ma magari a voi piace, Leopold Sacher (la torta non c’entra) Masoch non conosce ferie…

    o.b.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    Dopp. .
    20/04/2015 alle 22:33
    Farinetti si prenderà un pezzo della boschi uno della madia è un altro della Moretti e farà un ottimo spezzatino alla cracco..lo assaggeranno i migliori magnoni che diranno Renzi gooddd very good, spezzatino per tutti ...
    Dopp. .
    20/04/2015 alle 22:20
    La carne è debole..non perché si può infilare di qua o di o la sotto le lenzuola...ma perché una volta finita nella terra assorbe col terreni tutti i parassiti e i vermi e diventa quello che è..mondezzaio con ossa..ma una volta in si fatte condizioni non sporca di sangue più...quindi la rende più umana da accettare..perché nascosta ai nostri occhi e lontana dal nostro naso..

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio