• Biografia
  • articoli
  • rubriche
  • scrivimi
  • Oliviero Beha
     
    24
    ago.
    2016

    Il balzo indietro da Altiero Spinelli a Matteo Renzi

    Condividi su:   Stampa
    altiero-spinelli-matteo-renzi

    C’era una volta il “grande balzo in avanti”, riferito all’economia cinese maoista della fine anni 50. A Ventotene secondo la più parte del sistema mediatico ci sarebbe appena stato qualcosa del genere, nel dopo-Brexit della Ue benedetto dai leader europei rimasti e ospitati da Renzi. Il timore è invece che di stagno politico si tratti, pur imbellettato, se non addirittura di un “grande balzo indietro” perlomeno per il Paese ospitante i cui numeri continuano a mettere paura. Quelli dell’Istat, intendo, non i conti di questo giornale… Per non passare da antirenziano a priori, e sapendo come probabilmente la pensano i lettori se scelgono queste pagine, ho sentito il bisogno di alzare un po’ il livello del dibattito. Dopo un’occhiata in giro sconfortante, mi sono detto che in un momento “storico” come quello appena trascorso nelle isole ponziane valeva la pena conversare medianicamente con Altiero Spinelli, coautore del “Manifesto di Ventotene”, che in teoria qualcosa avrebbe a che fare con l’Europa unita. In teoria.

    Ho tentato, e ho avuto fortuna. Non è stata una chiacchierata lunga, tra colpetti sul tavolino a tre gambe e altre eventualità. Ma bisogna saper fare di necessità virtù. Trascrivo se non la lettera almeno il senso del colloquio. Intanto Altiero ha voluto fare una precisazione logistica per chi sostiene che Ventotene è un’isola meravigliosa in cui i confinati come lui praticamente villeggiavano durante la seconda guerra mondiale.

    Nel linguaggio specifico dei trapassati, molto diverso da quello attuale specie sul web in una connessione continua da “magnifiche sorti e progressive”, Spinelli deve aver suggerito qualcosa come “basta con queste cazzate!”. Si dà il caso, infatti, che lui e alcuni altri fossero rinchiusi nella prigione del prospiciente isolotto di Santo Stefano, che mi è capitato di visitare anni fa, uno dei tanti luoghi che da premier avevano interessato Berlusconi per farci un hotel a 5 stelle, per dire… E non è né era un posto augurabile a nessuno.

    Quindi sono passato al caso Renzi, senza chiedergli come avrebbe fatto un lungimirante cronista contemporaneo se lui sarebbe stato per il “sì”o per il “no”. Lo so, un’occasione perduta ma giustificata dal corso della conversazione. Mi ha fatto capire in sostanza Altiero che non ce l’ha con Renzi in quanto Renzi, né che si augura che vada a casa come ha promesso, da uomo d’onore shakespeariano, se perde il referendum. Un po’ stupito, ho domandato delucidazioni. E qui l’anima dell’intellettuale e del politico è stata chiarissima e commovente. Spinelli non auspica che il Paese vada a rotoli, come mi ha confermato che risulti anche a loro, per defenestrare Renzi, no. Questo significa volere il male della collettività. La cosa è più sottile e può anche dirazzare da ipotesi sostenute su questo giornale, anche se non nella sostanza. Secondo Spinelli Renzi dovrebbe andare a casa perché purtroppo non è riuscito a invertire una tendenza al peggio che lo precede, non ha certo originato il “cambiaverso”. Non è stato abbastanza renziano nei fatti, ha enunciato e ha usato benissimo le casse di risonanza a disposizione, ma la realtà è quella che è. Quindi non un peggioramento ulteriore per giustificare un dopo Renzi, ma un dopo Renzi per evitare un peggioramento ulteriore.

    Sentendolo stanco, e fioco nei colpi, per non provarlo ancora ho fatto appena in tempo a chiedergli di Alfano e dell’Isis, che secondo il ministro non ci colpisce grazie a lui e all’organizzazione cui presiede. Qui compatibilmente con la situazione stava per scappargli una risata di genere omerico. Prima di accomiatarsi Spinelli ha suggerito che Cosa Nostra, Camorra e ‘ndrangheta funzionano perfettamente nel controllo del territorio… Dell’Europa ha preferito tacere…

    Oliviero Beha, Il Fatto Quotidiano

    Postato da Redazione
     commenti
    Commenti
    5
    Lascia un commento
    Dopp.. .
    24/08/2016 alle 23:15
    La giostra delle olimpiadi si sposta di qualche kilometr o? Ora faranno le meringhe biologiche..a impatto zero..le trivelle mica fanno venire i terremoti e poi la squadra di alfano ha dimostrato che se si " combatte la mafia con gli affari" anche per i terroristi è un affare
    Dopp.. .
    24/08/2016 alle 23:08
    woww..telegiorgiomastrorenzi ha annunciato in grande esclusiva sulle reti della m mirraglio vespa e associati che condurrà uno speciale con cantone su Rai educascional per insegnare ai diciottenni l'arte dell appalto
    Dopp.. .
    24/08/2016 alle 23:03
    Quindi omero aveva scritto la costituzione ..chi aiace acconsente e alfano è un fan di cicciolina
    Dopp.. .
    24/08/2016 alle 23:02
    È comunque a Spinelli preferisco belen, lei sicuramente voterà sì
    Dopp.. .
    24/08/2016 alle 22:57
    Limmagine della mano di Renzi davanti alla bocca per parlare con cantone..l'immagine plastica del paese.

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

     
    Facebook
    Newsletter
    Resta sempre aggiornato sulle novità del sito di Oliviero Beha
    * Questo campo è obbligatorio