• Biografia
  • articoli
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    13
    ago.
    2015

    La Fiorentina e il sale in zucca

    Condividi su:   Stampa
    La zona viola
     
    La zona viola

    Poiché i miei articoli sulla Fiorentina suscitano da sempre un po’ troppo becerume, alla faccia della tradizionale (sedicente?) intelligenza della cittadinanza, da fiorentino e tifoso della Viola da sempre, dai tempi di Julinho e Montuori, offro agli insulti qualche precisazione.

    1) Non ho nulla di personale contro i Della Valle, anzi, e lo dimostra tutto quello che ho scritto di bene nei loro confronti quando la Fiorentina è stata gestita con criterio e linearità, con conseguenti risultati. Se mi si accusa di cambiare idea secondo la realtà, mi si dà atto implicitamente che non ho pregiudizi ma solo giudizi.

    2) E’ vero che da tredici anni non si è mai affacciato un altro possibile acquirente, tantomeno fiorentino, ma questo non vuol dire che non possa accadere, in questi tempi di soldi stranieri anche nel calcio italiano. E non vuol dire neppure che io me lo auguri.

    3) Il punto è la chiarezza nell’amministrare la Fiorentina, in sé e nei rapporti con la cittadinanza e Firenze. Ancora non ho capito che significa il famoso “progetto”, che pare non convinca molti giocatori che tagliano la corda, che idea si abbia del calcio, se lo si voglia ancora cambiare (ricordate tutte le dichiarazioni iniziali?)ecc. Firenze è un unicum, nel bene e nel male, quindi anche la Fiorentina lo è.Va trattata come tale.

    4) I casi inanellati quest’estate (Montella, Salah, Milinkovic Savic) non depongono a favore di questa chiarezza. E in realtà sono infatti tutti opachi. Perché semplicemente non si dice ai tifosi come sono andate davvero le cose? E’ sempre nel giusto la società e nel torto gli altri?

    5) Ho scritto del “braccino” padronale. Se i Della Valle non vogliono spendere, è un loro diritto, basta avere atteggiamenti più chiari con chi si aspetta da loro un rapporto nitido. Hanno messo insieme un “tesoretto”, avevano (pare) i milioni per poi riscattare Salah, adesso questi milioni non ci sono più? Va bene, basta saperlo.

    6) Molti giocatori sono stati associati alla Fiorentina negli ultimi anni. Penso per esempio a Biglia, ora richiestissimo, oppure a Fernando seguito per mesi. Di questi alla fine non ne è stato preso nessuno. Perché non si voleva spendere? E torniamo al nocciolo. E’ legittimo, ma basta dirlo uscendo dalla nuvola di fumo. Si è stati molto sfortunati con Rossi (il miglior acquisto dell’intiera epoca Della Valle) e con Gomez (senza colpe della Fiorentina), ma da ora in poi  dobbiamo scordarci acquisti simili? Si va a cercare il risparmio sull’euro mentre gli altri (colpevolmente) spendono e spandono? Va bene, anche qui basta dirlo.

    7) Se essere tifosi viola significa semplicemente non giudicare, non criticare (nel bene e nel male), urlare “Forza Viola”, beh, per me è pochino non solo in quanto giornalista. E non c’è invece maggiore soddisfazione che dare ragione al club quando si muove nella direzione giusta (è sempre un’opinione personale) e soprattutto dice senza nebbie che cosa vuole che sia la Fiorentina oggi. E tutto ciò è più importante degli stessi risultati sul campo.

    o.b.

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    2
    Lascia un commento
    alfonso .
    13/08/2015 alle 12:16
    Articolo che condivido al 100%. Non mi sembra che i DD.VV. vogliano chiarire, perché dovrebbero ammettere che loro nel sistema calcio non credono più e quindi anche nella Fiorentina. Dire questo mentre si sta portando avanti "per la Fiorentina" il progetto "annessi + connessi e......poi, lo stadio" potrebbe deporre a loro sfavore, passando da sostenitori del calcio, a semplici costruttori. Come la si mette, la si mette male per cui la linea è "tacere" o al massimo, attraverso qualche dirigente, far intendere "che loro sono sempre presenti" ma nella realtà sono solo chiacchere. Cosa sarebbe per loro chiedere aiuto al sistema finanziario per una cifra di 30 ml, da investire sul mercato, da restituire entro un determinato numero di anni? Nulla! Ma se non si vuole tutto diventa insormontabile, difficile. Mi preoccupano parecchio i prossimi anni. Chiedere che manifestino apertamente la volontà a vendere sarebbe già un passo in avanti....ma lo so che anche questo rientra nelle cose impossibili.
    Michele Cecamore .
    13/08/2015 alle 12:09
    Da uno juventino. Concordo su tutto tranne che per la sfortuna sull'acquisto di Giuseppe Rossi (un vero fenomeno): diverse squadre italiane (tra cui la mia juve) ha cercato di acquistarlo (a quei tempi ci volevano 25-30 milioni) e dopo è andatom (infortunato) alla viola per molto meno. Forse il ragazzo non era ancora guarito (speriamo che lo faccia in modo definitivo sia per la fiorentina che per la nazionale

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio